Giovedì, 18 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo La minaccia di Putin: «In Ucraina non abbiamo ancora iniziato a fare le cose sul serio»

La minaccia di Putin: «In Ucraina non abbiamo ancora iniziato a fare le cose sul serio»

La guerra in Ucraina: gli avvenimenti di oggi

22.56 Sono «illesi» i soldati ucraini che la notte scorsa hanno installato diverse bandiere ucraine sull’isola dei Serpenti, riconquistata da Kiev nei giorni scorsi. Lo riferisce il servizio stampa delle Forze operative speciali, come riportano i media ucraini, smentendo quanto affermato da Mosca. I nuotatori ucraini da combattimento del 73° Marine Center delle forze speciali si sono avvicinati all’isola su veicoli subacquei. Con l’aiuto di attrezzature speciali, hanno rilevato la zona costiera per la presenza di mine antisommergibile e anti-sbarco. «Mentre i nostri soldati stavano svolgendo i loro compiti, le navi russe hanno iniziato a manovrare in direzione dell’isola. Dopo aver completato il compito, il gruppo combinato ha lasciato l’isola. Successivamente, i russi hanno lanciato un attacco missilistico colpendo il molo. Il gruppo di soldati ucraini è tornato illeso nella sua interezza alla base» dopo aver registrato e raccolto dati sull’equipaggiamento russo, sulle armi e sui materiali russi e infine installato bandiere ucraine in diverse parti dell’isola.

21.47 Papa Francesco può venire in Ucraina in qualsiasi giorno, perché sarà un momento di forte ispirazione e sostegno e gli permetterà di comprendere meglio le cause della guerra. Lo ha affermato il ministro degli Affari esteri ucraino, Dmitro Kuleba, come riferisce Ukrinform. «Aspettiamo molto il Papa e ricordiamo - ha affermato il ministro degli esteri ucraino - ai nostri colleghi in Vaticano che l’invito resta aperto. Può venire ogni giorno. Siamo anche pronti a prepararci per la sua visita: questa visita è così importante per noi ucraini». Parlando dell’importanza della visita del pontefice in Ucraina, Kuleba ha osservato che ci sono milioni di credenti sul territorio ucraino, e la visita sarebbe un forte momento di ispirazione e sostegno per gli ucraini che portano il peso e le sofferenze della guerra sulle loro spalle. «In secondo luogo, il Papa mantiene un grande ruolo di pacificatore nella politica internazionale, e penso che capirebbe meglio le ragioni di questa guerra, vedendo con i suoi occhi la sofferenza. Ciò consentirebbe di trovare ulteriori modi per coinvolgerlo nella fine di questa guerra o nella risoluzione di alcune questioni umanitarie create da questa guerra», ha affermato il ministro.

20.30 La guerra in Ucraina è appena cominciata, perché «non abbiamo ancora iniziato a fare le cose sul serio». Dopo quattro mesi e mezzo dall’inizio dell’invasione, e nel pieno dell’offensiva sul Donbass, Vladimir Putin chiarisce ancora una volta che è deciso ad andare fino in fondo. E lancia una nuova sfida all’Occidente, che fornisce armi e sostegno economico a Kiev: «Se vogliono sconfiggerci sul campo, ci provino». Dopo la conquista del Lugansk e l’inizio dell’assalto al Donetsk, Putin si è rivolto ai leader del Duma per inviare un messaggio di forza e fiducia sugli sviluppi della sua «operazione speciale», al termine di un’ennesima giornata di bombe su tutto il Paese. I missili russi hanno colpito l’Isola dei Serpenti, simbolo della resistenza ucraina, non appena Kiev ne ha rivendicato la riconquista. Secondo il ministero della Difesa di Mosca, un attacco di «precisione» ha provocato la morte di alcuni soldati che stavano piantando la bandiera gialla e blu. I difensori hanno confermato che il molo è stato «danneggiato in modo significativo».

19.16 Sale a 3 morti e a 5 feriti il bilancio dell’attacco russo a Kharkiv. Lo afferma Oleg Sinegubo, capo della regione di Kharkiv, citato dalla Ukrainska Pravda.

18.17 I russi hanno bombardato nel pomeriggio uno dei distretti di Kharkiv: secondo i dati preliminari, almeno tre persone sarebbero rimaste ferite. Lo afferma Oleg Sinegubov , capo della regione di Kharkiv, come riportano i media ucraini. «Chiediamo ai residenti di Kharkiv di essere il più attenti possibile, di non sostare per le strade della città senza un’urgenza. Dopotutto, il nemico colpisce insidiosamente, colpendo aree residenziali e infrastrutture civili», sostiene Sinegubov.

