Sabato, 21 Settembre 2019
IL RACCONTO

Sanremo siciliano, la terza serata vista da Sofia Muscato

SANREMO. Iniziano le nuove proposte.

Il primo. Allora, già ti chiami Maldestro... in più canti "Canzone per Federica"... e allora dillo che è la storia di un amore autoreferenziale finito malissimo... il pubblico vuole dare a lui e alla sua mano una seconda possibilità. Passa.

Tommaso Pini dev'essere il figlio segreto del Conte Dracula e di un controllore Trenitalia. Canta "Cose che danno ansia"... tipo il suo outfit... l'eliminazione da Sanremo... cose così...

Valeria Farinacci canta "Insieme", un pezzo di tre minuti sulla bellezza della vita di coppia.

Tre minuti in cui le richieste di divorzio in Italia si impennano, non tanto per questioni di odio nei confronti del partner, quanto per fare sfregio alla canzone.

Ricordiamola così: emozionata, rossa come un pomodoro siccagno e eliminata a primo turno.

Lele ha solo 20 anni. Canta "Ora Mai" che poi sarebbe l'esatta forbice temporale tra quando, in inverno, una donna decide di depilarsi e quando, effettivamente, lo fa ... Passa.

Maria stasera, dopo una camicia da notte e una tunica, decide di sorprenderci con la vestaglina estiva a fiori. Sì quella che tutte le donne mettono, solitamente, nei giorni dolorosi e trubboli in cui si fa la salsa...

In compenso ha una collana che da sola risolleva il PIL del Burundi, quindi tutti muti.

Inizia la Kermesse.

Chiara canta Diamante. Ha un look da veneziana. Non nel senso di dama che viene da Venezia. Nel senso di tenda plissettata per interni. Chiara comunque, passerà alla storia per essere l'unica cantante al mondo a cantare come un angelo del Paradiso e a fare la reclame della TIM con la stessa voce di un macellaio del Sud Tirol.

Ermal Meta sceglie di cantare "Amara Terra mia". Un'esibizione che gestisce in falsetto per l'80%. E' un brano che ti fa sentire schiacciato e impotente.

Esattamente come l'apparato riproduttore del cantante dopo 2,45 minuti di esibizione.

Lodovico Comello si cimenta in Le mille bolle blu.

Purtroppo, pertinente come un colpo di scisone della sposa, il giorno del matrimonio, si presenta vestita da Elfo...

Pare che a momenti debba farsi un selfie con Panariello!

Questa esibizione ha solo un grande merito: ricordarci che siamo al terzo giorno e Beppe Vessicchio ancora non si vede... io sono in crisi di astinenza... come Bruce Willice senza Wi- Fi, come Studio Aperto senza servizio sul caldo afoso, come Barbara D'Urso senza caso umano perculabile...

Ad Al Bano canta Pregherò.

Scioglie così la mia riserva.

Di rose e di spine è un'ode a Santa Rita, lui è un confrate e la Lecciso è il suo martirio quotidiano.

In più, la Santa degli impossibili gli ha fatto tornare la voce... anche se, a dirla tutta, per essere la Santa degli Impossibili, doveva fargli tornare Romina...

Tra tanti cantanti da buttare nell'immondizia, arrivano dei musicisti latinoamericani che dalla munnizza sono stati recuperati. E' un momento semplice, molto vero e che, soprattutto, dà l'idea di come la musica possa salvare il senso di una vita.

Poi la gara si protrae per altre tre interminabili, infinite, ridondanti ore e questo dà l'idea di come a volte, la musica riesca a dare alla vita un senso diverso... tipo un senso di vomito...

Fiorella Mannoia canta Sempre e Per Sempre. Se non la fate vincere adesso, giuro che faccio un atto inconsulto: metto "Mi piace" alla pagina di Salvini.

Non facciamo scherzi!

Fiorella tutta la vita. Lei ha vinto trilogy: ieri, oggi e domani.

Alessio Bernabei ha classe e gusto quanto basta. Sì, se dovesse andare a sposarsi alla Sonrisa, dal Boss delle Cerimonie, bonarma...

Canta "Un giorno Credi" perché si sente vicino a Edoardo Bennato. Spero intenda "vicino di casa", perché, vista l'interpretazione, non si spiega diversamente.

Paola Turci sceglie "Un'emozione da poco".

E' vestita da uomo, ma senza maglia della salute.

Praticamente, sotto la giacca è a la nura.

L'esibizione è forte, grintosa, carismatica, in più io e Paola abbiamo un reggiseno simile...

No, no... ora che lo guardo bene ...è lo stesso...

Ora capisco perché Paola ha scelto questa canzone... perché quando la cassiera mi ha detto il prezzo dell'intimo attummuliai, attipo surci dopo aver ingerito il "Buono da morire", e nemmeno io ho visto più la realtà...

Per la gioia di Adinolfi, arriva Mika.

E' da dieci anni che il cantante è nel nostro paese e, a domanda, risponde che "In dieci anni, in Italia, tante cose hanno cambiato!".

Praticamente, parla come un laureato qualsiasi: dai, si è integrato bene! Parla all'orchestra come Cicciolina sussurrava ai cavalli ma è un'esplosione di colori, di gioia ed entusiasmo.

