Mercoledì, 30 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo Ucraina, Mosca annuncia la conquista di Mariupol: abbattuto aereo con armi occidentali

Ucraina, Mosca annuncia la conquista di Mariupol: abbattuto aereo con armi occidentali

Gli aggiornamenti sulla guerra in Ucraina.

22.22 A Mariupol gruppi di resistenza sono ancora attivi nell’acciaieria di Azovstal, mentre l’intera area urbana è stata «ripulita» dalle forze ucraine. Lo ha detto il portavoce del ministero della Difesa Igor Konashenkov, citato da Interfax. «Il resto dei gruppi ucraini sono ora totalmente bloccati nell’acciaieria Azovstal, e l’unica possibilità che hanno di avere salve le vite è di deporre le armi e arrendersi», aggiunge Konashenkov.

21.30  Il capo del Centro di controllo della difesa nazionale della Federazione Russa, il colonnello generale Mikhail Mizintsev, ha accusato le forze di difesa territoriale ucraine di aver sparato nelle aree designate come corridoi umanitari verso Kharkiv e Zaporizhzhia, impedendo l’evacuazione dei civili. «I sistemi di controllo hanno registrato violazioni nelle aree dei corridoi umanitari aperti», ha affermato Mizintsev, scondo quanto riporta Tass, «i militanti dei battaglioni territoriali hanno sparato con armi leggere e mortai nelle direzioni di Kharkiv e Zaporizhzhia, impedendo così l’evacuazione dei cittadini dagli insediamenti bloccati».

20.41 I missili di precisione aviotrasportati russi hanno colpito 15 strutture dell’esercito in Ucraina, tra cui sei depositi di munizioni e sette caserme vicino a Barvinkove, Rubizhne, Popasna, Novozvanivka, Krasnoarmeisk, Selydove e Novobakhmutivka». Lo ha dichiarato il portavoce del ministero della Difesa russo, Igor Konashenkov. «Gli attacchi hanno ucciso e ferito oltre 320 soldati ucraini, distrutto 23 pezzi di equipaggiamento corazzato e sette diverse automobili», ha detto ancora il portavoce.

19.52  Le forze russe hanno abbattuto, nei pressi di Odessa, un aereo da trasporto che aveva bordo «un grande quantitativo di armi occidentali». Lo ha dichiarato il portavoce della Difesa di Mosca, Igor Konashenkov.

18.56 Il duro affondo, che consente di capire il punto di non ritorno in cui rischia di sprofondare la guerra in Ucraina, è arrivato dal presidente Volodymyr Zelensky. Sulla situazione che si è creata a Mariupol, con l’esercito di Kiev e il battaglione di Azov in evidente difficoltà, il numero uno del Paese è stato chiaro: "La distruzione delle nostre forze nella città costiera metterà fine ai negoziati con la Russia".

17.28 I combattenti ucraini che rimangono a Mariupol e si rifiutano di arrendersi saranno eliminati. L’avvertimento è stato lanciato dal capo dei separatisti filo-russi di Donetsk Denis Pushilin parlando con i giornalisti nella città portuale dove i combattimenti continuano a infuriare. Nei giorni scorsi Mosca ha affermato che oltre mille marines ucraini si sono arresi a Mariupol, ma Kiev ha negato. Ed oggi Pushilin ha detto: «Quei membri dell’esercito regolare, come i marine che avete visto, si sono arresi. Mentre i nazionalisti, a quanto pare, non hanno intenzione di arrendersi, ecco perché devono essere eliminati». Il filmato di Pushilin, che parla accanto al politico ceceno Adam Delimkhanov, circondato dalle truppe, è stato diffuso dal canale di notizie russo Rossiya 24, riporta la Bbc.

16.26   "I russi stanno raccogliendo tutti gli uomini di Mariupol e li trasferiscono a Bezimenne, un villaggio del Donetsk sotto il loro controllo". Lo affermano le autorità locali, secondo quanto riporta l’agenzia Unian, sottolineando che una volta trasferiti «gli vengono sequestrati i documenti in attesa di nuovo ordine" «Stanno compiendo una intensa 'pulizià degli uomini, abbiamo le prime conferme», ha scritto su Telegram un consigliere del sindaco della città, Petro Andryushchenko.

15.37 Porti italiani vietati per le navi russe a partire da domani. Lo prevede una circolare del Comando generale delle Capitanerie di porto, recependo il regolamento Ue dell’8 aprile sulle misure restrittive nei confronti della Russia. Nel quale, ricorda la circolare, «è stato inserito l’articolo 3 sexies bis che vieta l’accesso ai porti nazionali alle navi di bandiera Russa, dopo il 16 Aprile 2022; tale misura si applica anche nei confronti delle navi che abbiano cambiato la propria bandiera, da russa a qualsiasi altra nazionalità, dopo il 24 Febbraio 2022». Le navi russe attualmente ancorate nei porti italiani «alla luce dei chiarimenti ricevuti dalla Commissione Europea, potranno permanere in porto fino al completamento delle proprie attività commerciali, momento in cui dovranno lasciare lo stesso».

