Mercoledì, 29 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Fornitura di pneumatici, gara falsata dall'Ast: Barone Gomme, la ditta danneggiata, aveva denunciato tutto
PALERMO

Fornitura di pneumatici, gara falsata dall'Ast: Barone Gomme, la ditta danneggiata, aveva denunciato tutto

Il direttore generale dell'Ast, Andrea Fiduccia, finito agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta "Gomme lisce", non è nuovo a vicende poco chiare che a distanza di anni vengono fuori anche dai verbali degli inquirenti. Una di queste riporta al 2016 quando venne espletata una gara irregolare per l'appalto della fornitura di pneumatici per i pullman e a presentare la denuncia, ai tempi, era stato Sebastiano Barone, titolare della Barone Gomme di Palermo.

L'importo a base d’asta era di 635 mila euro e si presentarono tre aziende: Barone in ati con altra azienda, ed altre due ditte, una delle quali subito esclusa per mancanza di requisiti. Nel corso delle procedure per l’apertura delle buste, i rappresentanti della Barone si accorsero che alcuni documenti nella domanda dell’azienda concorrente mancavano e la commissione di gara decise di assegnare dieci giorni per presentarli. A fine gennaio del 2017 i due concorrenti vennero nuovamente convocati, ma mancavano ancora documenti all'azienda concorrente alla Barone e così vennero concessi altri 20 giorni di proroga. La società a quel punto denunciò tutto e presentò un esposto all’Autorità nazionale anticorruzione (Anac), che si espresse dopo tre mesi, comunicando all’Ast l’illegittimità delle procedure e chiedendo all’azienda di escludere anche la seconda società per non avere prodotto i documenti entro i tempi di legge fissati in 10 giorni.

La gara venne poi aggiudicata alla Barone Gomme il 5 gennaio del 2018. Dopo tre mesi dalla fornitura delle gomme, la ditta fu costretta a cambiare alcuni prodotti presenti in gara perché non più in produzione, garantendo una fornitura equivalente e in alcuni casi addirittura con prestazioni tecniche superiori. Il tutto venne comunicato e deciso dopo alcune riunioni tra i rappresentanti della ditta e il direttore generale dell’azienda, ma a luglio l’ufficio tecnico di Ast comunicò all’azienda che le gomme diverse che erano state fornite dovevano essere smontate e ritirate dai mezzi perché non idonee. Barone Gomme venne messa in mora, "pena la risoluzione del contratto", a fornire il prodotto messo in gara. Successivamente, l'Ast chiese di presentare un’offerta diversa rispetto a quella che era in corso, cosa che è esclusa dal bando stesso di gara perché la fornitura ancora non era stata completata.

Nell'ordinanza di oggi gli inquirenti sottolineano come la società in house regionale aveva danneggiato la Barone Gomme, favorendo una ditta concorrente, utilizzando mezzi fraudolenti, turbando così il procedimento amministrativo diretto a stabilire il contenuto della manifestazioni di interesse, indetta per l’approvvigionamento di pneumatici, prevedendo attraverso una apposita clausola, ovvero che la fornitura fosse limitata a pneumatici di determinati marchi di cui la Barone Gomme non aveva disponibilità e di cui era invece dotata la concorrente.

Il direttore generale Andrea Ugo Fiduccia e l’ex presidente Gaetano Tafuri avrebbero deciso di estromettere Barone privilegiando la ditta Schirò. Nel corso delle conversazioni intercettate il direttore della società, Fiduccia, spiega che la Barone Gomme non era in grado di fornire pneumatici dei marchi Pirelli, Continental, Goodyear e Dunlop e non poteva offrire prezzi competitivi per la merce di marca Bridgestone. Nell’avviso pubblico delle gare, decide il dirigente, per eliminare Barone sarebbe stato specificato che le forniture dovevano essere esclusivamente delle marche che Barone non poteva assicurare, in modo - dice Fiduccia - da «fare futtiri fora» (tagliare fuori Barone Gomme, ndr). «Iddu avi a ristari fora...e pi tri anni mu livaiu...unnamu a sentiri parrari chiù (lui deve restare fuori...e per tre anni me lo sono tolto...non ne dobbiamo sentire parlare più, ndr)», spiega l’indagato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X