Sabato, 25 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo Draghi telefona a Zelensky: «Sì al sesto pacchetto di sanzioni»

Draghi telefona a Zelensky: «Sì al sesto pacchetto di sanzioni»

La guerra in Ucraina in tempo reale

23.28 È morto in Ucraina il nipote del viceministro della difesa russo Yunus-Bek Yevkurov. Lo scrive il giornale indipendente online Meduza, una pubblicazione considerata «un agente straniero» in Russia. Adam Khamkhoev era il comandante di una compagnia d’assalto aviotrasportato ed è morto la notte del 21 maggio. Khamkhoev, secondo la pubblicazione inguscia Fortanga, era figlio della sorella di Yunus-Bek Yevkurov, l’ex capo dell’Inguscezia, che ora ricopre la carica di viceministro della Difesa russo. Non ci sono ancora conferme ufficiali da parte delle autorità dell’Inguscezia.

21.51 Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha avuto una conversazione telefonica con il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, in merito agli ultimi sviluppi del conflitto. Nel corso del colloquio Mario Draghi ha assicurato il costante sostegno dell’Italia all’Ucraina, anche con riferimento alla necessità di approvare il sesto pacchetto di sanzioni, all’esigenza di sbloccare i porti e al supporto per l’ingresso dell’Ucraina nella Unione Europea. Lo riferisce palazzo Chigi.

20.41  Dopo la presa dell’acciaieria Azovstal da parte delle forze russe, il controllo militare dei posti di blocco intorno a Mariupol e della sicurezza sta passando dai miliziani separatisti filorussi di Donetsk alle forze dell’esercito di Mosca, in particolare a quelle cecene di Ramzan Kadyrov. Lo afferma il consigliere del sindaco di Mariupol Petro Andryushchenko, citato da Unian, secondo cui un’evacuazione dalla città è diventata impossibile.

19.00 Le forze di occupazione russe si stanno preparando a rilanciare le operazioni offensive sul Donbass nella direzione da Izyum, nell’oblast di Kharkiv, a Slavyansk, nella regione di Donetsk. Lo ha affermato nel suo ultimo bollettino lo Stato maggiore ucraino. «Continuano i preparativi delle unità delle forze di occupazione per riprendere l’offensiva. Durante la giornata, il nemico ha effettuato bombardamenti di artiglieria nelle aree degli insediamenti di Velyka Komyshuvakha e Dovhenke, nella regione di Kharkiv. Nella direzione di Slobozhansky - prosegue la nota dell’esercito di Kiev - il nemico continua a combattere per mantenere le frontiere occupate. Per impedire alle nostre truppe di raggiungere il confine di stato, ha lanciato attacchi aerei e ha sparato con l’artiglieria nelle aree degli insediamenti di Chornohlazivka, Prudyanka, Dementiivka e Ternova». Inoltre, «nella direzione di Donetsk, il nemico sta cercando di sfondare la linea di difesa delle truppe ucraine e raggiungere il confine amministrativo della regione di Lugansk».

18.03  La Russia valuterà «la possibilità» di uno scambio di prigionieri con l’Ucraina tra combattenti del reggimento Azov e l’oligarca filorusso Viktor Medvedchuk, catturato il mese scorso in un blitz degli 007 di Kiev. Lo ha dichiarato in una conferenza stampa a Donetsk il negoziatore russo e capo della commissione Affari Esteri della Duma, Leonid Slutsky, citato da Interfax.

17.48 L’Ucraina ha bisogno di diventare un candidato a pieno titolo per entrare nell’Ue, piuttosto che aderire al tipo di più ampia «comunità politica europea“ proposta dalla Francia. Lo ha affermato il presidente Volodymyr Zelensky durante una conferenza stampa con il primo ministro portoghese Antonio Costa, in visita a Kiev. «Non abbiamo bisogno di alternative alla richiesta dell’Ucraina di entrare nell’Unione Europea, non abbiamo bisogno di tali compromessi», ha detto Zelensky ai giornalisti. Emmanuel Macron aveva proposto la creazione di una comunità politica allargata per far entrare Paesi come l’Ucraina (ma anche la Gran Bretagna), in attesa della conclusione dell’iter di adesione all’Ue.

