Martedì, 05 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Foto Calcio L'allenatore del Chelsea furioso: «L'arbitro e Ancelotti a fine partita ridevano insieme»

L'allenatore del Chelsea furioso: «L'arbitro e Ancelotti a fine partita ridevano insieme»

Thomas Tuchel, l’allenatore del Chelsea eliminato dalla Champions dal Real nonostante la vittoria a Madrid, non ha gradito. Non solo l’esito del match, a suo parere condizionato da alcune scelte arbitrali, ma anche il vedere il rivale Carlo Ancelotti e l’arbitro Szymon Marciniak ridere di gusto, salutandosi dopo il fischio finale.

Le dichiarazioni di Tuchel

«So che Ancelotti è un gentiluomo e una brava persona - ha esordito il tecnico tedesco - ma quando volevo andare a ringraziare l’arbitro per la partita, l’ho visto ridere a crepapelle con l’allenatore avversario. Penso che sia stato un momento molto sbagliato per farlo, è una cosa che mi ha molto deluso. Il tempismo era del tutto inappropriato e gliel'ho detto». Tuchel ha poi lamentato l’annullamento della rete di Marcos Alonso, quella che al 18’ della ripresa poteva dare il 3-0 ai suoi e che, prima dell’intervento del Var, sembrava aver messo psicologicamente in ginocchio i madrileni. «Le decisioni non dovrebbe prenderle qualcuno seduto su una sedia - ha affermato Tuchel -, mi ha deluso il fatto che l’arbitro non abbia rivisto l'episodio. Ma quando giochi contro il Real, forse non ti aspetti che tutti abbiano coraggio».

L'impresa sfiorata

Un’amarezza comprensibile quella di Tuchel. La sua squadra è andata vicina a una clamorosa rimonta contro il Real Madrid dell’allenatore Italiano, che all’andata a Stamford Bridge aveva vinto per 3-1. Al Santiago Bernabeu, nella partita di ritorno dei quarti di finale di Champions League, il Chelsea ha costretto le merengues ai supplementari, dopo avere chiuso i 90’ regolamentari con l’identico punteggio della partita di Londra, sul 3-1. Decisivo il gol nel primo extra-time del solito Karim Benzema. Era stato Rodrygo, da subentrato, ad evitare il tracollo spagnolo sul 3-0 per gli ospiti firmato da Mount, Rudiger e Werner.

Il Chelsea va sul 2-0

Costretti a forzare i ritmi per recuperare i due gol di svantaggio dell’andata, i blues dopo solo un quarto d’ora sono riusciti a rompere l’equilibrio e riaprire completamente il discorso qualificazione. La fiammata vincente è stata quella di Mount, che ha sfruttato una sponda in verticale quasi involontaria di Werner, freddando con un destro preciso Courtois. Ad inizio ripresa il Chelsea ha trovato anche il 2-0, rimettendo tutto clamorosamente in parità, grazie al colpo di testa di Rudiger su corner di Mount.

Il gol annullato

Con il Real in evidente difficoltà, gli inglesi hanno continuato a martellare e una dozzina di minuti più tardi è arrivato il primo episodio che non è piaciuto a Tuchel. Marcos Alonso ha scagliato un  gran destro sotto l’incrocio, ma il gol del 3-0 gli è stato negato dall'intervento del Var, che ha scovato un leggerissimo ed involontario tocco di mano dello stesso esterno ex Fiorentina. L'arbitro Marciniak si è fidato dell'assistenza Var, senza andare al monitor.

Il finale di gara

D'altronde, il 3-0 poi è arrivato sul serio, al 75', grazie alle due finte di Werner in piena area madridista. Con la qualificazione passata in mani Chelsea e un quarto d'ora residuo sul cronometro, il Real ha ritrovato la furia dei giorni migliori, andando prima a pareggiare i conti, all’80', con Rodrygo, su assist sublime di Modric, e realizzando poi la rete che vale la semifinale durante il primo tempo supplementare, con Benzema, pronto a infilare in porta di testa, al 96', un assist delizioso di Vinicius. Così, è finita 3-2 per il Chelsea, ma a ridere a fine partita era il Real. E non solo metaforicamente.

Real Madrid-Chelsea 2-3 (d.t.s.)

RETI: pt 15' Mount; st 6' Rudiger, 30' Werner, 35' Rodrygo; pts 6' Benzema

REAL MADRID (4-3-3): Courtois 6.5; Carvajal 6, Nacho 5.5 (43'st Vazquez 6), Alaba 5.5, Mendy 4.5 (33'st Marcelo 6); Modric 7, Casemiro 6 (33'st Rodrygo 7), Kroos 5.5 (28'st Camavinga 6.5); Valverde 6.5, Benzema 7, Vinicius jr 6 (10'sts Ceballos sv). In panchina: Fuidias, Lunin, Marin, Mariano Diaz, Bale, Asensio, Jovic. Allenatore: Ancelotti 6.5

CHELSEA (4-3-3): Mendy 6; James 6, Thiago Silva 6, Rudiger 7, Alonso 6; Kovacic 6.5 (1'sts Jorginho 5.5), Loftus-Cheek 6 (1'sts Saul 6), Kantè 6.5 (10'pts Ziyech 5.5); Mount 7, Havertz 6.5, Werner 7 (38'st Pulisic 6). In panchina: Kepa, Bettinelli, Sarr, Azpilicueta, Chalobah, Christensen, Vale. Allenatore: Tuchel 6.5

ARBITRO: Marciniak (Polonia) 6.5

NOTE: serata serena, terreno di gioco in ottime condizioni. Ammoniti: James, Benzema, Valverde, Camavinga, Ziyech, Havertz, Carvajal e dalla panchina Tuchel e Azpilicueta. Angoli: 10-1 per il Chelsea. Recupero: 1'; 4'; 0'; 3'. Punteggio dopo le due gare: Real Madrid-Chelsea 5-4. Qualificata: Real Madrid

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X