Lunedì, 16 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
REGIONE

Crocetta, il viaggio in Tunisia e la risposta alle polemiche: "Scorretto chi enfatizza"

giunta, regione, viaggio, Rosario Crocetta, Sicilia, Politica
Il presidente della Regione, Rosario Crocetta

PALERMO. «Non sono volato via da nulla, i partiti e la stampa erano informati da tempo di questo mio viaggio che serve ad aiutare le imprese siciliane a internazionalizzarsi, impegno concreto non chiacchiere inutili, in una fase in cui i partiti devono trovare un accordo sul nuovo governo. La scelta di qualcuno di enfatizzare il volo è scorretta e non corrispondente alla realtà».

Così da Tunisi il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, a proposito delle polemiche sulla sua missione nel pieno della crisi di governo. Anzi, dice Crocetta: «Ho scelto proprio la coincidenza col mio viaggio per evitare fibrillazioni e consentire alla coalizione di avere un tempo utile per confrontarsi». «Continuo a lavorare regolarmente dalla mattina alla sera - insiste il governatore - e il mio vice presidente Mariella Lo Bello ha la piena delega di rappresentanza e firma in questi due giorni di mia permanenza a Tunisi».

Per Crocetta «sarebbe sfociato in un grave incidente istituzionale il rifiuto all'ultimo momento dell'invito fatto dalle autorità tunisine a partecipare all'Expo di Cartagine, così come non sarebbe stato utile agli operatori siciliani che invece delle chiacchiere chiedono azioni concrete».  Sui colloqui in corso tra i partiti della maggioranza per la definizione del nuovo governo, Crocetta avverte: «Al mio ritorno tutto deve essere concluso e non ci saranno tempi supplementari».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X