17.01  Il ministero degli Esteri russo ha pubblicato una lista di 963 cittadini statunitensi a cui è vietato l’ingresso in Russia. Tra costoro vi sono il presidente Usa Joe Biden, il segretario di Stato Antony Blinken e il capo della Cia William Burns. Il mese scorso Mosca aveva proibito l’ingresso sul proprio territorio a dieci funzionari del governo britannico, tra cui il premier Boris Johnson, il ministro degli Esteri Liz Truss e il ministro della Difesa Ben Wallace.

16.26 «Oggi sono 700mila le persone che stanno combattendo» l’invasione russa in Ucraina. Lo ha detto alla stampa locale il presidente Volodymyr Zelensky. «Un Paese come l’Ucraina non ha bisogno di un esercito di 250.000 o 260.000, ma di uno molto più grande. Pertanto, all’inizio del 2022, ho firmato un decreto per aumentare di 100 mila le forze armate l’anno prossimo», ha ricordato, e «anche questi 100.000 in più potrebbero non bastare a fermare l’attacco su vasta scala della Russia».

16.01 «La Russia ha bloccato quasi tutti i porti. Tutte, per così dire, le opportunità marittime per esportare cibo - il nostro grano, orzo, girasole e altri... 22 milioni di tonnellate sono bloccate oggi dalla Federazione Russa», ha affermato il presidente ucraino.

15.38 «Oggi qualunque concessione alla Russia non è una strada verso la pace, ma una guerra rinviata per molti anni». Lo afferma il capo negoziatore ucraino e assistente del presidente, Mykhaylo Podolyak su Twitter, sottolineando che «l’Ucraina non baratta la propria sovranità né i territori e gli ucraini che vi vivono». «È un peccato che dobbiamo spiegare una cosa così semplice a media così rispettabili come il New York Times», aggiunge Podolyak in riferimento ad un articolo del quotidiano newyorkese secondo cui probabilmente l’Ucraina dovrà fare concessioni territoriali per fermare la guerra.

15.01 Tra i corpi dei soldati russi seppelliti dagli abitanti del posto e ora riesumati dalla polizia ucraina nella regione di Kharkiv c’è anche il corpo di un alto comandante russo di cui Kiev aveva annunciato l’uccisione ai primi di marzo. Si tratta del tenente colonnello Vitaly Gerasimov, che gli ucraini avevano affermato di aver ucciso il 7 marzo vicino a Kharkiv. Lo fa sapere il capo del dipartimento investigativo Serhiy Bolvinov, secondo quanto riporta l’Ukrainska Pravda.

14.37 Sale a 13 il numero dei civili rimasti uccisi nelle ultime 24 ore nei bombardamenti russi nella regione orientale di Lugansk. Lo ha reso noto il capo dell’amministrazione militare regionale Sergiy Gaidai, citato dalla Bbc.Dodici sono stati uccisi nella città di Severodonetsk, snodo strategicamente importante per i russi perché il suo controllo consentirebbe alla Russia di dirigersi verso ovest e di collegarsi con le forze russe che stanno spingendo a sud-est di Izyum.

13.58 Il ministero degli Esteri russo ha pubblicato una lista di 963 cittadini statunitensi a cui è vietato l’ingresso in Russia. Tra costoro vi sono il presidente Usa Joe Biden, il segretario di Stato Antony Blinken e il capo della Cia William Burns. Il mese scorso Mosca aveva proibito l’ingresso sul proprio territorio a dieci funzionari del governo britannico, tra cui il premier Boris Johnson, il ministro degli Esteri Liz Truss e il ministro della Difesa Ben Wallace.

