Domenica, 05 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport Da Jacobs a Federica Pellegrini, da Busà a Pizzolato: le immagini dell'Olimpiade dei record

Da Jacobs a Federica Pellegrini, da Busà a Pizzolato: le immagini dell'Olimpiade dei record

Dieci ori, dieci argenti, venti bronzi. Uguale, 40 medaglie per un’Olimpiade da record. È questa la formula matematica perfetta per raccontare l’edizione dei Giochi «più bella di sempre» per i colori azzurri. Parola di Giovanni Malagò, che nel bilancio finale a Casa Italia, con il capodelegazione Carlo Mornati e il capoufficio stampa Danilo Di Tommaso al fianco, ha elencato numeri e record che raccontano di un’Italia vincente, ma anche «multietnica e super integrata, con atleti provenienti da ogni regione e da tutti e cinque i continenti».

Per la prima volta, ogni giorno ha portato almeno una medaglia, e se il bottino complessivo supera le 36 di Los Angeles 1932 e Roma 1960, i venti bronzi sono un record nel record. La mappa delle medaglie racconta un’Italia dello sport in evoluzione. È stata l’Olimpiade delle prime volte. Con Vito Dell’Aquila nel taekwondo, primo oro azzurro nato dopo il 2000; con la 4x100 di nuoto, primo podio della staffetta veloce; con Maria Centracchio, primo podio individuale del Molise; con Testa, Ferrari, Bordignon, Boari e i due pesi leggeri donne Rodini e Cesarini, esordi assoluti sul podio per le donne nel pugilato, nella ginnastica individuale, nel sollevamento pesi, nell’arco e nel canottaggio. Prima volta assoluta di un italiano nella finale dei 100 e poi primo oro con Jacobs, come è una novità assoluta quello della staffetta veloce 4x100. Prima volta dei cinque ori nell’atletica, la regina dei Giochi. E poi Tita-Banti, oro nella vela e prima coppia mista a salire sul gradino più alto (allenati dal palermitano Gabriele Bruni). Non ha vinto medaglie, ma il suo comunque è un record strepitoso: Federica Pellegrini ha conquistato la quinta finale consecutiva in un'Olimpiade nel 200 stile libero. Impareggiabile. Da urlo anche le due medaglie di Greg Paltrinieri, conquistate dopo lo stop imposto dalla mononucleosi.

L’età media degli ori è 26,3 anni, quindici mesi più di Rio ma in un’Olimpiade slittata di un anno, e comunque più bassa della media degli ultimi 25 anni. Sedici le regioni a medaglia contro le 15 del 2016. La Lombardia la più titolata con 16 podio, seguita dal Veneto a 7. Roma ha sei medaglie, Napoli 4. Un oro in Sicilia con il karateka di Avola Luigi Busà. Si ferma all'argento l'acese Daniele Garozzo nel fioretto, era campione uscente. Bronzo per Nino Pizzolato, di Salaparuta ma nato a Castelvetrano, nel sollevamento pesi. Bronzo anche per due catanesi componenti della squadra di spada: Rossella Fiamingo e Alberta Santuccio. È nato a Pavia da genitori palermitani l'argento della canoa Manfredi Rizza. Oltre a Bruni, un altro allenatore palermitano, Nello Maestri, ha visto salire sul podio la sua atleta Viviana Bottaro, bronzo nel karate. I due peraltro sono fidanzati e prossimi sposi.

Non sono mancati i risultati negativi. Niente medaglie dagli sport di squadra. Le fiorettiste azzurre nell'individuale non sono salite sul podio per la prima volta dopo 33 anni. La baby prodigio della rana Benedetta Pilato, sedicenne, squalificata dopo una gara lenta. Nella prova in linea maschile di ciclismo Nibali e compagni lontani dal podio. Piccole amarezze che non condizionano la valutazione generale di un'Italia mai vista prima ai Giochi olimpici.

Di seguito, le 40 medaglie vinte dall’Italia alle Olimpiadi di Tokyo 2020

I 10 ori: Vito Dell’Aquila (taekwondo, -58 kg), Valentina Rodini/Federica Cesarini (canottaggio, pesi leggeri), Gianmarco Tamberi (atletica, salto in alto), Marcell Jacobs (atletica 100 metri piani), Ruggero Tita/Caterina Banti (vela, classe Nacra 17), Simone Consonni, Filippo Ganna, Francesco Lamon, Jonathan Milan (ciclismo su pista, inseguimento a squadre), Massimo Stano (atletica, marcia 20 km), Antonella Palmisano (atletica, marcia 20 km), Luigi Busà (karate, kumite -75) Lorenzo Patta, Marcell Jacobs, Eseosa Desalu, Filippo Tortu (atletica, staffetta 4x100).

I 10 argenti: Luigi Samele (scherma, sciabola), Alessandro Miressi, Thomas Ceccon, Lorenzo Zazzeri e Manuel Frigo (nuoto, 4x100 stile libero), Diana Bacosi (tiro a volo, skeet), Daniele Garozzo (scherma, fioretto), Giorgia Bordignon (sollevamento pesi, 64 kg), Aldo Montano, Luca Curatoli, Enrico Berrè e Gigi Samele (sciabola a squadre), Gregorio Paltrinieri (nuoto, 800 stile libero), Mauro Nespoli (tiro con l’arco), Vanessa Ferrari (ginnastica artistica, corpo libero), Manfredi Rizza (canoa, K1).

I 20 bronzi: Elisa Longo Borghini (ciclismo su strada, prova in linea), Odette Giuffrida (judo, -52 kg), Mirko Zanni (sollevamento pesi, 67 kg), Nicolò Martinenghi (nuoto, 100 rana), Maria Centracchio (judo, -63 kg), Rossella Fiamingo, Federica Isola, Mara Navarria, Alberta Santuccio (scherma, spada a squadre), Federico Burdisso (nuoto, 200 farfalla), Matteo Castaldo, Marco Di Costanzo, Matteo Lodo e Giuseppe Vicino (canottaggio, 4 senza), Stefano Oppo e Pietro Willy Ruta (canottaggio, doppio pesi leggeri), Martina Batini, Erika Cipressa, Arianna Errigo e Alice Volpi (scherma, fioretto a squadre), Lucilla Boari (tiro con l’arco), Simona Quadarella (nuoto, 800 stile libero), Irma Testa (boxe, pesi piuma), Antonino Pizzolato (sollevamento pesi, -81 kg), Thomas Ceccon, Nicolò Martinenghi, Federico Burdisso e Alessandro Miressi (nuoto, 4100 misti), Gregorio Paltrinieri (nuoto, 10 km acque libere), Elia Viviani (ciclismo su pista, omnium), Viviana Bottaro (karate, kata), Abraham Conyedo (lotta libera, 97 kg), Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Martina Santandrea, Daniela Mogurean (ginnastica ritmica).

Nella foto-gallery le immagini salienti di Tokyo 2020.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X