Lunedì, 29 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Accordo tra Fi e Sicilia Futura-Iv: liste comuni a Palermo e per le Regionali
PRIMI NOMI

Accordo tra Fi e Sicilia Futura-Iv: liste comuni a Palermo e per le Regionali

Un «accordo politico, serio e stretto» quello raggiunto tra Forza Italia e Sicilia Futura-Italia viva che presenteranno liste comuni alle amministrative di Palermo e alle regionali del prossimo anno. Così il leader di Fi in Sicilia, Gianfranco Miccichè, ha esordito in conferenza stampa, a Palazzo dei Normanni, per formalizzare l’intesa tra i due partiti, e di cui aveva discusso nei giorni scorsi in una cena a Firenze con il leader di Iv, Matteo Renzi.

Al fianco di Miccichè i capigruppo all’Ars di Fi Tommaso Calderone, e di Sf-Iv Nicola D’Agostino, in sala anche tanti consiglieri comunali dei due partiti. “Quest’accordo avviene in Sicilia- ha precisato Miccichè - se lo si vorrà replicare a livello nazionale bisognerà parlare con Berlusconi o Tajani. Ci lavoravamo da tempo, non è stata una operazione facilissima, Sicilia Futura-Iv ha persone forti nei territori e abbiamo operato per evitare eventuali conflitti che non ci sono». Miccichè ha ricordato l’impegno che Sicilia Futura-Iv ha avuto in passato nel centrosinistra e ha definito l’intesa «un festival della politica migrante» perché «si tratta di una integrazione tra forze politiche che la pensano all’80% allo stesso modo, per il resto del 20% faremo in modo di trovare condivisioni». “Sono convinto che quest’accordo porterà lontano le forze politiche - ha aggiunto Miccichè - per quanto riguarda l’Assemblea siciliana non mi interessa cosa faranno i tre deputati di Sicilia Futura-Iv, quello che mi interessa è la futura creazione di un mondo politico che ci appartenga. E’ un risultato politicamente importantissimo». I due gruppi all’Ars contano in totale 16 parlamentari.

Via libera a Lagalla, Cascio o Greco per  Palermo

«Per la scelta del sindaco di Palermo ci stiamo dando degli appuntamenti, l’ha detto Matteo Salvini, l’ha confermato Carolina Varchi (FdI): entro Natale dovrà esserci una scelta precisa. Dobbiamo avere un candidato di centrodestra e deve essere un candidato moderato, questo è poco ma sicuro. C’è la proposta di Roberto Lagalla (Udc), c’è quella di Ciccio Cascio che è di Fi, e quella dell’avvocato Francesco Greco. Si deciderà al tavolo: i nomi che ho fatto difficilmente potrebbero trovare l’opposizione di Forza Italia. Certo non può esserci come candidato chi è uscito da Fi», ha sottolineato  Miccichè, rispondendo ai cronisti a Palazzo dei Normanni.

D'Agostino: Renzi è d'accordo

Ottimista   il capogruppo di Sicilia Futura-Iv, Nicola D’Agostino: «Ho parlato con Renzi, è stato d’accordo sull’intesa politica raggiunta da Sicilia Futura-Iv con Forza Italia. Manterremo la nostra identità di partito di minoranza all’Assemblea siciliana, certamente abbiamo tutto l’interesse a collaborare per il bene della Sicilia. All’Ars con Fi lavoreremo insieme su tutte le iniziative che ci uniscono e per cominciare a costruire un processo di integrazione dei gruppi parlamentari affinché alle prossime amministrative e regionali non ci sia distinzione tra di noi. Siamo moderati e centristi, le ali estreme al sovranismo e del populismo devono essere ribaltate».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X