Sabato, 24 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Mancini, addio all'Inter: in nerazzurro arriva De Boer
SERIE A

Mancini, addio all'Inter: in nerazzurro arriva De Boer

MILANO. Il contratto tra Roberto Mancini e l'Inter è stato risolto nella notte. Al suo posto arriverà l'ex allenatore dell'Ajax Frank De Boer, a cui verrà proposto un triennale da 1,5 milioni a stagione. La notizia ha trovato conferma in ambienti vicini a Mancini che, secondo quanto si apprende, è molto dispiaciuto.

Mancini oggi non dirigerà l'allenamento alla Pinetina, mentre De Boer nelle prossime ore sarà a Milano per mettere la firma sul contratto. Alla base del divorzio contrasti insanabili con la proprietà e in particolare con il presidente Erick Thohir, legati a visioni differenti del mercato e al rinnovo del contratto di Mancini. Nei giorni scorsi i vertici nerazzurri avrebbero quindi contattato De Boer, reduce dallo scudetto perso all'ultima giornata con l'Ajax, trovandone l'assoluta disponibilità. Mancini percepirà una buonuscita tra i 2 e i 2,5 milioni di euro. Finisce qui la sua seconda esperienza all'Inter dopo una stagione e mezzo: era subentrato a Mazzarri il 14 novembre 2014.

Il rapporto tra il presidente Thohir e Mancini si era logorato da tempo. Il tecnico non aveva gradito di essere stato tenuto all'oscuro del passaggio di proprietà e di essere stato poco considerato in sede di mercato: le richieste insistenti per Yaya Touré non erano mai state prese in considerazione con Suning più orientato a puntare su giocatori di prospettiva.

È arrivato Candreva, nome gradito all'allenatore, è stato preso Gregucci per rinforzare lo staff tecnico, è nata una trattativa per Gabigol: operazioni che non hanno portato la schiarita auspicata da Moratti. Non hanno certo aiutato i risultati delle amichevoli estive: l'Inter ha perso con Paris Saint Germain e Bayern Monaco ed è stata spazzata via dal Tottenham (1-6) appena due giorni fa.

A sostituire Mancini sarà quindi Frank De Boer. L'ex tecnico dell'Ajax ha appena vissuto il suo personale '5 maggio', perdendo il titolo di campione d'Olanda all'ultima giornata dopo quattro scudetti consecutivi. Un profilo gradito da sempre a Thohir, una figura scelta per la riconosciuta abilità di lavorare con i giovani. Lo ha fatto nel vivaio dei Lancieri e poi con la prima squadra, lanciando talenti del calibro di Klassen, Milik ed El-Ghazi. Piccola curiosità: la prima volta che Frank de Boer scese in campo da allenatore dell'Ajax accadde a San Siro, contro il Milan. Era l'8 dicembre 2010. Quasi un segno del destino.

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X