13.46 «Oltre un migliaio di civili sono stati catturati dai russi, dei quali più di 500 sono donne». Lo ha affermato la vice premier ucraina, Iryba Vereshchuk, sottolineado che Kiev «non scambierà i militari per i civili, dal momento che è proibito dalla Convenzione di Ginevra». L’Ucraina chiede «il rilascio senza condizioni dei civili», ha dichiarato.

12.38 «La riapertura della nostra Ambasciata a Kiev rappresenta per noi un momento emozionante e di speranza ad oltre cinquanta giorni di distanza dall’inizio del conflitto. Come evidenziato dal Ministro degli Esteri Di Maio, la riapertura della nostra sede è un gesto simbolico ma che queste Autorità apprezzano molto. Oggi ci sentiamo ancora più vicini al Governo e al popolo ucraino e continueremo ad assistere al meglio i nostri connazionali». Lo ha dichiarato l'ambasciatore Pier Francesco Zazo.

11.47 L’amministrazione militare ha esortato su Telegram i residenti di Kiev a non tornare a casa poiché le truppe russe hanno ripreso a bombardare la capitale e l'intera regione. Lo riporta Ukrinform. Ogni giorno 40-50mila persone tornano nella capitale, il che rappresenta una minaccia per la sicurezza della popolazione, ha detto l’amministrazione, ci sono code di chilometri per rientrare a Kiev: «Gli aiuti umanitari, i servizi di emergenza, i medici, i servizi pubblici e i militari non riescono a superare gli ingorghi». «Non ignorate gli allarmi per i raid aerei, rimanete al sicuro», hanno esortato i funzionari.

11.36 Il capo dell’amministrazione militare di Kirovohrad, nel centro dell’Ucraina, Andrii Raikovych, ha segnalato vittime in seguito all’attacco missilistico russo sull'aeroporto di Oleksandria la scorsa notte. Lo riferisce il corrispondente di Ukrinform. «In tarda serata, missili russi hanno colpito la città di Oleksandria. Le infrastrutture dell’aeroporto sono state danneggiate. Alcune persone sono state uccise e ferite», ha detto.

10.55 La Russia sta schierando elicotteri d’attacco lungo il confine orientale con l’Ucraina e sta inviando altre truppe e pezzi di artiglieria nel territorio nemico per prepararsi al previsto assalto nell’est del Paese: lo scrive il New York Times, che cita anonimi funzionari ucraini e statunitensi. Secondo analisti militari, riferisce ancora il giornale, potrebbero passare «settimane» prima che Mosca completi il consolidamento delle sue forze, ma quando tutto sarà pronto l’offensiva sarà «lunga e molto, molto sanguinosa».

9.56 Le forze russe hanno bombardato questa mattina una fabbrica di carri armati ucraina alla periferia di Kiev: lo riporta un inviato della Afp. Sul posto sono presenti numerosi militari e poliziotti, che impediscono l’accesso al complesso, dal quale si alzano colonne di fumo. Il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko, ha scritto su Facebook di non avere informazioni su eventuali vittime.

8.38 Sono 200 i bambini ucraini rimasti uccisi dall’inizio dell’invasione russa e 360 quelli feriti, secondo quanto riferisce il commissario per i diritti umani del Parlamento ucraino Liudmyla Denisova su Facebook, citata da Ukrinform. «Alle 8 del 16 aprile 2022, secondo i dati del registro unificato delle indagini preliminari e altre fonti, che devono ancora essere confermate, dall’inizio dell’invasione russa sono morti in totale 200 bambini e 360 bambini sono stati feriti», ha scritto Denisova.

8.19 Esplosioni hanno scosso questa mattina la capitale ucraina Kiev: lo riporta sul Telegram il sindaco Vitali Klitschko. Le esplosioni hanno colpito il distretto di Darnytskyi, alla periferia della città, ha aggiunto Klitschko precisando che non si conosce ancora il numero delle vittime e che le squadre dei soccorsi sono sul posto. Lo riporta la Bbc.

5.30 Sirene d’allarme antiaeree stanno risuonando a Kiev e in altre città dell’Ucraina, nelle regioni centrali e occidentali del Paese: a Leopoli, Rivne, Ivano-Frankivsk, Volyn, Khmelnytsky, Vinnytsia e Zhytomyr. Lo riportano i media locali.

2.29 Il primo ministro ucraino Denys Shmyal sarà a Washington la prossima settimana con il ministro delle finanze Serhiy Marchenko e il governatore della banca centrale Kyrylo Shevchenko. Lo scrive l’agenzia Reuters sul suo sito web, citando fonti informate. Shmyal, Marchenko e Shevchenko avranno incontri con funzionari dei paesi del G7 e altri e giovedì prenderanno parte a una tavola rotonda sul conflitto in Ucraina ospitata dalla Banca mondiale.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X