Domenica, 02 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Cartelle esattoriali, anche Salvini e Meloni chiedono un'altra proroga

Cartelle esattoriali, anche Salvini e Meloni chiedono un'altra proroga

rottamazione ter, Antonio Tajani, Giorgia Meloni, Matteo Salvini, Sicilia, Politica
Da sinistra Antonio Tajani, Matteo Salvini e Giorgia Meloni

Anche Matteo Salvini e Giorgia Meloni chiedono unì’ulteriore proroga al pagamento della rottamazione ter delle cartelle esattoriali.

«È necessario rinviare i tempi di pagamento delle nuove cartelle esattoriali, prorogare al 2022 la rottamazione ter e il saldo e stralcio scaduti ieri, aprire una nuova rottamazione quater per gli anni 2018 e 2019. Solo così sarà possibile garantire la ripresa del Paese e dare un aiuto concreto a famiglie e imprese», dice il leader della Lega.

«Ieri - afferma invece il presidente di Fratelli d’Italia - è scaduto il termine per il pagamento delle cartelle esattoriali relative alla rottamazione ter e al saldo e stralcio. Migliaia di partite Iva, imprese e famiglie che stentano a ripartire, costrette a pagare tutte insieme le rate sospese di 2 anni in cui hanno potuto lavorare poco e male. Perché il governo volta le spalle quando l’emergenza riguarda famiglie e imprese massacrate da chiusure, restrizioni e da una pessima gestione della pandemia? Per queste categorie lo stato di emergenza non deve esistere».

E il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, ribadisce: «Lo stato di emergenza non è solo sanitario ma anche economico. Per questo bisogna intervenire in maniera selettiva sulle cartelle esattoriali che incombono sugli italiani. Bisogna aiutare tutti coloro che in questo momento non sono in grado di pagare i loro debiti con il fisco».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X