Venerdì, 22 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
REDDITO DI CITTADINANZA

Lavoro, sì all'assunzione dei navigator campani: chi sono e cosa fanno in tutta Italia

Hanno atteso mesi, fatti di appelli alle istituzioni, di confronti con le forze politiche e di proteste plateali come lo sciopero della fame. Alla fine, per i 471 navigator della Campania è arrivato il via libera alla contrattualizzazione.

Raggiunta infatti l'intesa tra Anpal Servizi e Regione Campania per la loro assunzione da parte di Anpal Servizi e così anche i navigator campani potranno iniziare il loro percorso al servizio dei beneficiari del reddito di cittadinanza dando così il via alla seconda fase della legge sul reddito inclusa nel Patto per il lavoro.

Il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo ha dato oggi la notizia, esprimendo il suo ''apprezzamento'' e ''ringraziamento alle istituzioni coinvolte'' ricordando come in questi mesi, prima da presidente della Commissione Lavoro del Senato e poi da ministro del Lavoro abbia incontrato ''più volte i navigator".

La svolta è arrivata a conclusione di un incontro tra il governatore De Luca e il presidente di Anpal Servizi, Domenico Parisi, nel corso del quale la Regione ''ha sollecitato la stabilizzazione dei lavoratori precari presenti in Anpal Servizi da oltre un decennio e la contrattualizzazione dei navigator con un'assunzione piena ed esclusiva di responsabilità da parte di Anpal ribadendo la posizione di sempre: lotta al precariato e superamento delle situazioni di emergenza occupazionale''.

Ma nel dettaglio, chi sono e cosa fanno i navigator, figura selezionata in tutta Italia per l'attuazione del reddito di cittadinanza?

In una prima fase i navigator si occuperanno di supportare gli operatori dei Centri per l'Impiego nel corso dei colloqui ai beneficiari del Reddito di Cittadinanza. Saranno loro a tracciare il profilo professionale del candidato per disegnare il percorso più adeguato per il reinserimento nel mondo del lavoro. I navigator saranno inoltre impegnati nella gestione di tutte le attività connesse alle convocazioni ai colloqui e nell'individuazione di coloro i quali, tra i beneficiari del RdC, hanno l'obbligo di sottoscrivere il Patto per il Lavoro.

La formazione dei navigator da parte di Anpal Servizi è iniziata ad agosto e proseguirà fino a dicembre. I temi affrontati vanno dalla privacy alle informazioni sulle dinamiche del mercato del lavoro nel territorio di competenza. Intanto però i navigator affiancano già gli impiegati dei Cpi e presto entreranno a far parte del sistema a pieno titolo.

Nel frattempo si attende che le amministrazioni studino degli strumenti di gestione tra domanda e offerta di lavoro a partire dalla piattaforma MyAnpal per l'assegno di ricollocazione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X