Lunedì, 17 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Coppa Italia: poker Juve contro la Spal, ora in semifinale c'è l'Inter di Conte
4-0

Coppa Italia: poker Juve contro la Spal, ora in semifinale c'è l'Inter di Conte

coppa italia, Juventus, Sicilia, Calcio
Kulusevsky e Chiesa autori di due dei quattro gol della vittoria della Juve contro la Spal

La Juventus raggiunge le semifinali di coppa Italia senza affanni: due gol per tempo contro la Spal, con Morata (su rigore) e Frabotta a segno nei primi 45' e la coppia Kulusevski-Chiesa nella ripresa per il 4-0 finale. Ora la doppia sfida contro l’Inter, con l’andata a San Siro in programma già mercoledì prossimo. Pirlo prosegue con l’esperimento di Kulusevski alle spalle della punta, che per l’occasione è Morata mentre Ronaldo gode di un turno di riposo e non è nemmeno in panchina, e poi lancia dal primo minuto il 2001 Fagioli, mentre Bernardeschi e Ramsey agiscono sugli esterni.

Buffon, alla vigilia dei suoi 43 anni, torna titolare dopo l’apparizione contro il Genoa e sul braccio indossa la fascia di capitano. Pur essendo al nono confronto con la Juve, Marino fa il suo esordio allo Stadium: anche il tecnico della Spal opta per un turnover massiccio e schiera Floccari come unica punta supportato da Brignola e Seck nel 3-4-2-1. La differenza di categoria si vede fin da subito, i bianconeri passano su rigore al 16': l’arbitro Pezzuto è salvato dal Var dopo una svista clamorosa, invertendo la decisione del contatto Vicari-Rabiot e passando dal cartellino giallo per simulazione al francese alla concessione del penalty, e Morata spiazza Berisha dagli undici metri.

Gli emiliani ci provano con un paio di ripartenze ma le conclusioni di Floccari non mettono paura a Buffon, poco dopo la mezz'ora la Juve ipoteca già la qualificazione. Fa tutto Kulusevski, ubriacando di finte Ranieri e servendo Frabotta, che da fuori area fa esplodere il sinistro vincente per il suo primo gol tra i grandi. L’unica nota negativa del primo tempo è l’infortunio di Bernardeschi, dolorante alla caviglia sinistra e costretto durante l’intervallo a lasciare il posto al '99 Di Pardo. Nella ripresa i ritmi calano vistosamente, per la Juve è quasi una partita di allenamento e Pirlo concede 20 minuti ad Alex Sandro, al rientro dopo il Coronavirus.

I bianconeri gestiscono il risultato, Kulusevski e Chiesa firmano il poker che proietta la Juve al penultimo atto della competizione. Mercoledì prossimo ci sarà l’andata del derby d’Italia: si comincia con la sfida a San Siro, mentre il 10 febbraio si giocherà il ritorno allo Stadium. Per arrivare alla finalissima di maggio a Roma, Pirlo dovrà superare Conte e riscattare la sconfitta in campionato di dieci giorni fa. ANSA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X