Martedì, 05 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca L'Ast, l'evoluzione dell'azienda della Regione: quasi 900 dipendenti, 128 Comuni serviti e 614 mezzi
LA SCHEDA

L'Ast, l'evoluzione dell'azienda della Regione: quasi 900 dipendenti, 128 Comuni serviti e 614 mezzi

L'Ast è una azienda pubblica della Regione Siciliana per il trasporto interurbano, che nasce nel 1947. Collega i principali centri della Sicilia svolgendo anche servizio di trasporto urbano in 16 città dell'isola. L’Azienda Siciliana Trasporti nacque con lo scopo di provvedere a collegamenti su strada che permettessero la mobilità dei cittadini all'interno della Sicilia collegando con i rispettivi capoluoghi di provincia e con il capoluogo regionale anche zone ed aree che ne erano sprovviste. Venne istituita come società pubblica con la legge regionale n. 7 del 22 agosto 1947.

L'Ast e i territori serviti

L'AST SpA è presente sul territorio della Regione Siciliana con tre strutture territoriali: occidentale con sedi operative a Palermo  e  Trapani; nord-orientale con sedi operative a Catania e Messina; sud-orientale con sedi operative a Siracusa e Modica. L'Ast opera in un territorio di 11.891 km² di superficie, pari al 47% della superficie regionale fornendo i propri servizi ad una popolazione di 3.456.649 di abitanti, 69% della popolazione regionale residente in 128 comuni. I pullman giungono ad Alcamo, Mazara del Vallo, Salemi, Acireale, Caltagirone, Carlentini, Gela, Lentini, Paternò, Barcellona Pozzo di Gotto, Milazzo, Chiaramonte Gulfi, Modica, Ragusa, Scicli e Siracusa. La rete interurbana si compone di 154 linee.

L'Ast, commissari e Cda

L'Ast è stata trasformata, nell'ambito delle attuali linee di orientamento a livello europeo nel gennaio 2006, in Società per azioni e il suo socio unico è la Regione siciliana. Dal 1997 è commissario Dario Lo Bosco che si dimette nel novembre 2015 perché arrestato nell'ambito di un'inchiesta della procura di Palermo su appalti pubblici e corruzione. Nel febbraio 2016 il presidente della regione Rosario Crocetta nomina presidente dell'Ast Massimo Finocchiaro, imprenditore. Fino allo scorso mese di gennaio il Cda era composto dal presidente Gaetano Tafuri (interdetto dai pubblici uffici nell'inchiesta "Gomme lisce" che ha portato all'arresto del direttore generale Andrea Ugo Enrico Fiduccia), Annalisa Ferrara e Eusebio D'Alì. Il 31 gennaio, la Regione ha nominato il nuovo Cda dell'Azienda siciliana trasporti e della triade è rimasto soltanto Eusebio Dalì. Santo Castiglione ricopre il ruolo di presidente, fa parte del Cda Tania Pontrelli.

L'Ast e le varie attività produttive

Gli anni ’90 hanno visto l’avvio della diversificazione dell’attività produttiva dell’azienda: la gestione degli impianti di risalita della stazione sciistica siciliana di Piano Battaglia sui monti delle Madonie, la partecipazione azionistica alla società lnterporto di Catania S.p.A. e ancora la costituzione di società controllate con pacchetti azionari di maggioranza: l’AST Sistemi s.r.l., società di progettazione e di servizi di ingegneria, nonché per il controllo di qualità dei materiali, l’AST Aeroservizi S.p.A., società per il trasporto aereo ad ala fissa, mobile e di gestione aeroportuale ed Jonica Trasporti e Turismo s.r.l. società di trasporti e turismo.

L'Ast, i mezzi

La Società sviluppa la sua attività gestendo il trasporto pubblico con linee urbane: utilizzando autobus, spesso dalla colorazione gialla, che viaggiano sul territorio di 14 comuni della Sicilia; linee extraurbane: utilizzando autobus, generalmente di colore azzurro, adibiti al trasporto di persone sul territorio della Regione Siciliana. In totale l'autoparco ha 614 mezzi. L'Ast ha 864 dipendenti, di cui 5 dirigenti, 8 Quadri, 131 impiegati e 720 di altri lavoratori.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X