Venerdì, 19 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Calciomercato

Home Foto Calciomercato Mkhitaryan dice no alla Roma e l'Inter gli spalanca le porte, anche Zaniolo ai saluti

Mkhitaryan dice no alla Roma e l'Inter gli spalanca le porte, anche Zaniolo ai saluti

Mkhitaryan ha deciso: andrà all’Inter. Oggi ha comunicato alla Roma, che aveva rilanciato, che non accetta la proposta del dg Tiago Pinto, il che vuol dire che andrà, da svincolato, all’Inter, dove con i bonus potrà arrivare a guadagnare 5 milioni all’anno.

La Roma dovrà quindi cercare un sostituto dell’armeno, particolarmente gradito a Mourinho, e circola il nome di Isco, in uscita dal Real Madrid e che ha come agente Jorge Mendes. Ma da parte del club ci sono perplessità sulle condizioni fisiche dello spagnolo, che a sua volta preferirebbe, per motivi familiari, rimanere in patria. Da Lisbona Mourinho ha chiesto di fare il possibile per riportare a Trigoria Sergio Oliveira, ma l’obiettivo principale per rinforzare il centrocampo rimane Douglas Luiz dell’Aston Villa. L'alternativa è Ruben Neves del Wolverhampton. Per sostituire Veretout, sicuro partente (piace al Napoli), si punta sul ritorno in giallorosso di Frattesi. Per la difesa si tratta con il Feyenoord per limare il prezzo di Senesi, fissato a 13 milioni. In uscita c’è Zaniolo, che interessa a Juventus e, soprattutto, Milan, e le cui richieste per prolungare il contratto (5.5 milioni all’anno) sono state ritenute eccessive dalla dirigenza romanista. Il gradimento da parte di Zaniolo per il Milan è certo, ma la richiesta della Roma è di 50 milioni. Si cercherà un punto d’incontro sui 40, con Maldini che tenterà di inserire delle contropartite tecniche (non Saelemaekers).

Dal Milan andrà via Romagnoli, che con l’arrivo di Gattuso a Valencia potrebbe scegliere la squadra spagnola. Al suo posto dovrebbe arrivare in rossonero Botman dal Lille, per il quale c'è sempre la concorrenza del Newcastle. Il Bayern Monaco sembra essersi rassegnato alla partenza di Lewandowski e avrebbe individuato in Osimhen il sostituto ideale. Però il presidente De Laurentiis chiede 100 milioni di euro per il bomber nigeriano. Se il Bayern decidesse di accontentarlo, 40 milioni verrebbero immediatamente reinvestiti su Scamacca del Sassuolo.

Il Napoli attende una risposta da Mertens: il belga entro domenica dovrà dire se accetta l'offerta del club, 1,3 milioni a stagione. Il giocatore finora ha sempre replicato, chiedendone 1,7. L’attaccante vorrebbe comunque rimanere, ma in caso di addio per lui si aprirebbero le porte della Lazio, dove Sarri è pronto ad accoglierlo. A Formello arriverà anche Allan, se riuscirà a rescindere il contratto che lo lega ancora per un anno all’Everton, mentre Zielinski dovrebbe rimanere un sogno proibito. Pur di avere il polacco, la Lazio, su indicazione del tecnico, è disposta a rinunciare a Luis Alberto. La Juve attende la firma di Pogba, che ci sarà a giorni, mentre avrebbe ottenuto anche il sì di Kostic. Per Rabiot è arrivata una richiesta dal Manchester United.

Scatenato il Monza, dove Berlusconi è disposto a spendere 150 milioni sul mercato. Così, dopo Candreva, potrebbero arrivare Acerbi, Ranocchia, Belotti, Sensi, Ounas e Pessina, e in Brianza si sogna.

Infine, il valzer delle panchine: l’Udinese ha scelto Sottil, mentre al Verona andrà Cioffi. Per la Cremonese c'è Alvini, che lascerà il Perugia.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X