12.45  Tra i corpi dei soldati russi seppelliti dagli abitanti del posto e ora riesumati dalla polizia ucraina nella regione di Kharkiv c'è anche il corpo di un alto comandante russo di cui Kiev aveva annunciato l'uccisione ai primi di marzo. Si tratta del tenente colonnello Vitaly Gerasimov, che gli ucraini avevano affermato di aver ucciso il 7 marzo vicino a Kharkiv. Lo fa sapere il capo del
dipartimento investigativo Serhiy Bolvinov, secondo quanto riporta l’Ukrainska Pravda.

11.55 «Bloccando i nostri porti, la Russia  mette a rischio fame milioni di persone. Insieme ai partner, l'Ucraina ha stabilito due rotte terrestri alternative per consegnare le esportazioni di cibo e salvare l’Africa e altre regioni dalla carestia. La Russia deve porre fine al blocco per consentire la piena e libera esportazione». Lo afferma in un tweet il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba

10.46 Ad oggi, 21 maggio, «la Russia ha deportato 1.377.925 persone, compresi 232.480 bambini“ dall’Ucraina. Lo scrive la commissaria ai diritti umani del Parlamento ucraino Lyudmyla Denisova su Telegram, precisando che solo nell’ultimo giorno si tratta di 17.306 persone, di cui 2.213 minori. «Le dichiarazioni della Russia sul presunto trasferimento volontario degli ucraini non sono vere. Abbiamo la prova incontrovertibile di deportazioni forzate e pre-pianificate», afferma.

09.55  La guerra in Ucraina può terminare solo con mezzi "diplomatici": lo ha dichiarato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, parlando ad un canale tv ucraino, mentre i negoziati tra Mosca e Kiev sono ad un punto morto. La guerra "sarà sanguinosa, si combatterà, ma si concluderà definitivamente con la diplomazia", afferma Zelensky.

08.46  La Gran Bretagna ha avviato una discussione con gli altri alleati della Nato sull'invio di armi moderne alla Moldavia per consentirle di proteggersi da un’eventuale aggressione russa. Lo ha dichiarato in un’intervista al Telegraph il ministro degli Esteri britannico, Liz Truss. Lo scorso aprile il generale Rustam Minnekayev, capo del Distretto militare centrale russo, aveva affermato che l’obiettivo di Mosca era strappare all’Ucraina tutta la costa in modo da costruire un collegamento con la Transnistria, il territorio separatista filorusso della Moldavia. (

08.01 La regione di Kherson, l’unica in Ucraina a essere del tutto controllata dai russi, è stata connessa alla rete internet della Crimea. Lo ha riferito alla Tass il vicepresidente della Duma, Igor Kastyukevich, che svolge il ruolo di «sovritendente della missione umanitaria russa nella regione di Kherson».

07.03  La fornitura russa di gas naturale alla Finlandia è stata oggi interrotta, ha affermato la compagnia energetica statale finlandese Gasum dopo che il paese nordico ha rifiutato di pagare il fornitore Gazprom in rubli. «Le forniture di gas naturale alla Finlandia in base al contratto di fornitura di Gasum sono state interrotte», ha dichiarato la compagnia finlandese in una nota aggiungendo che il gas sarà ora fornito da altre fonti attraverso il gasdotto Balticconnector, che collega la Finlandia all’Estonia.

06.50 Dopo 86 giorni di resistenza l’acciaieria Azovstal di Mariupol è caduta ed è «sotto il controllo delle forze armate russe», ha annunciato ieri Mosca aggiungendo che il comandante del battaglione Azov è stato portato verso i territori controllati dalla Russia. Zelensky accusa Mosca di aver trasformato il Donbass in «un inferno». La procura ucraina ha identificato un nuovo ufficiale russo accusato di atrocità nella regione di Kiev. Il Nyt pubblica video che mostrano i russi giustiziare almeno 8 civili a Bucha. «Ho chiamato Putin per parlare di pace ma ho trovato un muro», dice Draghi. Da stamattina si interrompe la fornitura di gas russo alla Finlandia.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X