Martedì, 14 Luglio 2020
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport La Ferrari scommette su Leclerc: "Può diventare il pilota migliore della storia"
FORMULA 1

La Ferrari scommette su Leclerc: "Può diventare il pilota migliore della storia"

La Ferrari guarda al futuro, per avviare un ciclo nuovo e soprattutto vincente. Affidandosi ai giovani. Soprattutto al monegasco Charles Leclerc, al secondo anno con la scuderia di Maranello, un 23enne promettente che secondo il team principal Mattia Binotto può diventare «il pilota più forte della storia della F1».

L’impegnativa investitura è arrivata in un’intervista al giornale spagnolo Marca nella quale Binotto ha chiarito le strategie della rossa per i prossimi anni, dicendo la sua sull'ultimo anno di Vettel ("lo adoriamo e apprezziamo") con la scuderia italiana e profetizzando un futuro di campione del mondo per Carlos Sainz, fresco di ingaggio per la prossima stagione.

«Abbiamo investito molto su Leclerc, sì, molti anni, dai tempi della F3, in F2 e ora in F1, dove il processo continua e speriamo che quest’anno sia ancora più forte del passato e ancora di più in futuro. Charles è un pilota su cui la Ferrari può contare per il futuro, cercando di sviluppare il più possibile e che può diventare il pilota più forte nella storia della Formula 1». Parole dolci anche per Carlos Sainz, il giovane pilota spagnolo e figlio d’arte: «Potrà diventare campione del mondo» ha detto Binotto, ma la strada è lunga. Lo spagnolo arriverà a Maranello solo nel 2021.

«Con Leclerc parte alla pari, sarà la pista a dire chi è il primo e chi il secondo pilota. Penso che per lui il primo anno sarà più complicato perché -ha spiegato Binotto- deve prima capire la macchina e la squadra, ecco perché non abbiamo firmato un contratto di un anno con lui, ma sono sicuro che è molto veloce, così finalmente può essere campione del mondo». Il presente della Ferrari risponde al nome di Sebastian Vettel, un passato di pluricampione del mondo, ma con la Ferrari la sorte è sempre stata avversa, complice Lewis Hamilton con la sua Mercedes.

«Se Vettel trovasse in futuro un posto in Mercedes sarei molto felice per lui, davvero» ha detto il numero uno di Maranello, ammettendo che la decisione di separarsi dal pilota tedesco l’anno prossimo non è stata facile «per molte ragioni. La Ferrari ama Sebastian come pilota e come persona. Era la nostra prima opzione, poi la pandemia ha cambiato molte cose, dal regolamento al massimale del bilancio, è cambiato la visione della situazione, guardando avanti come con la nuova auto, rinviata al 2022. Le revisioni interne dovevano essere fatte, difficili, ed è quello che abbiamo fatto».

«Vettel lo adoriamo e apprezziamo, sarebbe importante per lui trovare un buon posto il prossimo anno. Sento voci che lo può trovare in Mercedes e sarei molto felice per lui, lo sarei davvero».

A luglio comincerà finalmente il mondiale 2020, ma Binotto non ha dubbi: «Vettel è una persona eccezionale, un grande professionista con senso di responsabilità e sono sicuro che vuole finire il suo ultimo anno in Ferrari in una buona posizione, ottenendo il meglio per la squadra, quindi non mi aspetto affatto un cattivo comportamento».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X