Sabato, 25 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo Kiev rivela: Putin è sfuggito a un attentato. Nuove armi all'Ucraina da venti Paesi

Kiev rivela: Putin è sfuggito a un attentato. Nuove armi all'Ucraina da venti Paesi

Gli aggiornamenti sulla guerra in Ucraina.

22.01  Vladimir Putin "è sfuggito ad un attentato meno di due mesi fa": a sostenerlo è il capo dell'intelligence del ministero della Difesa ucraino, Kyrylo Budanov, che non ha lesinato di recente altrettante 'clamorose' rivelazioni sulla situazione politica interna russa o sullo stato di salute dello zar. "Si tratta di un'informazione non pubblica e di un tentativo assolutamente fallito, è successo davvero circa due mesi fa", ha detto Budanov, precisando che l'attentato "è stato compiuto da elementi del Caucaso", la turbolenta regione russa divenuta negli anni anche la culla del jihadismo di matrice Isis.

21.40 La controffensiva ucraina nella regione di Kharkiv ha consentito finora la riconquista di 24 insediamenti. Lo riferisce su Facebook il comandante delle forze armate ucraine, Valeriy Zaluzhnyi.

20.58   Il soldato ucraino diventato simbolo della resistenza per aver mandato a quel paese la nave da guerra russa Moskva che aveva attaccato l'isola dei Serpenti il primo giorno dell'invasione dell'Ucraina non era il marine Roman Gribov.  Chi ha realmente pronunciato quella frase è stato liberato dalla prigionia russa solo oggi: si tratta di una guardia di frontiera, la cui identità è ancora segreta per motivi di sicurezza.

19.45  Altri 48 militari russi saranno processati per crimini di guerra in Ucraina. Lo ha detto la procuratrice generale ucraina, Iryna Venediktova, in collegamento a Davos, ripresa dal Guardian. «Sospetti sono stati segnalati su 49 individui che abbiamo cominciato a perseguire per crimini di guerra», ha detto la procuratrice, considerando anche il primo soldato russo condannato oggi all’ergastolo da un tribunale di Kiev. Le autorità ucraine hanno una lista di circa 600 sospetti per crimini di guerra, di cui due casi che  riguardano tre persone sono già approdati in tribunale, ha
detto.

18.48 Munizioni, artiglieria strategica, sistemi per la difesa costiera, carri armati e mezzi blindati. L’assistenza militare dell’Occidente all’Ucraina non si ferma e durante la seconda riunione del Gruppo di contatto contro l’aggressione russa 20 Paesi hanno annunciato nuovi aiuti alle forze di Kiev, tra i quali il capo del Pentagono Lloyd Austin ha ringraziato anche l’Italia.

17.55 «Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha avuto oggi pomeriggio un incontro con il Primo Ministro della Repubblica di Bulgaria, Kiril Petkov.
Al centro dei colloqui vi sono stati la situazione in Ucraina e la necessità di scongiurare la crisi alimentare in atto, il processo di allargamento dell’Unione Europea ai Paesi dei Balcani occidentali e l’ulteriore consolidamento della cooperazione bilaterale». Lo comunica una nota di palazzo Chigi

16.02  «Oltre 80 mila chilometri quadrati della nostra terra vanno ripuliti da mine e ordigni» abbandonati durante il conflitto in corso con la Russia. Lo ha dichiarato Anatolii Kutsevol, vice sottosegretario dell’Ucraina, nel suo intervento al gruppo di lavoro sull'Ucraina del Comitato europeo delle regioni. «Non c'è regione in Ucraina che non sia stata colpita dalla distruzione e dalle perdite» causate da «89 giorni di combattimenti» con le forze russe, ha aggiunto il rappresentante del governo di Kiev. «Nelle regioni più colpite il livello di distruzione è superiore al 70%» degli edifici «e a Mariupol il tasso è già superiore al 90%», ha precisato Kutsevol.

14.57 «La Russia ha ucciso almeno 4.600 civili in Ucraina dal 24 febbraio, inclusi 232 bambini». Lo riferisce la procuratrice generale ucraina, Iryna Venediktova, citata dal Kyiv Independent, sottolineando che il bilancio non tiene conto dei dati dei territori occupati dai russi.

11.06 Il governo russo è pronto a riprendere i negoziati con Kiev quando l’Ucraina mostrerà un atteggiamento costruttivo: lo ha detto il viceministro degli Esteri, Andrei Rudenko.

10.52 La Russia ha reso noto di aver distrutto nella regione di Zhytomyr, in Ucraina nordoccidentale, le armi che dovevano essere trasferite nel Donbass, dove le truppe di Mosca continuano la loro offensiva. Le armi che l’Ucraina intendeva inviare alle sue forze nel Donbass sono state neutralizzate con «missili a lungo raggio ad alta precisione basati sul mare», ha fatto sapere Mosca, precisando che era l’equipaggiamento della 10a brigata dell’esercito ucraino. Nelle ultime 24 ore -ha continuato il portavoce del ministero della Difesa russo, il generale Igor Konashenkov- sono stati abbattuti anche tre caccia ucraini Su-25, due nella regione di Kherson e uno vicino a Kharkov, oltre a 13 droni, tra cui un Bayraktar; le forze russe hanno anche intercettato due missili tattici ucraini Tochka-U, abbattuto altri otto razzi Smerch lanciati dalle forze ucraine vicino alle città di Izyum, Topolske, Semionovka e Bitkino. Il portavoce ha sostenuto anche che gli aerei russi hanno distrutto quattro posti di comando, 48 aree di concentrazione di truppe ucraine e veicoli militari e sei depositi di armi ucraini nel Donbass.

8.24 Nei primi tre mesi di invasione in Ucraina la Russia «probabilmente ha subito un bilancio di morti simile» a quello dell’Unione Sovietica durante i suoi nove anni di guerra in Afghanistan: lo rileva l’intelligence britannica nel suo ultimo aggiornamento sulla guerra in Ucraina. Questo bilancio così pesante è dovuto a «una combinazione tattiche di scarso livello, una copertura aerea limitata, la mancanza di flessibilità e un approccio di comando che è pronto a rafforzare i fallimenti e gli errori ripetuti». Secondo l’intelligence britanniche questo bilancio di morti così pesante (e che «continua ad aumentare nel Donbass») potrebbe avere conseguenze sugli umori dei russi in patria. «Nel passato, l’opinione pubblica russa si è dimostrato sensibile alle vittime subite durante le guerre che sono frutto di scelta: man mano che le vittime subite in Ucraina continuano ad aumentare, (questi morti) diventeranno più evidenti e potrebbero crescere la disaffezione della gente per la guerra e la volontà di dargli una voce».

8.22 La Russia deve pagare «un prezzo di lungo termine» per aver aggredito l’Ucraina con un’azione che ha lo scopo di «distruggere l’identità dell’Ucraina». Lo ha detto il presidente Usa Joe Biden, parlando in conferenza stampa a Tokyo con il premier nipponico Fumio Kishida dopo il loro summit. «È il costo di chi vuole cambiare gli assetti con l’uso della forza», ha aggiunto.

8.02 L’invasione dell’Ucraina da parte delle forze russe procede a rilento perché di fatto i soldati di Mosca si trovano a combattere contro altri «russi». Lo ha affermato il senatore russo Frants Klintsevich in un programma televisivo. «Stiamo combattendo uno degli eserciti più forti e meglio addestrati, stiamo lottando contro ufficiali e soldati russi con esattamente la stessa nostra mentalità», ha sottolineato.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X