Lunedì, 03 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo Ucraina: civili uccisi a Kharkiv mentre salivano sul bus, riapre l'ambasciata italiana a Kiev

Ucraina: civili uccisi a Kharkiv mentre salivano sul bus, riapre l'ambasciata italiana a Kiev

Gli aggiornamenti sulla guerra in tempo reale.

22.34 «Il (nostro) compito numero uno è accelerare la pace». Lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nel suo video messaggio serale diffuso sul suo canale Telegram. «Le nostre Forze Armate lo stanno facendo brillantemente», ha sottolineato il leader di Kiev, «fermano gli attacchi degli occupanti. Stanno effettuando contrattacchi». «I nostri diplomatici devono continuare la loro attività lungo tutte le linee possibili, a tutti i livelli possibili, sia ufficiali che ufficiosi», ha proseguito.

22.07 Le sirene di allarme per attacco aereo sono tornate a suonare in serata a Kiev. Lo riporta il Guardian, citando il proprio inviato nella capitale ucraina, Luke Harding.

21.37 Le chiese in Ucraina rimarranno chiuse durante il coprifuoco per la Pasqua ortodossa, che si terrà domenica 24 aprile. Lo scrive la Bbc, precisando che la notizia è stata riportata dalla polizia ucraina, dalla Chiesa ortodossa ucraina e dalla Chiesa greco-cattolica ucraina.

20.43 Solo 58 dei 510 membri dell’equipaggio dell’incrociatore russo Moskva, affondato ieri al largo di Odessa nel Mar Nero, sarebbero stati tratti in salvo. A riferirlo su Facebook è l’ex deputato della Duma e oggi attivista Ilya Ponomarev.

19.32 «Poco fa ho finito di parlare con l’ambasciatore italiano in Ucraina: è arrivato a Kiev e ha già riaperto l’ambasciata che sarà operativa da lunedì mattina». Lo ha detto a Zapping su Radio Uno il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. L’ambasciatore, Pier Francesco Zazo, è giunto nella capitale «dopo un viaggio di 10 ore» da Leopoli, dove si era trasferito dopo l’inizio dell’invasione russa in Ucraina. «Siamo stati fra gli ultimi a lasciare Kiev, siamo fra i primi a tornarci», ha detto Di Maio.

18.45 «Le forze armate russe hanno impedito al regime nazionalista di Kiev di lanciare un attacco missilistico alla centrale idroelettrica di Kakhovskaya». Lo ha annunciato il ministero della Difesa di Mosca in un briefing. «Questa mattina», ha riferito il dicastero, «una divisione della 19a brigata missilistica separata delle forze armate ucraine ha attaccato la centrale idroelettrica di Kakhovskaya con due missili tattici Tochka-U, che sono stati abbattuti». La centrale regola il flusso del fiume Dnepr, fornisce elettricità alla regione di Kherson e acqua alle zone agricole dell’Ucraina meridionale e della Crimea, fa notare Mosca. «La distruzione della diga della centrale di Khakovskaya», secondo il ministero della Difesa russo, «mirava al rilascio incontrollato delle acque del Dnepr e a causare l’inondazione di diverse zone della regione di Kherson per limitare le azioni delle forze armate russe».

17.34  "Dobbiamo tutti essere pronti alla minaccia nucleare della Russia". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un'intervista alla Cnn che andrà in onda alle 16 ora locali (le 22 in Italia) e di cui la all news americana ha trasmesso un'anticipazione.

16.58 Il primo volo con le nuove armi Usa destinate all’Ucraina arriverà nella «regione» nelle prossime 24 ore. Lo riporta la Cnn citando fonti della Difesa americana. Non è chiaro dove arriveranno di preciso le armi e quali faranno parte di questo primo invio

15.47 Per la prima volta dall'inizio dell'invasione la Russia ha usato caccia-bombardieri a lungo raggio contro Mariupol.

14.16  Il comandante dell’incrociatore Moskva, Anton Kuprin, è morto durante l’esplosione e l’incendio a bordo della nave prima che affondasse. Lo riferisce il consigliere del ministro degli Interni ucraino, Anton Gerashchenko, citato dal media dell’opposizione bielorussa Nexta. Kuprin diede l’ordine di bombardare l’Isola dei Serpenti il primo giorno di guerra.

