Giovedì, 21 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
INFRASTRUTTURE

Alloggi invenduti, piano del governo: "Liberare 20 mila case"

"La caratteristica è che debbono avere un'immediata cantierabilità, devono cioè poter essere subito a disposizione", ha detto il viceministro Nencini

ROMA. Il piano presentato da 20mila case è un patrimonio esistente: «si tratta di alloggi invenduti e incagliati presso le banche», per la maggior parte «derivano da fallimenti di imprese. Ma la caratteristica è che debbono avere un'immediata cantierabilità, devono cioè poter essere subito a disposizione. Oggi ce ne sono 45mila in attesa di un alloggio sociale. Questo è uno dei piani più grandi in Italia degli ultimi 20 anni».

Lo spiega in un'intervista a Qn il viceministro delle Infrastrutture Riccardo Nencini. «Stiamo coinvolgendo l'Abi, ma anche la Cassa depositi e prestiti, oltre ai Comuni. Costituiremo fondi immobiliari che gestiscano questi beni», afferma. I 400 milioni da stanziare finanzieranno per «150 milioni» un «fondo affitti per sostenere canoni calmierati. Altri 245 milioni arriveranno sotto forma di agevolazione fiscale». Un bonus casa «destinato agli operatori economici privati perchè senza il loro coinvolgimento il piano salta. Chi vende a prezzi calmierati verrà premiato, ad esempio con l'esenzione Imu sulle aree in cui si trovano gli immobili».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X