Sabato, 22 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Botti e feriti in Sicilia: ustionato un bambino di due anni a Catania, un giovane rischia la mano a Palermo
CAPODANNO

Botti e feriti in Sicilia: ustionato un bambino di due anni a Catania, un giovane rischia la mano a Palermo

Sone state 558 le chiamate ai vigili del fuoco per incendi legati ai festeggiamenti di Capodanno, in aumento rispetto allo scorso anno quando furono 229. In Sicilia sono stati effettuati 43 interventi per incendi dovuti ai botti. A Catania un bambino di due anni ha subito ustioni alla mano per aver raccolto da terra un petardo usato dal fratello. Il piccolo è stato medicato al  pronto soccorso dell'ospedale Cannizzaro e dimesso con una prognosi di 6 giorni. Un 41enne, sempre a Catania, si è ferito alla mano sinistra per lo scoppio di un petardo ed ora è ricoverato in Chirurgia Plastica. Ferito alla mano da un petardo anche un 37enne della provincia di Catania: medicato, ha preferito tornare a casa. Un colpo di pistola a salve ha ferito alla mano un 50enne dell'Acese: l'uomo è stato medicato e dimesso.

Tre feriti a Palermo, un giovane rischia la mano

È di tre feriti il bilancio a Palermo per i botti di fine anno. Il più grave un giovane di 23 anni che si è presentato al pronto soccorso dell’ospedale Civico con la mano devastata dall’esplosione di un petardo. Il 23enne è anche risultato positivo al Covid19. Il ferito è stato ricoverato nel reparto di chirurgia plastica. Il giovane rischia di perdere alcune dita. Altri due feriti leggeri all’ospedale Villa Sofia con qualche ustione alle mani per lo scoppio di petardi.

Tre feriti lievi a Messina

A Messina e provincia tre persone sono rimaste ferite alla mano per il lancio di fuochi di artificio. Tutte in modo non grave mentre utilizzavano dei petardi: una persona di 53 anni a Sant’Agata di Militello e due di 40 e 25 anni a Messina. Si sono recati negli ospedali per essere medicati.

In Puglia amputata una mano ad un uomo

Il maggior numero di interventi in Lombardia (72), poi Emilia Romagna (68) ed a seguire Lazio (66) e Campania (60), Veneto con 46, Toscana 44, Liguria 37 e Puglia 35. Da quest'ultima regione, e in particolare da Taranto, arriva un bilancio di quattro persone ferite dallo scoppio di petardi, che in uno dei casi ha causato la lacerasione della mano destra. I feriti sono stati trasportati al Policlinico di Bari ed Santissima Annunziata di Taranto. Il ferito grave dei quattro è arrivato in codice rosso al pronto soccorso e ora è ricoverato a Bari per verificare il danno creato alla mano gravemente lesionata.  Quattro le persone medicate negli ospedali del Barese a causa delle ferite riportate mentre facevano esplodere i botti per festeggiare l'arrivo del nuovo anno. Tre sono ricoverate con riserva di prognosi, una è stata dimessa. Dei quatto feriti, due sono residenti nel Barese. A Monopoli un uomo di 44 anni ha subito l'amputazione di due dita ed è ricoverato in ortopedia a Bari in prognosi riservata; un 27enne di Acquaviva delle Fonti ha riportato ferite lacero contuse ed è stato dimesso con sette giorni di prognosi. Gli altri due feriti ricoverati al policlinico di Bari provengono da altre province (Taranto e Bat): uno ha subito l'amputazione di una mano, l'altro di un dito.

Ad Ancona un 22enne perde alcune dita per un "botto"

Ad Ancona un 22enne ha subito un grave trauma alle mani a causa dello scoppio di un "botto". Il giovane è stato trasferito all'ospedale regionale di Torrette e, a causa dell'esplosione, avrebbe perso alcune dita di una mano. In provincia di Ascoli Piceno, a Porto d'Ascoli, i vigili del fuoco sono intervenuti per spegnere un incendio che ha danneggiato un'auto parcheggiata in strada. Il veicolo è stato centrato da un petardo e alcune componenti dell'abitacolo sono andate a fuoco. I pompieri di San Benedetto del Tronto, che hanno spento il rogo, sono intervenuti anche in alcune sone della città per spegnere le fiamme che hanno avvolto qualche cassonetto contenente rifiuti.

Incendio danneggia gli infissi di un'abitazione ad Alessandria

Ad Alessandria gran lavoro la scorsa notte per i vigili del fuoco impegnati nel circoscrivere e spegnere un rogo che ha danneggiato gli infissi di una abitazione di una palazzina nel centro della città piemontese. A causare l'incendio potrebbero essere stati i giochi pirotecnici che hanno colpito gli stessi infissi. Non distante da questo intervento i pompieri sono intevenuti per spegnere sei contenutori di rifiuti distrutti in un cortile.

Petardo esplode in mano, grave 54enne nel Cagliaritano

Anche in Sardegna si registrano feriti nella notte di Capodanno. A Decimomannu un 54enne ha subìto l'amputazione delle falangi di tre dita a seguito dell'esplosione di un petardo.  Secondo alcune informasioni l'uomo ha acceso la carica con polvere pirica che è esplosa prima del previsto. Adesso è ricoverato in codice rosso all'ospedale Brotzu di Cagliari.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X