Giovedì, 30 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Sanremo

Home Foto Sanremo Le pagelle del Festival: risplendono i Maneskin, bocciatura per Ana Mena

Le pagelle del Festival: risplendono i Maneskin, bocciatura per Ana Mena

Queste le pagelle della prima serata

AMADEUS

Commozione, risate, leggerezza. C'è tutto nel terzo Sanremo targato Ama, quello che aveva detto non avrebbe fatto e che poi ha fatto. Rivincita o voglia di riprovare in una situazione di quasi normalità? La risposta nei prossimi giorni. Intanto, lui c'è. E l’ha ribadito con forza. VOTO: 8

FIORELLO

Come avrebbe fatto Ama senza Ciuri? Non lo sapremo mai, perché alla fine lo showman ha ceduto all’amico di sempre. E ha fatto bene. Con il pubblico davanti, lui sì che si è preso la rivincita. Facendo forse pace con Ama, ma soprattutto con l'Ariston. VOTO: 7,5

ORNELLA MUTI

Bella ed elegantissima, l’attrice è la prima delle cinque donne ad affiancare Amadeus. Fascino senza tempo, ma forse un po' sottoutilizzata durante la serata. VOTO: 7

MANESKIN

Dall’Ariston sono partiti un anno fa e lì sono tornati da padroni del mondo. Sono la rock band del momento, tutti li vogliono, tutti li cercano, e loro però hanno detto sì a Sanremo, in segno di riconoscimento. Il bel Damiano mostra anche il suo lato più sensibile e lascia spuntare qualche lacrima alla fine dell’esibizione. VOTO: 9

MEDUZA

Con Hozier. Sono riusciti nella difficile impresa di far ballare la platea dell’Ariston. Star internazionali, dai natali italiani, perché la musica made in Italy ha dimostrato di saper attraversare i confini come mai aveva fatto prima. VOTO: 8

ACHILLE LAURO

Domenica. Genio o follia? Dopo 4 festival di Sanremo il dubbio rimane. Ma lui un po' gioca a stupire, un po' a prenderci in giro e tra autoplagio (un’eterna Rolls Royce che torna), sfioramenti erotici e blasfemia riesce sempre ad attirare l’attenzione, anche mostrandosi a torso nudo. Felice la scelta dell’Harlem Gospel Choir. VOTO: 6,5

YUMAN

Ora e qui. Anima soul, voce profonda, bel pezzo. Arriva dalla vittoria a Sanremo Giovani, ma ha le carte in regola per farsi valere. Un po' di emozione, ma le prossime serate lo scioglieranno. VOTO: 7,5

NOEMI

Ti amo non lo so dire. Canzone difficile, anche se Noemi come un rollercoaster lanciato va su e giù, inseguendo la scia della sperimentazione, personale e artistica. VOTO: 5.5

GIANNI MORANDI

Apri tutte le porte. Andavo a 100 all’ora versione 2022, con la firma di Jovanotti. L'eterno ragazzo ci mette cuore, anima e un pizzico di commozione che non guasta. Ha ritrovato la voglia di fare e tanto basta (ringraziano anche i giocatori del Fantasanremo). Voto: 6.5

LA RAPPRESENTANTE DI LISTA

Ciao Ciao. Il festival ha già trovato uno dei suoi tormentoni. Di sicuro farà ballare l’Ariston a suon di Ciao ciao. Una conferma dopo l'exploit dell’anno scorso. VOTO: 7

MICHELE BRAVI

Inverno dei fiori. Scende le scale dell’Ariston versione Edward Mani di Forbice. Lui è bravo, intenso, ma la canzone non riesce a bucare come dovrebbe. VOTO: 5,5

MASSIMO RANIERI

Lettera di là dal mare. Impressiona con la potenza della sua voce, con l’eleganza dei modi: riempie il palco con la sua sola presenza. Peccato qualche imprecisione nell’esecuzione per un brano senza tempo. VOTO: 6

MAHMOOD & BLANCO

Brividi. Se sono i favoriti, un motivo ci sarà. Sono belli, bravi, si completano a vicenda, tra autotune e toni in falsetto senza sbagliare un colpo. La coppia più cool del festival. VOTO: 8

ANA MENA

Duecentomila ore. La quota latin del festival, con la firma del compagno di hit estive Rocco Hunt. Difficile, però, che possa avere la stessa fortuna dei loro brani. VOTO: 4

RKOMI

Insuperabile. Pesca nel passato il rapper. Si sentono le chitarre dei Depeche Mode (anche troppo), ma chissà se i Millennials se ne accorgeranno. Il brano comunque funziona. VOTO: 6,5

DARGEN D’AMICO

Dove si balla. Tra mascherine e live che non ci sono, pezzo ballereccio propedeutico a un’apertura dei locali. VOTO: 6.5

GIUSY FERRERI

Miele. Abituata a collezionare hit, Giusy torna con un brano più acustico un po' folk, un po' arabeggiante, firmato Davide Petrella. Un pop rassicurante illuminato dalla sua voce black. VOTO: 6

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X