Mercoledì, 27 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Sanremo

Home Sanremo Carlo Conti ricorda le nuove vittime di Lampedusa
DOPO IL NAUFRAGIO

Carlo Conti ricorda le nuove vittime di Lampedusa

SANREMO. «Non doveva più succedere e invece è successo ancora»: Carlo Conti ha parlato di Lampedusa, durante la seconda serata del Festival di Sanremo, raccogliendo l'appello di Tareke Brhane, eritreo, naufrago, ora mediatore culturale, primo firmatario del Comitato 3 ottobre a cui hanno aderito in tanti, dal sindaco del Comune di Lampedusa Giusi Nicolini a Terres des Hommes Italia, da Save the Children ad Medici senza Frontiere. Conti ha così aderito alla causa per l'istituzione della Giornata della Memoria e dell'Accoglienza, da celebrare il 3 ottobre di ogni anno.

Era stata lanciata una petizione su change.org all'indomani di quella terribile strage di migranti, 368, nel 2013 in quelle stesse acque in cui si è consumata l'ultima, ancora senza un dato definitivo di morti, sembra oltre 300. La petizione era stata indirizzata all'allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è per istituire una giornata di memoria.

E un po' di Sicilia sul palco dell'Ariston si è vista nel ricordo che il corridore siculo Vincenzo Nibali, vincitore dell'ultimo Tour de France, ha fatto di Falcone e Borsellino.

«La mia canzone di Sanremo - dice Nibali rispondendo al conduttore Carlo Conti - è 'Pensa' di Fabrizio Moro, è dedicata anche a due persone importanti come Falcone e Borsellino che ogni giorno noi tutti ricordiamo».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

I più letti
Oggi
  • Oggi
  • Settimana
  • Mese
X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X