Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Il voto in Sicilia, Cuffaro apre all'Udc "ma dovrà attenersi alle regole"
MODERATI

Il voto in Sicilia, Cuffaro apre all'Udc "ma dovrà attenersi alle regole"

Regionali 2022, Decio Terrana, Lorenzo Cesa, Totò Cuffaro, Sicilia, Politica
Totò Cuffaro

La Dc di Totò Cuffaro apre le porte all'Udc in vista delle elezioni regionali in Sicilia del prossimo 25 settembre. È lo stesso commissario regionale ad annunciarlo, chiarendo che il partito di Cesa dovrà attenersi alle regole della Democrazia Cristiana.

«La Dc è impegnata in queste ore nella definizione delle proprie liste nelle 9 province siciliane, con la presenza di tanti giovani e donne forti delle loro passioni e della loro formazione politica. Ci presenteremo ovunque con il nostro simbolo, candidando gente 'nuova' che condivide e difende i valori del partito e, ribadiamo, non saranno presenti nelle nostre liste deputati ed ex deputati», dichiara il commissario regionale della Dc Nuova, Totò Cuffaro.

«In tutte le province sono in tanti disponibili a mettersi a servizio per amore del partito e siamo in molti casi costretti a compiere delle scelte; abbiamo liste forti e competitive e siamo consapevoli di superare abbondantemente il 5%. Se l'Udc come pare non presenterà liste, abbiamo riflettuto e siamo giunti alla considerazione che per noi si tratta di un'opportunità che non ci possiamo fare sfuggire per la crescita della Dc e dei moderati. Ci sono delle regole che dovranno condividere e dalle quali non si potrà prescindere per far parte delle nostre liste. Siamo ben lieti di aprire le porte a gente che ha i nostri stessi ideali e che condivide i nostri stessi valori. Riteniamo - prosegue Cuffaro - che debba essere l'inizio di un importante ragionamento che ci permetterà di tenere alto il nome della Democrazia Cristiana e speriamo che da qui inizi un percorso che porti alla fine del contenzioso per il simbolo dello scudocrociato».

«Siamo convinti che l'impegno di oggi di stare nella stessa lista della DC sia di buon auspicio per il futuro e che si possa al più presto riunire il simbolo dello Scudo Crociato con la scritta Libertas col nome della Democrazia Cristiana. Il messaggio che vogliamo dare agli elettori è quello che vogliamo costruire un centro moderato che prediliga la politica ragionata e di giustizia e non quella faziosa e giustizialista. Parleremo al cuore delle persone», conclude Cuffaro.

Poco dopo arriva una nota dell'Udc che sancisce l'accordo anche se il segretario regionale, Decio Terrana, non fa cenno alla mancata presentazione di liste del suo partito. «I due partiti concorreranno insieme nella composizione delle liste, in virtù dei valori comuni e di un comune pensiero moderato», afferma Terrana.

Nella nota sta scritto che la Dc nuova di Cuffaro sosterrà il nuovo progetto 'Noi Moderati' che concorrerà alle prossime nazionali. «In accordo con il segretario nazionale Lorenzo Cesa - continua Terrana - abbiamo deciso di portare a termine il progetto, iniziato tempo fa, di costruire una piattaforma comune che raccolga tutti i moderati, a partire da tutti coloro che si identificano nello scudo crociato. Così come fatto a livello nazionale, associando all’Udc i partiti moderati di Lupi, Toti e Brugnaro sotto lo stesso simbolo, 'Noi Moderati', così in Sicilia si inizia lo stesso processo di unione presentando liste comuni e condivise che rappresentano l’espressione del nostro pensiero moderato e dei nostri valori democratici e cristiani».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X