Domenica, 26 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Last dance per Federica Pellegrini, settima nella sua ultima finale: "È stato un bel viaggio"
OLIMPIADI

Last dance per Federica Pellegrini, settima nella sua ultima finale: "È stato un bel viaggio"

nuoto, olimpiadi tokyo 2020, Federica Pellegrini, Sicilia, Sport
Federica Pellegrini

Federica Pellegrini ha chiuso al settimo posto la sua ultima finale olimpica dei 200 stile libero. L'azzurra è finora l'unica nuotatrice ad aver conquistato la qualificazione a cinque finali olimpiche nella stessa distanza.

La medaglia d'oro è stata vinta dall'australiana Ariarne Titmus, che ha così bissato la vittoria dei 400 stile libero. Argento a Haughey (Hong Kong), bronzo a Oleksiak (Canada). Federica Pellegrini ha chiuso in 1'55''91, distante 2'41'' dall'australiana.

Dopo 17 anni di gare e successi lascia, quindi, Federica. A fine gara ha ringraziato famiglia, staff, chi ha fatto l'alba per seguirla: "È stato un bel viaggio" ha detto con un sorriso, interrotto poi dalla commozione e da un pianto. La conquista della finale dei 200 stile libero era il primo obiettivo di questa Olimpiade di Federica Pellegrini, mentre il podio sapeva già essere fuori portata. "Tanti anni di bracciate: me la sono goduta dall'inizio alla fine". Federica Pellegrini prova a non piangere, ma non riesce a trattenere le lacrime: "Tra pochi giorni farò 33 anni, è il momento più giusto - ha detto -: ringrazio tutti quelli che mi hanno tifato e si sono svegliati di notte per seguirmi dall'Italia".

La Divina, comunque, è per sempre. Nella storia, dopo aver compiuto l'ennesimo ribaltone della sua carriera e conquistato la sua quinta finale nei 200 stile libero in altrettante Olimpiadi. Nessuna donna ci era mai riuscita nella storia, solo Phelps tra gli uomini.

Immortale, come l'impresa compiuta già ieri mattina all'Aquatic Center di Tokyo quando con un 1'56''44 si è spinta dentro la finale di oggi. Con rabbia e orgoglio, per non chiudere la carriera individuale con un fallimento che non meritava: "Sono strafelice", aveva commentato al termine delle semifinali.

Il canto del cigno che non ci stava a chiudere la sua carriera senza aver messo almeno l'ultimo tassello che la consacra ancora di più nella storia del nuoto mondiale.

"Parigi 2024? Grazie, ma no - dice sorridendo da giorni ai giornalisti -. Il mio corpo mi sta chiedendo già il ritorno, con i minuti di interessi".

E aveva anche previsto tutto: chi sarà la prossima regina dei 200? "Titmus, e andrà anche molto vicina al record del mondo", si era detta convinta la Pellegrini e così è stato mentre tutta Italia le ripete "Grazie, è stato bello".

L'azzurra deciderà a settembre se proseguirà la carriera fino ai Campionati Europei di Roma del 2022. Lo apprende l’Agi dall’entourage della fuoriclasse del nuoto azzurro. "Questa valutazione verrà fatta con il suo allenatore a settembre", comunica lo staff della 'Divina' che il 5 agosto festeggerà 33 anni. La 36esima edizione dei Campionati europei di nuoto, nuoto di fondo, tuffi, tuffi dalle grandi altezze e nuoto sincronizzato si svolgerà a Roma dall’11 al 21 agosto del 2022. Per Pellegrini sarebbe la perfetta consacrazione e chiusura di una carriera che proprio allo Stadio del Nuoto del Foro Italico ha vissuto uno dei momenti più belli ed emozionanti con il doppio oro iridato sui 400 e 200 stile libero del 2009.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X