Mercoledì, 21 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia In Sicilia è record di auto blu, il governo nazionale impone i tagli
LOTTA AGLI SPRECHI

In Sicilia è record di auto blu,
il governo nazionale impone i tagli

di
Il governo sollecita gli enti locali ad applicare il decreto che limita le vetture di rappresentanza. Nell’Isola sono 657, in Emilia 82

PALERMO. Il governo nazionale accelera sul taglio delle auto blu. Settore che vede la Sicilia ancora maglia nera: Regione, Università, Asp, ospedali e l’intera galassia della pubblica amministrazione dell'Isola risultano ancora possedere il maggior numero di mezzi, ben 657, in una classifica che vede al secondo posto la Campania a quota 528.

Eppure sia a livello nazionale sia a livello regionale le leggi approvate negli ultimi anni hanno previsto la netta riduzione dei mezzi. Un decreto del governo nazionale pubblicato nel dicembre dello scorso anno ha stabilito il tetto di cinque auto per amministrazione da raggiungere entro la fine del 2015, dando maggior tempo agli uffici col maggior numero di vetture.

Un piano ambizioso che prevedeva una riduzione della spesa della pubblica amministrazione per le auto blu del 70 per cento. Adesso il governo ha chiesto a Comuni, Regioni e Province la piena attuazione di quel decreto e ha dato la possibilità di allargare in certi casi il taglio. La proposta dovrebbe essere votata in Conferenza unificata prima di Natale e dovrebbe consentire di andare oltre i risultati già ottenuti lo scorso anno, quando secondo uno studio del Formez, commissionato dal dipartimento della Funzione pubblica, sono stati 95 milioni di euro i risparmi stimati grazie al taglio di 3.000 vetture.

Dati che sono stati illustrati alla Camera dal Servizio Studi di Montecitorio, lo scorso mese di ottobre, in occasione della discussione di una proposta di legge del Movimento Cinque Stelle per vietare l’acquisto di nuove autovetture di servizio e la stipula di appositi contratti di leasing.

In quell’occasione è emerso che a livello nazionale risultano ancora in circolazione oltre 50 mila auto blu a un costo di 400 milioni di euro, anche se lo scorso anno il parco totale delle auto è stato ridotto di 3.018 unità con le auto blu che sono diminuite di 585 unità. La Sicilia, che si basa su una legge diversa da quella nazionale ma non certo meno severa, continua però ad arrancare

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X