Mercoledì, 20 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
SANITÀ

Nuova rete ospedaliera, il via tra le proteste: polemiche sulla chiusura dei punti nascita

di

PALERMO. I manager della sanità siciliana dovranno applicare prima possibile la nuova rete ospedaliera, modificando i reparti e avviando le procedure per colmare i vuoti di organico. Lo ha detto ieri l'assessore regionale alla Salute, Baldo Gucciardi ai direttori generali di Asp e ospedali convocati a Palermo.

Il piano non è stato consegnato ai manager, ma è stato inviato alla pubblicazione in Gazzetta ufficiale. L'indicazione data è di procedure subito nonostante le polemiche. Che non si placano.

Si accendono nuove proteste per la chiusura dei punti nascita sotto i 500 parti l'anno. Come quello di Petralia Sottana. Manlio Arnone, presidente dell’Unione dei Consumatori parla di «decisione che penalizza gli utenti che devono raggiungere il punto nascita più vicino cioè Termini Imerese o Cefalù».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X