Venerdì, 19 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo Kiev resiste, 18 mila fucili ai volontari. Putin all'esercito ucraino: prendete il potere. Biden a Zelensky: vi aiuteremo

Kiev resiste, 18 mila fucili ai volontari. Putin all'esercito ucraino: prendete il potere. Biden a Zelensky: vi aiuteremo

Kiev si prepara alla terza notte di assedio. E non sa cosa aspettarsi. Perché ora s’inizia a fare sul serio. Missili e contraerea sono capaci di creare pesanti danni e quando ragliano le sirene d’allarme, adesso, si corre davvero ai ripari nel minor tempo possibile. Eppure la capitale non è ancora caduta. Le forze ucraine stanno opponendo resistenza, forse più del previsto, e i tank di Putin non sono ancora apparsi al Maidan. Ma sono vicini. Circa 10-15 chilometri, stando al tam-tam. Dunque si tenta il tutto per tutto. Come i 18 mila fucili distribuiti alle milizie di volontari. Ecco la giornata  momento per momento.

22.53. Nuove esplosioni si registrano a Kiev, dove hanno iniziato a suonare le sirene. E’ quanto rende noto il giornalista Christopher Miller, che ha scritto su Twitter: "Allarme raid aereo a Kiev. E missili lanciati sulla capitale. Ho contato tre grandi attacchi negli ultimi cinque minuti. Fuori dalla mia finestra vedo il cielo illuminarsi. Un fragore di esplosioni che risuonano in tutta la città".

22.49.  Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è pronta a parlare di pace e di un possibile cessate il fuoco. Lo riferisce l’agenzia Reuters. Zelensky ha rifiutato un’offerta per incontrare Vladimir Putin a Minsk, in Bielorussia. Secondo l’agenzia Interfax, Kiev ha chiesto di rinviare il tema a domani.

22.22. Le truppe russe sono entrate nella città ucraina di Melitopol, senza incontrare alcuna resistenza. Lo ha riferito il ministero della Difesa russo.

22.11. Nella sua telefonata con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky dopo il vertice Nato, Joe Biden ha garantito che gli Usa «continueranno a fornire a Kiev sostegno economico, umanitario e di sicurezza e proseguiranno gli sforzi per riunire altri Paesi affinché forniscano un’analoga assistenza». Lo rende noto la Casa Bianca.

19.52. Sono state udite esplosioni a Kiev. Secondo il sindaco, Vitaliy Klitschko, ci sono state cinque esplosioni alla centrale elettrica di Troyeschina, alle porte della capitale, e le esplosioni sono «avvenute a intervalli di 3-5 minuti».

18.31.  "Siamo tutti qui, i nostri militari, i nostri concittadini, la società, siamo tutti qui per difendere la nostra indipendenza, il nostro Stato". Lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un video su Facebook in cui appare con i suoi collaboratori davanti al palazzo presidenziale, a Kiev.

15.49.  Putin chiede all’esercito ucraino di «prendere il potere» a Kiev e di rimuovere Zelensky.  Il presidente russo  ha spiegato il suo appello alle forze armate ucraine a prendere il potere dicendo che ciò favorirebbe le trattative con Mosca. “Sarà più facile per voi trovare un accordo con noi», ha detto il presidente, citato da Interfax, rivolgendosi all’esercito di Kiev.

15.01 Nella telefonata di oggi con Vladimir Putin, il presidente cinese Xi Jinping ha affermato di rispettare le «azioni della leadership russa» in Ucraina. Lo riferisce il Cremlino, citato dalla Tass, sottolineando che i due capi di Stato hanno assicurato di essere «pronti a una stretta cooperazione e un sostegno reciproco alle Nazioni Unite e negli altri fori» internazionali.

14.14 La delegazione dell’Ue a Kiev, a quanto si apprende da più fonti europee, sta valutando il suo spostamento in Moldavia con l’aggravarsi del conflitto in Ucraina. Il portavoce del Servizio di Azione Esterna dell’Ue, Peter Stano, questa mattina al briefing con la stampa ha spiegato che Bruxelles «sta valutando» cosa fare sulla base «dei rapidi sviluppi» della situazione a Kiev.

14.08 La Polonia chiuderà lo spazio aereo ai vettori russi. Lo annuncia il premier polacco, Mateusz Morawiecki, su facebook. «Ho ordinato - scrive - la preparazione di una risoluzione del Consiglio dei ministri che porterà alla chiusura dello spazio aereo sulla Polonia alle compagnie aeree russe», scrive il capo del governo polacco.