E' Mika. Mika Cotica.

(Quest'era facile... :P)

Maria si cambia d'abito.

Da Barbie "Salsa e merende" a Barbie "Prendi sole".

La prima sola è sto vestito.

Però ha la collana di Snoop dogg.

Questa donna ci destabilizza più dei tweet di Caterina Balivo.

Gigi D'Alessio, così vestito mi ricorda, nell'ordine: un testimone dello sposo; un testimone di Geova; un testimone di giustizia.

Canta "L'Immensità" di Don Backy.

Ps. Info per le nuove generazioni: Don Backy pari un parrinu ma non è parente di Don Matteo, è visionario ma non è il fratello di Don Chisciotte; e se è fimminaro non c'entra niente con Don Giovanni.

Francesco Gabbani ha una convenzione con l'Oviesse.

Non si spiega diversamente l'uso reiterato di sti maglioncini pro-embolo.

Canta "Susanna".

Mio padre sentenzia: "Stu tiziu un mi rassicura...Gabbani vuol dire sfiducia!"

Gli faccio una standing ovation.

Mini momento Feromonico.

Arrivano Alessandro Gassman e Marco Giallini.

Ecco. Questa è Standing Ovulation.

Io da Marco Giallini mi farei fare di tutto, anche il caffè la mattina e da Alessandro Gassman potrei farmi fare di tutto, persino la spesa.

Loro sono i boni della porta accanto.

Durano quanto il diavolo in Paradiso, ma almeno, per un attimo, non penso a questo Sanremo azziccato senza Vessicchio.

Marco Masini canta "Signor Tenente".

Visto il look sarebbe stato più pertinente "Signor Generale".

Generale Garibaldi, intendo.

Michele Zarrillo canta "Se tu non torni".

E' vestito da Tovagliato d'Osteria.

Eh... se tu non torni, evidentemente, un motivo c'è...

Alla fine, Michele fa un acuto!

Ou io un acuto simile l'ho fatto solo davanti a un'estetista psicopatica. Per la precisione, quando mi ha convinta a fare la ceretta alle ascelle...e si tirò assieme ai pila, la giugulare, un purmuni e puru na pinna di ficatu.

Anche lei, ad oggi si chiede perché non torno... stacci c'a spiranza #licani. Elodie coverizza "Quando finisce un amore". Niente... siamo in fase TFR: Trattamento di fine rapporto.

Umh...Ora che ci penso... Zarrillo canta "Se tu non torni" e lei piange la fine di un amore...Vuoi vedere che...

Ad ogni modo, Memole è vestita.

E su questo non ci piove.

La domanda è: "Vestita da cosa?"

Vi do tre alternative:

a) Pipìo al palio di Collesano
b) Sacerdotessa Inca
c) Cumulonenbo.

Poi si chiede quando finisce un amore...

Eh ... quando inizi a vestirti di merda, per esempio.

Samuel, vista la sfiga dei due predecessori, si mette il ferro dietro la porta e canta "Ho difeso il mio amore".

Ora, ho un problema da sottoporvi:

Considerato che sul palco ci sono 40 gradi

Considerato che il cappello di Samuel è di fresco lana

Trovare se sotto il copri capo, Samuel scova puddricini...

Sergione accompagnato dai Soul System canta "La pelle nera"...

E allora ti piace vincere facile...

E' come se Rocco Siffredi cantasse "Il Cobra", come se Grillo cantasse "Vaffanculo" e J- Ax, "Erba di casa mia".

Mio padre commenta: "Talè, quant'è! S'appara tuttu u schermo!"

Alla fine sono tutti fuori tempo. Forse problemi tecnici.

Bah ... Saranno arrabbiati neri...

E io ci metto punto.

Fabrizio Moro si cimenta con La leva calcistica del 68.

Bravo. Intenso. Risolleva le sorti dell'Ariston.

D'altronde, si dice: "Datemi una leva e vi solleverò il mondo"...

Michele Bravi, povero figlio, era nel meglio sonno.

Dormiva a testa in giù agganciato a un trespolo e niente...è stato svegliato dagli assistenti sociali e costretto a salire sul palco...

Canta la "Stagione dell'Amore" di Battiato una canzone matura, profonda, vissuta. Lo fa con un peluche nell'occhiello...

Sta al brano come Fabrizio Corona a una ditta di controsoffitti.

Stasera, nel diario degli errori, potrà scrivere: "Caro Diario, ki mela fatto fare?"

I Vincitori della serata Cover sono:

1° Ermal Meta che li ha uccisi tutti. Lo chiamerò Ermal letale.
2° Paola Turci
3° Marco Masini

E nemmeno un premio alla memoria per Vessicchio... #licani

Tra i sei eliminati delle sere precedenti, devono abbandonare definitivamente il gruppo, solo Nesli e Alice Paba e Raige e Giulia Luzi.

Di quattro nomi se ne capiscono solo due.

Sembra l'elenco di due donne e dei rispettivi cani...

E comunque, io sono dispiaciuta solo per Beppe...

E per stasera è tutto.

Che Festival #licani, picciù!

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X