Venerdì, 05 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica L'asse Brunetta-Romani contro Fitto: "Sbaglia chi non sta con Berlusconi"
FORZA ITALIA

L'asse Brunetta-Romani contro Fitto: "Sbaglia chi non sta con Berlusconi"

Per i capigruppo di Fi di Camera e Senato: «Sbaglia, piuttosto, chi si sfila da questo dibattito aperto»

ROMA. «Le nostre posizioni sul Patto del Nazareno, seppur diverse, hanno contribuito alla linea politica e alla sintesi, come sempre decisiva e unitaria, del presidente Berlusconi». Lo sottolineano i capigruppo di Fi di Camera e Senato, Renato Brunetta e Paolo Romani che aggiungo: «Sbaglia, piuttosto, chi si sfila da questo dibattito aperto».

La rottura del Patto del Nazareno «causata da Renzi per ragioni di egoismo» ha comportato divisioni anche in Forza Italia. Lo ha detto Renato Brunetta nel corso de La Telefonata di Belpietro.

«La confusione è grande sotto tutto il cielo, non sotto il cielo di Fi - ha premesso -. La rottura del patto non può che comportare anche divisioni. C'è chi come Romani aveva molto investito sul patto e alla fine è risultati spiazzato e chi come me aveva diffidato della gestione del patto avendo poi avuto ragione».

«Alla fine, però, siamo tutti in sintesi con Berlusconi», ha ribadito.

E sul giovane Fitto che aveva criticato il dissidio tra Brunetta e Romani: «Fitto chiede più democrazia in Forza Italia come se non conoscesse il meraviglioso mondo berlusconiano, la monarchia e l'anarchia che da sempre ha contraddistinto quel mondo di cui lo stesso Fitto è figlio. Perchè se Fitto in Puglia è il capo indiscusso lo ha deciso Berlusconi». Parola di Renato Brunetta che nel corso de «La Telefonata» di Belpietro sottolinea come, quella di Fitto, sia in realtà «una linea un pò tardiva di porsi contro il patto del Nazareno».

A chi gli chiede se ci sia il rischio che Fitto esca dal partito, risponde: «Spero che non esca. Fitto è una risorsa come lo è Romani e tutti i dirigenti e militanti. In un momento difficile noi abbiamo solo un punto di riferimento che è Berlusconi al quale dobbiamo stare vicino».

«Io potrei rivendicare una opposizione più tempestiva e contenutistica - ha spiegato -. Da quando il Nazareno è morto, Fitto non ha alcuna ragione contenutistica di opposizione perchè la linea di Berlusconi è ancora più radicale contro Renzi e il Nazareno». «Fitto dice azzeriamo tutti, ma lui per primo dovrebbe porsi il problema di azzerarsi o autoazzerarsi», ha concluso.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X