13.56 «No, non manderemo il presidente in Ucraina». Lo afferma la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, confermando comunque che l’amministrazione sta decidendo chi invierà a Kiev. Secondo indiscrezioni, potrebbe trattarsi del capo del Pentagono Lloyd Austin o del segretario di Stato Antony Blinken.

12.53 Sette persone sono state uccise e altre 27 ferite in un attacco russo agli autobus che evacuavano civili nel villaggio di Borova, nella regione ucraina orientale di Kharkiv. Lo riferisce l’ufficio del procurastore generale. «Il 14 aprile, militari russi hanno sparato sugli autobus di evacuazione che trasportavano civili nel villaggio di Borova, nel distretto di Izium. I dati preliminari mostrano che sette persone sono morte. Altre 27 persone sono rimaste ferite», si legge nella nota.

12.21  «I russi non si sono fermati nemmeno davanti a un piccolo cimitero, hanno bombardato quello di Teterivs’ke, un paesino nella regione di Kiev, che viveva di agricoltura e che contava circa 2.000 abitanti prima della guerra. Adesso i morti che riposavano lì sono stati sbalzati fuori dalle bare per colpa delle bombe e sono sotto gli occhi di tutti. Orrore nell’orrore». A dirlo all’ANSA è Tamara Senyushko che sta portando aiuti in tutta l’Ucraina dall’inizio della guerra.

11.57 Sono almeno 20.000 i soldati russi uccisi in Ucraina dall’inizio dell’invasione: lo rende noto oggi l’Esercito di Kiev sul suo account Twitter. Nel suo ultimo aggiornamento sulle perdite subite finora da Mosca, l’Esercito ucraino indica inoltre che dopo 51 giorni di conflitto si registrano anche 163 aerei da caccia abbattuti, oltre a 144 elicotteri e 135 droni. Inoltre, le forze di Kiev affermano di aver distrutto 756 carri armati russi, 366 pezzi di artiglieria, 1.976 veicoli blindati per il trasporto del personale, quattro sistemi di missili balistici a corto raggio, 122 sistemi di lanciamissili, otto navi, 1.443 veicoli, 76 autocisterne per il rifornimento di carburante, 66 unità di difesa antiaerea e 25 unità di equipaggiamenti speciali.

11.45  Le forze russe hanno sostituito questa mattina la bandiera ucraina con quella russa sull’edificio del consiglio comunale di Skadovsk, nella regione di Kherson (sud): lo riporta Ukrayinska Pravda, che cita il sindaco della città Oleksandr Yakovliev. Lo stesso ha sottolineato che in questo modo la Russia è pienamente responsabile di tutto ciò che accade nella città e nella comunità. «Il consiglio comunale di Skadovsk non collaborerà con gli invasori, quindi da oggi nessun dipendente del comitato esecutivo lavorerà nell’edificio sotto la bandiera dell’aggressore - ha detto il sindaco -. Indipendentemente dalle circostanze esterne, il nostro servizio all’Ucraina, alla nostra città natale e alla sua comunità continua».
Il giornale ricorda che la bandiera russa è già stata issata sull’edificio amministrativo di Oleshky, sempre nella regione di Kherson.

10.45 Il consiglio comunale della città di Mariupol afferma che gli occupanti russi hanno iniziato a riesumare i cadaveri sepolti nei cortili dei blocchi residenziali. Lo scrivono i funzionari su Telegram, citati dalla Bbc. «I soldati russi non stanno permettendo ai residenti di seppellire le persone, ogni cortile ora ha un supervisore per far rispettare questa regola». A Mariupol ci sarebbero, secondo Kiev, 13 forni crematori mobili e le autorità cittadine sospettano che i russi stiano cercando di coprire i crimini di guerra.

10.26 Cinque persone sono rimaste uccise e altre nove ferite nel Donbass in seguito ad attacchi russi: lo ha reso noto oggi l’ufficio del presidente ucraino Vlodomyr Zelensky.
Due persone sono state uccise e altre due ferite nella regione orientale di Lugansk, mentre altre tre sono state uccise e sette ferite nella vicina regione di Donetsk. La presidenza ha inoltre affermato che «i combattimenti stanno continuando lungo l’intera linea del fronte» a Donetsk. Zelensky aveva affermato che le forze russe mirano a distruggere la regione.

