VINO

Tasca d'Almerita presidente del Comitato Grandi Cru d'Italia

cru, tasca d'almerita, Vino, lucio tasca d'almerita, paolo panerai, Piero Antinori, Sicilia, Mangiare e bere

PALERMO. Lucio Tasca d'Almerita, alla guida dell'azienda siciliana che porta il nome di famiglia, è stato eletto nuovo presidente del Comitato Grandi Cru d'Italia dal Consiglio Direttivo su proposta del Vicepresidente esecutivo Paolo Panerai. È il quarto presidente del Comitato dopo Piero Antinori, Vittorio Frescobaldi e Carlo Guerrieri Gonzaga, dimessosi prima della conclusione del mandato per esigenze personali.

Il Comitato Grandi Cru d'Italia è nato nel 2005 per valorizzare e promuovere il prestigio delle aziende vitivinicole che da almeno 20 anni producono grandi vini riconosciuti tali dalla critica internazionale e dai mercati. Inizialmente 12 soci fondatori, oggi racchiude 101 piccole e grandi aziende selezionate in tutta Italia, dalla Valle d'Aosta alla Sicilia, che rappresentano una buona capacità di esprimere i propri Territori, valori culturali e produttivi. «È un onore presiedere una associazione così importante che oltre alla qualità dei vini ha anche l'obiettivo di tutelare i paesaggi di cui si circonda - dice Lucio Tasca d'Almerita - La promozione che Grandi Cru opera nei mercati esteri fa da traino e promuove nello stesso tempo tutta la viticoltura italiana».

Lucio Tasca d'Almerita nasce a Palermo il 9 gennaio 1940. Ha quattro figli Giuseppe, Franca, Alberto, Alessandra. Laureato in economia e commercio è stato anche fondatore di Assovini, l'Associazione di Produttori vitivinicoli Siciliani, di cui è stato presidente per sei anni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati