Venerdì, 24 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Spopola Furby Boom, la nuova frontiera del giocattolo
TENDENZE

Spopola Furby Boom, la nuova frontiera del giocattolo

Amati dai collezionisti, ora sono ancora più interattivi e fanno anche i cuccioli

ROMA. La nuova frontiera del giocattolo per i nativi digitali si chiama Furby Boom, ed è l'evoluzione dell'animaletto robotico distribuito da Hasbro, che alla fine degli anni Novanta diventò un fenomeno di massa, vendendo 45 milioni di pezzi nel mondo. Già allora il mini-robot era in grado di muovere orecchie, occhi e bocca e di richiedere le cure del suo proprietario. Ora, oltre a ricordare il suo nome e quello degli altri Furby "amici", parlare la sua lingua, il Furbish, e imparare mano a mano l'italiano, la nuova versione del cucciolo colorato unisce pure reale e virtuale grazie a un'app per iOS e Android. Da cellulare o tablet, in pratica, gli si può dare un nome (che lui ricorderà), si può dargli da mangiare, monitorare il suo stato di salute e collezionare e far schiudere le uova da cui nasceranno i cuccioli Furblings.

Incrocio fra il classico peluche e un Tamagotchi, sotto le pellicce multicolor (pure loro sottoposte a restyling dalla casa produttrice), ogni Furby nasconde una serie di microfoni e sensori uditivi e tattili per reagire a tono agli stimoli che provengono dal mondo esterno. E dunque, in base a come si interagisce con lui, sviluppa diverse personalità: se lo si accarezza diventerà dolce e gli occhi - che sono degli schermi lcd - gli si riempiranno di cuoricini, se lo si scuote e lo si mette sottosopra sprizzerà di energia e dirà cose come "Me essere cintura nera".

Ogni Furby è in grado di ballare, cantare e di riconoscere gli altri Furby: se posizionati l'uno accanto all'altro, iniziano a parlare e a giocare insieme. Impossibile dire a che specie appartengano questi animaletti hi-tech: si dice che l'idea sia venuta ai suoi inventori, Dave Hampton e Caleb Chung, incrociando il misterioso Mogwai del film 'Gremlins' di Joe Dante con una civetta e un topo. Con schiere di collezionisti (non solo bambini!), siti e blog a loro dedicati, quello che è certo è che i Furby possono contare anche su una folta schiera di fan illustri, da Alessia Marcuzzi a Selvaggia Lucarelli, da Federica Pellegrini a Filippa Lagerbäck. E perfino gli One Direction si sono fatti fotografare più volte in compagnia dei loro "pet" elettronici.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X