Domenica, 09 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Case invendute, Nencini: "Piano da 400 milioni pronto entro marzo"
GOVERNO

Case invendute, Nencini: "Piano da 400 milioni pronto entro marzo"

Il vice ministro alle infrastrutture: "Saranno disponibili 20 mila alloggi invenduti a affitto calmierato, per la vendita a prezzi calmierati o affitto con possibilità di vendita"

ROMA. "Entro metà marzo sarà pronto un provvedimento per un piano casa da circa 400 milioni di euro che metterà a disposizione 20 mila alloggi invenduti a affitto calmierato, per la vendita a prezzi calmierati o affitto con possibilità di vendita". Lo ha detto il vice ministro alle infrastrutture, Riccardo Nencini, intervenendo ad un convegno sul disagio abitativo dal titolo "Social housing:una soluzione al disagio abitativo".

In Italia ci sono circa 45 mila abitazioni di edilizia residenziale pubblica a fronte di un fabbisogno di circa 700 mila famiglie, di queste un terzo sono sfitte e il 15% occupate da famiglie che non sono sotto la soglia di povertà: se sommiamo questi dati si evidenzia un
problema straordinariamente ampio", ha aggiunto Nencini.

Nencini ha spiegato che anche a livello europeo per quanto riguarda la disponibilità di alloggi pubblici »siamo in una posizione di coda, a livello dell'Estonia«. Osservando il mercato Nencini ha anche spiegato che in Italia circa il 76,6% sono abitazioni di proprietà ma che ci sono tra le 140 e le 145 mila abitazioni invendute.

Il piano Casa sarà dedicato «alle categoria sociali maggiormente fragili e avrà come obiettivi anche la valorizzazione delle periferie e bloccare il consumo di suolo.». Lo ha spiegato il vice-ministro alle infrastrutture, Riccardo Nencini, intervenendo a un convengo sul «Social Housing».

Il piano prevede un coinvolgimento dei privati perchè «l'Italia ha risorse insufficienti se non vengono legate a quelle private» e l'immediata cantierabilità dei progetti. Sulle modalità per farlo Nencini ha sottolineato che ci sono tre strade: «valorizzando immobili pubblici, con appositi fondi immobiliari per gestire crediti in sofferenza e con il coinvolgimento di Cassa depositi e prestiti e altri soggetti che operano sul social housing sul territorio».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X