14.07 L’Onu è «seriamente preoccupata» per la situazione in Ucraina e sta ricevendo un crescente numero di segnalazioni di vittime civili: lo ha detto la portavoce dell’Alto Commissario Onu per i diritti umani, Ravina Shamdasani. Lo riporta la Cnn. L’azione militare russa «viola chiaramente il diritto internazionale, mette a rischio innumerevoli vite e deve essere immediatamente fermata», ha aggiunto. L’Alto Commissario ha sottolineato che «gli Stati che non prendono tutte le misure ragionevoli per risolvere le loro controversie internazionali con mezzi pacifici non rispettano il loro obbligo di proteggere il diritto alla vita».

14.02 Vladimir Putin «è pronto a inviare a Minsk una delegazione russa a livello di rappresentanti del Ministero della Difesa, del Ministero degli Affari Esteri e dell’amministrazione presidenziale per negoziati con una delegazione ucraina». Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, citato dall’agenzia Ria Novosti.

13.47 Il ministero della Difesa russo ha affermato che «200 nazionalisti ucraini» sono stati «distrutti», quindi verosimilmente uccisi, nell’operazione dei paracadutisti russi per conquistare l’aeroporto di Gostomel. Lo riferisce Interfax.

13.42 Violenti combattimenti sono in corso attorno e nella città portuale di Mariupol, nel Donbass. Lo denuncia il sindaco Vadym Boychenko: «Non stiamo combattendo solo per l’Ucraina ma per tutta l’Europa», ha aggiunto citato dai media locali. In mattinata si erano registrati vari tentativi di infiltrazione in città di reparti russi, ha aggiunto il sindaco, che parla di «carri armati russi che avanzano verso la città».

13.10 La Russia «è disposta a condurre negoziati ad alto livello con l’Ucraina»: è quanto ha detto il presidente russo Vladimir Putin nella telefonata avuta nel pomeriggio con l’omologo cinese Xi Jinping parlando della situazione in Ucraina. Putin ha affermato «che Usa e Nato hanno a lungo ignorato le ragionevoli preoccupazioni della Russia in materia di sicurezza, ripetutamente rinnegato i loro impegni e continuato a far avanzare il dispiegamento militare verso est».

12.57 «L'obiettivo di Putin? Chiedetelo a lui. Non lo ha mai dichiarato. Dice che vuole prevenire un genocidio, che è totalmente senza senso perché lui ne sta commettendo uno o è in procinto di farlo. Dice di voler liberare l’Ucraina dal nazismo e si sta comportando come un nazista». Lo sottolinea Peter Stano, portavoce capo per gli affari esteri dell’Esecutivo Ue, rispondendo ad una domanda nel corso del briefing quotidiano.

12.02 Almeno 25 civili sono stati uccisi e altri 102 sono rimasti feriti in Ucraina in seguito a «bombardamenti e raid aerei»: lo ha reso noto una portavoce dell’ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite precisando che dall’inizio dell’invasione si registrano almeno 127 vittime civili. Lo riporta la Bbc. Da parte sua, la notte scorsa il presidente ucraino Volodymyr Zelensky aveva reso noto che 137 soldati ucraini sono stati uccisi dall’inizio dell’invasione russa e 316 sono rimasti feriti.

12.01 «L'Ucraina si aspetta un attacco dei tank russi a Kiev oggi, che potrebbe essere il giorno più difficile della guerra»: lo ha detto un consigliere del ministro dell’Interno ucraino, Anton Herashchenko, citato dai media ucraini. Ha aggiunto che i difensori di Kiev «sono pronti con missili anticarro forniti da alleati stranieri».

11.51 «Non c'è la possibilità di riconoscere l’attuale governo come democratico». Lo afferma in conferenza stampa il ministro degli Esteri russo, Serghiei Lavrov, citato dall’Interfax.

11.45 L’Ue sta lavorando a un terzo pacchetto di sanzioni contro Mosca. Lo annuncia in un tweet il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel.

11.33 La Russia continua a riconoscere Volodymyr Zelensky come legittimo presidente dell’Ucraina. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, citato dall’agenzia Interfax, rispondendo alla domanda di un giornalista: «Sì, certo, Volodimir Zelensky è il presidente dell’Ucraina, sì», ha detto Peskov.

11.05 L’esercito russo smentisce di avere condotto attacchi missilistici a Kiev la scorsa notte.È quanto riferito da fonti del ministero della Difesa russo, citate dalla Tass e dall’Interfax, in replica alle accuse del premier ucraino Volodymyr Zelensky.

