Mercoledì, 19 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Astrazeneca e il lotto sospeso dopo i morti in Sicilia, Bassetti: quel vaccino è sicuro
L'INTERVISTA

Astrazeneca e il lotto sospeso dopo i morti in Sicilia, Bassetti: quel vaccino è sicuro

astrazeneca, coronavirus, vaccino, Matteo Bassetti, Sicilia, Cronaca
L'infettivologo Matteo Bassetti

"Solo di una terribile causalità: l’AstraZeneca era e resta un vaccino sicuro". Sulla vicenda delle morti sospette in Sicilia di tre uomini deceduti successivamente alla somministrazione del vaccinoMatteo Bassetti, direttore della clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, invita innanzitutto alla "massima calma, altrimenti facciamo il gioco dei no vax, che hanno già emesso la loro sentenza di condanna, con il rischio di creare panico tra la popolazione che ha già effettuato la prima dose o ha prenotato l’inoculazione. C’è da augurarsi, adesso, che non ci siano disdette, altrimenti nella lotta al Covid-19 continueremo a perdere terreno".

Andrea D’Orazio, sul Giornale di Sicilia oggi in edicola, ha intervista il medico, diventato in questi mesi anche volto noto della televisione: se non c’è nulla da temere, per quale motivo dalla profilassi con AstraZeneca sono stati esclusi i soggetti fragili? "È una scelta tutta italiana, molto conservativa, visto che in altri Paesi, a cominciare dal Regno Unito, non è stata fatta alcuna differenziazione".

Ma se AstraZeneca è così sicura, al netto dei lotti vietati in Italia e in Austria, perché Danimarca, Norvegia e Islanda hanno bloccato le somministrazioni?

«Più che su questi Paesi, mi concentrerei sul Regno Unito, dove con AstraZeneca sono state già vaccinate quasi 10 milioni di persone, di cui solo 194 hanno avuto reazioni allergiche: una percentuale infinitesimale, senza alcun decesso. Il risultato? La Gran Bretagna, che un mese fa registrava numeri drammatici e ha cominciato molto prima le somministrazioni dell’antidoto avvicinandosi sempre di più alla vaccinazione di massa, conta ormai 50 vittime Covid al giorno, otto volte meno di quelle che segniamo quotidianamente in Italia».

Quali sono gli effetti collaterali più comuni del vaccino di Oxford?

«Si tratta di un farmaco nuovo, che a differenza degli altri funziona con un vettore virale, ma gli eventuali effetti sono identici a quelli provocati da Moderna e Pfizer e in generale da tutti gli altri vaccini: un po’ di febbre e dolori articolari, che in genere spariscono entro le 48 ore. Tutto qui».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X