Lunedì, 17 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Auto blu, provvedimento alla Camera: nuovi paletti e sanzioni
OGGI POSSIBILE VOTO

Auto blu, provvedimento alla Camera: nuovi paletti e sanzioni

Per chi non rispetta i limiti c'è il rischio di incorrere nel peculato d'uso, un reato penale, che prevede anche la reclusione da sei mesi a tre anni

ROMA. Marcia spedito il provvedimento sulle auto blu in commissione Affari Costituzionali alla Camera e già oggi saranno votati gli emendamenti presentati, con nuovi paletti e sanzioni. Il relatore, il deputato Pd Enzo Lattuca, spiega come ieri in serata sia stato espresso "parere favorevole del Governo" sulle proposte di modifica del Pd, che hanno come primo firmatario il deputato dem Emanuele Fiano.

Tra cui, come già annunciato ieri, c'è la proroga fino al 2017 del divieto di acquisto e affitto e un irrigidimento sulle modalità d'uso, con lo stop per spostamenti tra casa e lavoro durante l'orario d'ufficio.

"L'utilizzo delle autovetture di servizio a uso non esclusivo a disposizione di ciascuna amministrazione inserita nel conto economico consolidato della pubblica amministrazione", come individuata dall'Istat, "inclusa la Banca d'Italia, la Commissione nazionale per le società e la borsa e l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni è consentito solo per singoli spostamenti per ragioni di servizio, che non comprendono lo spostamento tra abitazione e luogo di lavoro in relazione al normale orario d'ufficio", si legge nell'emendamento del Pd.

Quindi per chi non rispetta i limiti c'è il rischio di incorrere nel peculato d''uso, un reato penale, che prevede anche la reclusione da sei mesi a tre anni. Il relatore fa notare che nell'emendamento non c'è alcun riferimento scritto al peculato d'uso ma la possibilità di incorrervi c'è, nel momento in cui le modalità d'uso delle auto blu vengono previste tassativamente per legge. Detto ciò, bisogna ricordare che già la disciplina attuale pone dei paletti sui tragitti casa-lavoro, limiti che l'emendamento estende a Banca d'Italia, Ivass e Consob.

Un altro emendamento Pd rende più cogente la partecipazione delle amministrazioni al monitoraggio previsto dal decreto già in vigore sulle auto blu, la proposta dem stabilisce una nuova multa: "la mancata o incompleta comunicazione comporta l'applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del responsabile della mancata pubblicazione.

La sanzione è irrogata dall'Autorità anticorruzione". Un ulteriore emendamento dem prevede l'allungamento di un ulteriore anno, da fine 2016 (come previsto in Legge di Stabilità) al 31 dicembre 2017, del divieto ad acquistare o prendere in affitto le auto blu.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X