11.00 La British Airways annuncia lo stop al sorvolo dei cieli della Russia da parte di tutti i suoi aerei. La decisione arriva dopo il divieto di atterraggio in Russia disposto da Mosca nei confronti di tutti i vettori britannici, in risposta al bando nel Regno Unito di Aeroflot e altre compagnie russe inserito ieri fra le nuove sanzioni ordinate dal governo di Boris Johnson come rappresaglia all’attacco russo in Ucraina.

10.32 Combattimenti sono in corso in un quartiere settentrionale di Kiev, Oblonsky: lo ha constatato un giornalista della Afp, mentre secondo alcuni media internazionali spari sono stati uditi nella zona degli edifici governativi. Secondo alcune testimonianze i carri armati dell’unità Z dell’esercito russo, senza insegne, starebbero avanzando in centro città, dove si susseguono esplosioni.

10.01 L’esercito russo ha distrutto 14 sistemi antimissilistici e abbattuto cinque aerei, cinque droni e un elicottero durante un’operazione militare speciale in Ucraina. Lo ha annunciato alla Tass il portavoce del ministero della Difesa russo, Igor Konashenkov.

9.55 L’Unione europea vuole tagliare tutti i collegamenti tra la Russia e il sistema finanziario globale: lo ha detto il ministro dell’economia francese, Bruno Le Maire, all’inizio di una riunione dei ministri delle Finanze europei.

9.53 La Russia ha chiuso il suo spazio aereo a tutti gli aerei britannici, o legati al Regno Unito. Lo ha annunciato l’autorità russa per l’aviazione.

9.24 il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un tweet scrive di avere parlato con Boris Johnson e di averlo aggiornato sull'andamento della difesa dell’Ucraina e sugli insidiosi attacchi a Kiev da parte dei russi. «Oggi l’Ucraina - scrive ancora Zelensky - ha più che mai bisogno del supporto dei partner. Chiediamo una reazione efficace alla Federazione Russa. Le sanzioni devono essere ulteriormente rafforzate».

8.24 Combattimenti sono in corso a nord di Kiev. Lo annuncia l’esercito ucraino.

7.32 Le forze ucraine «fanno tutto il possibile» per difendere il Paese: lo ha detto oggi il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, elogiando la popolazione per l’«eroismo» che ha dimostrato finora di fronte all’avanzata russa.

6.57 Le sirene di avvertimento hanno risuonato nuovamente a Kiev intorno alle 7.30 (le 6.30 in Italia), mentre le autorità locali hanno esortato i residenti a nascondersi nei rifugi antiaerei. Lo riporta il Kyiv Independent.

6.00 Le forze russe hanno iniziato alle 6.10 (le 5.10 ora italiana) a bombardare l’aeroporto di Velyka Omelyana, a 4 chilometri da Rivne, cittadina del nordovest dell’Ucraina a circa 300 chilometri da Kiev e 160 dal confine con la Polonia. Lo ha riferito il capo dell’Aeronautica militare nello scalo. Alcuni residenti testimoniano di violente esplosioni. L'attacco è confermato anche dalle autorità locali. Secondo i militari, c'è stata un’esplosione che ha distrutto la pista di riserva. Nessuno è rimasto ferito, hanno aggiunto.

5.53 Il ministro degli Esteri ucraino Kiev Kuleba ha denunciato «orribili» attacchi con missili dei russi su Kiev.

5.20 Le forze russe «hanno già perso circa 800 uomini», secondo il ministero della Difesa ucraino. «Le perdite includono anche sette aerei, sei elicotteri, 130 veicoli corazzati da combattimento e oltre 30 carri armati», ha aggiunto, citato dal Kyiv Independent.

5.07 Mezzi meccanizzati russi entrati in Ucraina attraverso la Bielorussia sono a circa 32 km da Kiev: lo hanno riferito dirigenti della Casa Bianca in un briefing di alcune ore fa ai parlamentari americani, secondo quanto riporta la Cnn. Altri mezzi, secondo le stesse fonti, sono entrate in Ucraina dalla Russia ma sono un po’ più lontani dalla capitale ucraina, anche se l’obiettivo comune è accerchiare Kiev e ribaltare il governo del Paese.

4.53 Un pesante attacco aereo con missili e armi pesanti ha colpito nella notte la capitale ucraina Kiev, ma «la difesa aerea della città ha respinto con successo l'assalto». Lo riferiscono i media locali precisando che i frammenti di un aereo russo, presumibilmente un drone, e una serie di missili sono stati intercettati e sono caduti su due edifici residenziali. Gli edifici, situati nella parte orientale della città sono andati a fuoco e tre persone sono rimaste ferite, una delle quali versa in condizioni critiche, ha detto il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko.

3.30 «Può essere utile lasciare aperta la strada del dialogo» con Putin. Lo dice il presidente della Francia Emmanuel Macron.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X