Mercoledì, 18 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Sanremo

Home Foto Sanremo Da Baudo ad Amadeus, il ritorno di Sabrina Ferilli a Sanremo: chi è la co-conduttrice del Festival

Da Baudo ad Amadeus, il ritorno di Sabrina Ferilli a Sanremo: chi è la co-conduttrice del Festival

Per Sabrina Ferilli, scelta da Amadeus, conduttore e direttore artistico del prossimo Festival di Sanremo, tra le cinque co-conduttrici dell'edizione numero 72 delle kermesse canora, si tratta di un ritorno sul palco dell'Ariston. L'attrice romana, splendida 58enne, ha infatti già condotto il Festival nel 1996 insieme a Pippo Baudo e Valeria Mazza. L'edizione fu vinta da Ron e Tosca con il brano "Vorrei incontrarti fra cent'anniper la categoria Campioni e da Syria con il brano "Non ci sto" per la categoria Nuove proposte.

L'inizio della carriera con piccoli ruoli in film

Sabrina è cresciuta a Fiano Romano, in provincia di Roma. Dopo aver tentato senza successo di entrare al Centro sperimentale di cinematografia di Roma, iniziò la carriera di attrice cinematografica in parti secondarie, come in Caramelle da uno sconosciuto di Franco Ferrini, e piccoli ruoli in film di secondo piano alla fine degli anni ottanta.  Nel 1989 doppiò Francesca Dellera nella miniserie TV La bugiarda. Nel 1990 Alessandro D'Alatri la volle nel film Americano rosso con il quale l'attrice iniziò a farsi notare in un piccolo ruolo. Nel 1993 recitò nella commedia Anche i commercialisti hanno un'anima (al fianco di Enrico Montesano e Renato Pozzetto), ne Il giudice ragazzino (insieme a Giulio Scarpati) e soprattutto in Diario di un vizio di Marco Ferreri, mentre l'anno successivo raggiunse la notorietà con La bella vita di Paolo Virzì, con cui ottenne il Nastro d'argento alla miglior attrice protagonista. Durante gli anni successivi prende parte al film Vite strozzate di Ricky Tognazzi e continua a comparire in buone commedie, come Ferie d'agosto sempre di Virzì e Ritorno a casa Gori di Alessandro Benvenuti. Due anni dopo, ottiene ruoli da coprotagonista nel film drammatico Tu ridi dei Fratelli Taviani e nella commedia Il signor Quindicipalle di Francesco Nuti.

I lavori a teatro e nel mondo delle fiction

Successivamente ha lavorato anche in teatro (con alcune riedizioni di commedie di Garinei e Giovannini, tra cui il Rugantino) e si lascia tentare sempre più dalla televisione partecipando a numerose fiction. Nel 2000 ha posato per il calendario sexy del mensile Max, che ha realizzato oltre 1 milione di copie vendute. Nel 2003 è la protagonista nel film L'acqua... il fuoco di Luciano Emmer che viene mostrato al Festival del cinema di Venezia, l'interpretazione è accolta in modo controverso. In seguito prende parte ad alcuni cinepanettoni come Christmas in loveNatale a New YorkNatale a Beverly Hills e Vacanze di Natale a Cortina che ha difeso con forza: «Come li chiamano? Cinepanettoni? Bene, allora sono felice di esservi associata perché amo panettoni, torroni e pandoro». Nel 2008 recita in Tutta la vita davanti di Paolo Virzì, vincendo ancora una volta il Nastro d'argento.

Giudice nel talent "Amici" di Maria De Filippi

Nel 2013 viene scelta come giudice fissa alla dodicesima edizione del programma Amici di Maria De Filippi, e riproposta per la tredicesima edizione. Nello stesso anno è protagonista, con la regia di Eros Puglielli, della serie TV Baciamo le mani - Palermo New York 1958 su Canale 5, e viene scelta come madrina d'apertura del Roma Film Festival. Sempre nel 2013 è una delle protagoniste del film La grande bellezza di Paolo Sorrentino, che il 2 marzo 2014 vince il premio Oscar come miglior film straniero. Nel dicembre 2014 debutta sul nuovo canale Agon Channel alla conduzione, con il talk Contratto insieme a Luca Zanforlin. L'11 aprile 2015 viene confermata giurata fissa nella quattordicesima edizione di Amici di Maria De Filippi, insieme a Francesco Renga e Loredana Bertè. Nel 2015 è protagonista assieme a Margherita Buy di Io e lei di Maria Sole Tognazzi, in cui le due attrici interpretano la parte di una coppia omosessuale liberamente ispirata a Il vizietto di Édouard Molinaro. Per questa interpretazione vince il Ciak d'oro alla migliore attrice protagonista, venendo candidata al David di Donatello e al Nastro d'argento nella medesima categoria. Nel 2016 è di nuovo nella giuria della quindicesima edizione di Amici di Maria De Filippi, insieme ad Anna Oxa e Loredana Bertè. Nel corso della sua carriera, ha vinto cinque Nastri d'argento (di cui uno speciale, per l'impegno civile con la sua interpretazione in Io e lei), un Globo d'oro, quattro Ciak d'oro e numerosi altri premi e riconoscimenti; inoltre, ha ottenuto quattro candidature ai David di Donatello.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X