16.52  L’Ucraina conta sul sostegno del Congresso degli Stati Uniti in termini di fornitura di moderni sistemi di difesa aerea. Lo ha dichiarato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky su Facebook, riporta Ukrinform. «Sono lieto di incontrare i senatori degli Stati Uniti, Lindsey Graham e Richard Blumenthal. Per noi è molto importante il sostegno dei due rami» del parlamento Usa e «dei due partiti. Ora l’obiettivo primario è garantire che le donne con bambini possano tornare a casa e che gli studenti possano andare a scuola e/o all’università entro il 1 settembre 2022 - ha scritto il leader ucraino -. Contiamo sul sostegno del Congresso in termini di fornitura di moderni sistemi di difesa aerea . Dobbiamo garantire un certo livello di sicurezza dei cieli in modo che la nostra gente non abbia paura di vivere in Ucraina». Il 7 luglio 2022, i senatori statunitensi, Lindsey Graham e Richard Blumenthal, avevano fatto visita a Bucha, nella regione di Kiev.

16.09  La siccità fa tagliare le previsioni sul raccolto di cereali Ue, che l’anno prossimo dovrebbe essere inferiore di oltre il 2% rispetto a quello di quest’anno. Le conseguenze della guerra in Ucraina continuano a gonfiare l’inflazione dei prezzi dal produttore al consumatore già iniziata nel post-pandemia, e peste suina africana e aviaria cominciano a presentare il conto dei danni, con cali di produzione pronunciati previsti soprattutto in Italia e Ungheria. Domina l’incertezza su quanto accadrà da qui a pochi mesi nell’analisi delle prospettive economiche dei mercati agricoli a breve termine pubblicata dalla Commissione europea, come ogni estate. Segnali positivi per la produzione vengono dall’olio di oliva, dai semi di girasole, dalla soia e dalle altre proteine vegetali, come risultato del via libera Ue all’utilizzo dei terreni agricoli a riposo. In lieve flessione le stime sulla produzione di vino (-3%), in calo più pronunciato il pomodoro da industria (-14%) soprattutto per la siccità in Spagna e Italia del Nord, mentre tornano ad aumentare i consumi di pesche e nettarine. Si registrano prezzi record per i prodotti lattiero-caseari, si nota nella relazione, ma i margini degli allevatori restano bassi a causa dell’aumento di mangimi ed energia.

15.28 Secondo l’esercito ucraino, un missile russo ha colpito una nave cisterna che trasportava 500 tonnellate di gasolio, già alla deriva nel Mar Nero: la Millenial Spirit, battente bandiera moldava, era già stata colpita da un missile qualche giorno dopo l’invasione, ora è una «bomba a orologeria ambientale», ha detto il comando operativo Sud ucraino. Lo riporta il Guardian.
Da quando il cargo è stato colpito una prima volta, sta andando alla deriva senza equipaggio e con i resti del carburante diesel a bordo, ha detto l’esercito ucraino aggiungendo che «probabilmente il resto del carico» a bordo della Millenial Spirit sta «bruciando».

15.05  «A Kreminna, nel Lugansk, i soldati russi sparano per strada ai residenti con opinioni filo-ucraine». Lo afferma il capo militare regionale Sergiy Gaidai su Fb, citato da Ukrinform. «Tutti sanno che i russi perseguitano i residenti locali con opinioni filo-ucraine o coloro che si rifiutano di collaborare con gli occupanti. A Kreminna il terrore ha raggiunto un livello tale che le persone vengono uccise nelle strade. I collaboratori locali aiutano gli occupanti segnalando le persone che stanno dalla parte di Kiev, indicando i loro indirizzi esatti», ha dichiarato Gaidai. Dal 19 aprile Kreminna è sotto il controllo delle truppe russe.

3.06 I capi dell’intelligence Usa e britannica hanno lanciato l’allarme sul rischio che la Cina stia «cercando di rubare la proprietà intellettuale e influenzare la politica nei paesi occidentali». Lo riporta la Cnn. Il direttore dell’Fbi Christopher Wray e il direttore generale dell’MI5 Ken McCallum hanno partecipato ad un evento a Londra durante il quale hanno presentato il lavoro congiunto delle due agenzie di intelligence per contrastare quella che secondo loro è «la minaccia più grave di spionaggio e hackeraggio da parte del governo cinese». Oltre al furto di tecnologia, ha avvertito il direttore delll'Fbi, la Cina si sta anche muovendo per proteggere la sua economia da eventuali sanzioni future se dovesse tentare di conquistare Taiwan con la forza, «avendo imparato la lezione dalla risposta dell’Occidente all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia».

0.01 I contrattacchi ucraini hanno «drasticamente ridotto il potenziale offensivo della Russia» e «le truppe ucraine stanno già avanzando in diverse direzioni tattiche, come nelle regioni di Kherson e Zaporizhzhia». Lo ha dichiarato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nel suo messaggio video notturno.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X