10.04  Le forze russe hanno colpito ieri notte una fabbrica di armi vicino a Kiev con missili Kalibr lanciati dal mare: lo ha reso noto il portavoce della ministero della Difesa russo, Igor Konashenkov, secondo quanto riporta Interfax.  E’ stato preso di mira lo stabilimento della Zhulyany Vizar, che produce tra l’altro razzi terra-aria anti aereo e componenti per aerei ed elicotteri: i missili russi hanno «distrutto le officine di produzione e manutenzione dei sistemi di difesa aerea a medio e lungo raggio e missili anti-nave», ha precisato Konashenkov.

9.20 Il numero e l’entità degli attacchi missilistici su obiettivi a Kiev aumenteranno in risposta a quelli delle forze ucraine contro il territorio russo. Lo ha affermato il ministero della Difesa di Mosca.

8.55  «Passeremo la Pasqua a svolgere le operazioni per riportare l’ambasciatore Zazo a Kiev e subito dopo Pasqua lo vedrete di nuovo operativo nella capitale ucraina». Lo ha affermato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

8.41  «Abbiamo già resistito 50 giorni - ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un video - 50 giorni di invasione russa, anche se gli occupanti ci avevano dato un massimo di cinque». Per Zelensky «durante i 50 giorni di questa guerra, l’Ucraina è diventata un eroe per l’intero mondo libero».

8.19 Nella regione di Lugansk, l’esercito russo sta tentando senza successo di catturare gli insediamenti di Popasna e Rubizhne. Lo afferma lo Stato Maggiore Generale delle Forze Armate ucraine citato da Ukrainska Pravda. Nell’Ucraina occidentale, alcune unità delle Forze armate della Bielorussia presidiano il confine ucraino-bielorusso nelle regioni di Brest e Gomel.

7.43 Nuovo scambio di prigionieri, il quinto, tra l’Ucraina e la Russia: secondo quanto ha reso noto il Comando operativo meridionale ucraino - riporta il Kyiv Independent - il governo di Kiev ha rilasciato quattro soldati russi in cambio di cinque ucraini.

7.23 Il presidente Usa, Joe Biden, sta valutando l’ipotesi di volare a Kiev. A confermarlo con un «sì» è proprio l’inquilino ella Casa Bianca, che così ai giornalisti che gli chiedevano se «fosse pronto ad andare in Ucraina». Un ulteriore passo dopo l’annuncio della collaborazione degli Usa per accertare le atrocità commesse dalla Russia in Ucraina. “Qualsiasi tentativo della Russia di ostacolare il trasferimento di armi all’Ucraina rischia di innescare un’escalation.

7.01 Nella notte nuovi bombardamenti nelle aree residenziali di Kharkiv. Lo ha affermato Oleh Syniehubov, capo dell’amministrazione militare della regione. «Queste sono aree esclusivamente pacifiche dove non ci sono infrastrutture militari», ha detto. Intanto a Izium, da cui le forze russe stanno cercando di avanzare verso il Donbass orientale, «sono in corso ostilità attive e le nostre forze armate stanno trattenendo il nemico in modo che non possano trasportare le loro attrezzature nelle regioni di Luhansk e Donetsk», ha aggiuntoto Syniehubov.

7.00 La nave ammiraglia della Russia nel Mar Nero è affondata dopo un’esplosione e un incendio che l’Ucraina ha sostenuto essere un attacco missilistico riuscito, mentre il Cremlino ha accusato Kiev di prendere di mira i suoi cittadini spingendosi oltre il confine. Il ministero della difesa russo ha detto che l’esplosione della nave è stata il risultato dell’esplosione di munizioni e ha aggiunto che il danno originato dalla deflagrazione le ha fatto «perdere l’equilibrio» mentre veniva rimorchiata nel porto. «Dato il mare agitato, la nave è affondata», ha detto l’agenzia di stampa statale russa TASS, citando il ministero. Da parte ucraina, il portavoce militare di Odessa Sergey Bratchuk ha affermato che la nave è stata colpita da missili da crociera Neptune nazionali. A Washington, il portavoce del Pentagono John Kirby ha detto di non essere in grado di verificare nessuna delle due versioni, ma ha sottolineato che l’affondamento della Moskva ha dato un «grande colpo» alla flotta del Mar Nero.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X