Sabato, 14 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Crocetta: c'è il rischio di elezioni politiche anticipate, approvare subito il bilancio

PALERMO. «Vedo il rischio di elezioni anticipate nel Paese, per cui è necessario mettere in sicurezza subito la Regione siciliana approvando, entro fine mese, il bilancio con alcune norme tecniche di copertura finanziaria, penso a tutti gli enti e ai precari, i cui contratti scadono il 31 dicembre. Non possiamo fare pagare ai siciliani le nostre campagne elettorali». Lo ha detto il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, conversando con i cronisti a Palazzo d'Orleans.

Un bilancio vero e proprio agganciato a norme di copertura finanziaria per gli enti - comuni, Liberi consorzi, consorzi di bonifica, partecipate e controllate - e per i precari, i cui contratti scadono a fine dicembre. È il piano che il governatore Rosario Crocetta questa
sera metterà sul tavolo della giunta regionale, che si riunirà a beve Palazzo d'Orleans.

Crocetta si mostra fiducioso. «Dobbiamo mettere in sicurezza la Regione, anche perchè vedo la possibilità di un voto anticipato a Roma - dice il governatore conversando con i cronisti a Palazzo d'Orleans - Non ci saranno norme mancia ne fondi a pioggia, bisogna garantire gli enti e i precari. A meno che non si voglia lasciare in mezzo a una strada migliaia di lavoratori, in questo caso i deputati dell'Assemblea si assumeranno una grossa responsabilità Perchè, sia chiaro, dal primo gennaio niente sarà più come prima. Guai a non prevedere le risorse per gli enti e per pagare i lavoratori».

Sui rapporti con l'assessore all'Economia, Alessandro Baccei che stava lavorando invece all'esercizio provvisorio, Crocetta afferma:
«Il lavoro di Baccei è quello di guardare i conti, che come ha confermato lo Svimez sono in ordine».

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X