Domenica, 26 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo

Multimedia

Home Foto Multimedia "Si accettano miracoli", Alessandro Siani verso i 10 milioni di euro: la commedia eletta regina delle feste - Video

"Si accettano miracoli", Alessandro Siani verso i 10 milioni di euro: la commedia eletta regina delle feste - Video

ROMA. Il 'miracolo' al cinema lo ha fatto Alessandro Siani, che galoppa verso i 10 milioni di euro, è primo al box office con un totale, incassi della Befana inclusi, di 9 milioni 346 mila euro e 1 milione 356 mila spettatori. Questo, in appena sei giorni e con una progressione notevole. Si accettano miracoli (distribuito da 01) ha incassato 1 milione 235 mila euro.

Se a quegli oltre 9 milioni si sommano gli incassi record e di ottima tenuta del film di Aldo, Giovanni e Giacomo 'Il ricco, il povero e il maggiordomo' (Medusa), al nono posto nella top
ten di Cinetel di ieri che in 4  settimane, ossia dall'11 dicembre, ha portato a casa 12 milioni 693 mila euro ed è stato visto da 1 milione 840 mila persone, e quelli di Lillo e Greg e del Natale stupefacente (Filmauro) che sfiorano i 6 milioni (5.885.000) si può concludere che la commedia italiana, più o meno farcita come il panettone, è salda al primo posto del gradimento nell'intrattenimento cinematografico delle feste.

Quei tre film insieme (per non citare anche i 3 milioni 840 raggiunti da Ma che segno 6? di Filmauro) sfiorano i 28 milioni di euro. Più o meno come da tradizione, ma con questi distinguo: un anno fa il cinepanettone doc, ossia il film targato Filmauro, era Colpi di fortuna che al 7 gennaio era vicino agli 11 milioni di euro e al top degli incassi della Befana c'era con 6 milioni 758 mila euro Un boss in salotto (Warner Bros), uscito come nel caso di Siani il 1 gennaio, mentre la terza commedia 2014 era Un fantastico via vai (01) con 8 milioni 852 mila.

Insomma a Natale perlomeno al cinema gli italiani vogliono sorridere. La sorpresa quest'anno è semmai un'altra: il ritorno felice in cima al botteghino, secondo posto ieri, di un film d'azione, di guerra e di grande attualità: l'American Sniper di Clint Eastwood (Warner), sulla guerra in Iraq e il difficile ritorno a casa, che in 6 giorni ha sfiorato gli 8 milioni di
euro (7.888.000). L'animazione, tradizionalmente forte a Natale, è al quarto posto quest'anno con Big Hero 6 di Disney con un totale incassi aggiornato di 8 milioni 277 mila euro e 1 milione 235 mila spettatori in platea: un bilancio in negativo se paragonato al
Frozen 2014, un fenomeno in sala (vivo ancora oggi tra i doni natalizi) da quasi 17 milioni di euro d'incasso sempre in 3 settimane di programmazione.

Per incassi totali su tutti regna Lo Hobbit: la battaglia delle cinque armate (Warner) con 13 milioni 56 mila spettatori, ieri ottavo in classifica, ma primo nel consuntivo. Tra i film da ricordare nel bilancio festivo il thriller di David Fincher Gone Girl - L'amore bugiardo che in 3 settimane si è portato a casa circa 6 milioni e mezzo di euro, protagonisti la diabolica Rosamund Pike e Ben Affleck.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X