Giovedì, 05 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
LA POLEMICA

Agenti uccisi a Trieste, chef Rubio: "Non mi sento sicuro con voi". Salvini: "Stupido"

chef Rubio, sparatoria, Trieste, Giorgia Meloni, Matteo Salvini, Sicilia, Politica
Chef Rubio

All'indomani della tragedia di Trieste in cui sono stati uccisi due poliziotti in Questura, scoppia una polemica. Gabriele Rubini, chef Rubio, ha deciso di intervenire sull'argomento e così, passando dai fornelli alla politica, ha identificato "nei vertici del sistema le colpe" dell’uccisione dei due agenti.

"È inammissibile che un ladro riesca a disarmare un agente - ha scritto lo chef -. Le colpe risiedono nei vertici di un sistema stantio che manda a morire giovani impreparati fisicamente e psicologicamente". E poi l'affondo: "Io non mi sento sicuro in mano vostra".

Parole che non potevano certo passare inosservate. Pronte le repliche di Matteo Salvini e Giorgia Meloni. "A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio", attacca il leghista. "Non sei uno chef, sei uno stupido", aggiunge.

E sull'argomento anche Giorgia Meloni si schiera dalla parte delle forze dell'ordine: "Odio dover dare spazio a questo individuo, ma stavolta è troppo. Insulta la Polizia nel giorno in cui vengono uccisi due agenti: e questo miserabile ce lo ritroviamo in Tv. Nessun politico o giornalista di sinistra condanna parole agghiaccianti come queste. Le condividono?", scrive la leader di Fratelli d'Italia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X