Mercoledì, 23 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Michele Merlo è morto, il cantante "Mike Bird" non ce l'ha fatta
MUSICA A LUTTO

Michele Merlo è morto, il cantante "Mike Bird" non ce l'ha fatta

È morto nella tarda serata di ieri il cantante Michele Merlo, 28 anni, già concorrente di X Factor e di Amici. Era ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Maggiore di Bologna dopo essere stato colpito, nella notte tra giovedì e venerdì, da un’emorragia cerebrale scatenata da una leucemia fulminante e sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Lo comunicano i consulenti della famiglia in una nota.

Le condizioni di Merlo, in arte Mike Bird, erano peggiorate nel corso delle ore. "Michele - ha fatto sapere ieri la famiglia in una nota - si sentiva male da giorni e mercoledì si era recato presso il pronto soccorso di un altro ospedale del bolognese che, probabilmente, scambiando i sintomi descritti per una diversa, banale forma virale, lo aveva rispedito a casa. Anche durante l’intervento richiesto al Pronto soccorso, nella serata di giovedì, pare che lì per lì non fosse subito chiara la gravità della situazione".

La famiglia Merlo ha anche voluto "smentire categoricamente quanto alcuni disinformati scrivono sui social: Michele non è stato in nessun modo vaccinato contro il Covid. Michele è stato colpito da una severa forma di leucemia fulminante con successiva emorragia cerebrale".

La commozione di fan e colleghi per la morte di Michele Merlo sta invadendo i social: tanti stanno postando immagini e video del cantante, in arte Mike Bird, interprete di brani come "Tutto per me", "Mare" e "Non mi manchi più". "Che ingiustizia morire così a 28 anni. Che dispiacere. Riposa in pace ragazzo... #michelemerlo", scrive Ermal Meta su Twitter. "Ciao Michele...", twitta Francesco Facchinetti. "Che dolore", gli fa eco Briga.

Struggente il messaggio di addio di Maria De Filippi e di Amici: "Eri un ragazzo speciale e lo avevamo capito tutti. Avevi un'intensità unica, una capacità di guardarti dentro fin troppo spiccata che a volte ti faceva arrovellare attorno agli umori e alle sensazioni. Baudelaire diceva che 'la sensibilità di ognuno è il suo genio', la tua era tanta, Mike. Ed è quella sensibilità, quella profondità d'animo e di pensiero, quella capacità di scavare negli abissi dell'animo umano che ci porteremo dentro per sempre. Fa' buon viaggio".

© Riproduzione riservata

TAG: ,

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X