Giovedì, 27 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Sanremo

Home Sanremo Sanremo 2020, è Fiorello show: la classifica dei Big dopo la seconda serata, Gabbani vola
IL FESTIVAL

Sanremo 2020, è Fiorello show: la classifica dei Big dopo la seconda serata, Gabbani vola

Sanremo 2020, Amadeus, Fiorello, Francesco Gabbani, Sicilia, Sanremo
Fiorello, Novak Djokovic e Amadeus sul palco dell'Ariston

La seconda serata del festival di Sanremo 2020 è un vero e proprio Fiorello show. Fa tutto: balla, canta, gioca a tennis, fa il quinto dei Ricchi e Poveri. Ma non solo: colpisce all'avvio della trasmissione quando entra in scena dalla scala vestito da Maria De Filippi.

Più rilassato anche Amadeus, forte di un debutto da oltre 10 milioni di spettatori con uno share del 52.2%, il più alto dal 2005. Sul fronte canzoni è la serata di Francesco Gabbani, che non solo domina la classifica della seconda serata, ma al termine delle esibizioni di tutti e 24 gli artisti, 12 martedì e 12 mercoledì, è in vetta alla graduatoria secondo la votazione della giuria demoscopica.

LO SPETTACOLO. Il refrain di C'è posta per te in sottofondo, Fiore apre lo show scendendo dalla scala, tacchi, parrucca bionda, abitino bon ton nero, l'immancabile caramella in bocca: deve onorare la promessa fatta ieri sera in caso di successo di ascolti del festival. "Il problema è una parola sola: Techetechetè, questa cosa rimarrà per sempre, ma io ho una famiglia a casa", ironizza "Sembro Boris Johnson piastrato". Ma la sorpresa è la telefonata di 'queen Mary': la signora della tv si presta alla 'carrambata', fa i complimenti ad Amadeus e si lascia doppiare dallo stesso showman per il classico 'Benvenuti alla 70/a edizione del festival di Sanremo'.

Fiorello trasforma l'Ariston in discoteca con Stayin' Alive, in campo da tennis per un breve scambio con Nole Djokovic ("Solo questa racchetta fa il 40%, ride prima di coinvolgere l'amico sulle note di Terra promessa di Eros Ramazzotti) e poi canta La classica canzone di Sanremo, "canzone qualunquista, senza polemica sessista, vagamente ambientalista... da qui all'eternità, e adesso andiamo a stravincere Sanremo".

La prima standing ovation della serata è per Fabrizio Frizzi, che proprio il 5 febbraio avrebbe compiuto 62 anni: "Sono convinto che se Fabrizio ci fosse stato ancora, questo 70/o festival lo avrebbe presentato lui", dice commosso Amadeus mentre arriva sul palco la moglie del conduttore scomparso, Carlotta Mantovan. Tutti in piedi anche per Massimo Ranieri e Tiziano Ferro, che duettano e si emozionano sulle note di Perdere l'amore, e tutti a ballare sul medley dei Ricchi e Poveri, tornati eccezionalmente nell'originaria formazione a quattro: un tuffo negli anni '70-'80 con La prima cosa bella, Che sarà, Se mi innamoro, Mamma Maria, Sarà perché ti amo.

Superospiti della serata anche Zucchero - che travolge il teatro con i rimi da black music tra Spirito nel buio, La canzone che se ne va e Consapevole libidine - e Gigi D'Alessio. Il pugno nello stomaco nella seconda serata è la storia del guerriero Paolo Palumbo, 22enne malato di Sla, che propone il brano 'Io sto con Paolo' presentato alle selezioni di Sanremo Giovani, e con una voce elettronica racconta la sua lotta contro la malattia, l'importanza di non arrendersi, lo straordinario rapporto con il fratello Rosario, invitando tutti a "continuare dritti per la propria strada", perché non esistono sogni irrealizzabili.

Nel ruolo di signore del festival, le giornaliste del Tg1 Laura Chimenti a Emma D'Aquino, elegantissime negli abiti bianco/nero e argento e finalmente "visibili tutte intere", e Sabrina Salerno che - a parte un piccolo 'incidente' con un tacco sulla scala - si sente ancora una 'sexy girl' come 35 anni fa quando conobbe Amadeus. E sicuramente lascia esplodere la sua sensualità Elettra Lamborghini, che accenna il twerking con la sua Musica (e il resto scompare), scatenando i social. Gli ospiti si prendono la scena e la gara dei big procede a rilento.
Ecco il 'Gigante' Piero Pelù, Enrico Nigiotti con Baciamo adesso, Levante con Tikibombom, i Pinguini Tattici Nucleari che si scatenano con Ringo Starr, una convincente Tosca con Ho amato tutto. E ancora Francesco Gabbani (Viceversa), Paolo Jannacci (Voglio parlarti adesso), Rancore (Eden). A chiudere la gara, Junior Cally (No grazie), Giordana Angi (Come mia madre), Michele Zarrillo (Nell'estasi e nel fango). Tra i Giovani passano in semifinale Fasma e Marco Sentieri.

LA CLASSIFICA DELLA SERATA. In base al voto della giuria demoscopica, composta da 300 persone, la classifica della seconda serata vede davanti a tutti Francesco Gabbani, a seguire Piero Pelù, Pinguini Tattici Nucleari, Tosca, Michele Zarrillo, Levante, Giordana Angi, Paolo Jannacci, Enrico Nigiotti, Elettra Lamborghini, Rancore, Junior Cally.

LA CLASSIFICA GENERALE. Al termine delle esibizioni di tutti e 24 gli artisti, ecco la prima classifica generale dei Big in gara al festival di Sanremo, secondo la votazione della giuria demoscopica. Al primo posto Francesco Gabbani, poi a seguire: Le Vibrazioni, Piero Pelù, Pinguini Tattici Nucleari, Elodie, Diodato, Irene Grandi, Tosca, Michele Zarrillo, Levante, Marco Masini, Alberto Urso, Giordana Angi, Raphael Gualazzi, Anastasio, Paolo Jannacci, Achille Lauro, Enrico Nigiotti, Rita Pavone, Riki, Elettra Lamborghini, Rancore, Bugo e Morgan, Junior Cally.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X