Martedì, 18 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Cluster bio-mediterraneo, Crocetta nomina un comitato per la vigilanza
REGIONE

Cluster bio-mediterraneo, Crocetta nomina un comitato per la vigilanza

PALERMO. Pur prendendo atto "delle dichiarazioni di rassicurazione date dai responsabili organizzativi di Expo e dell'impegno di intensificare gli sforzi per il sostegno del Cluster BioMediterraneo dell'Expo, il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta e l'assessore all'Agricoltura Nino Caleca esprimono "totale insoddisfazione relativamente al fatto di non essere stati coinvolti dalla struttura burocratica regionale, sui ritardi e le criticità poi riscontrate".  "La Sicilia ha avuto un danno di immagine grave, che occorre immediatamente riparare", dicono Crocetta e Caleca.  Il padiglione che ospita 11 Paesi del Mediterraneo, dei quali la Regione siciliana è capofila, venerdì era sporco e allagato. Dario Cartabellotta, responsabile unico per il cluster bio-mediterraneo, per protestare contro la società Expo che organizza la manifestazione, ha impugnato scopa e paletta e la foto ha fatto il giro del web.

"Per tale finalità - si  legge in una nota - il governo della Regione istituisce subito un comitato di supporto e controllo per la gestione dello spazio Cluster, con provvedimento di nomina del presidente Crocetta e dell'assessore Caleca, su procedimento proposto dal segretario generale, Patrizia Monterosso". Obiettivi del comitato: proporre iniziative per l'ottimizzazione dello spazio, verifica delle procedure amministrative e contabili adottate dalla gestione Cluster, intensificazione dell'azione di cooperazione internazionale. Il comitato sarà coordinato dal capo di gabinetto della presidenza della Regione, Giulio Guagliano, ed è composto da esperti riconducibili alle seguenti figure professionali: un esperto di finanza e contabilità, un esperto di internazionalizzazione, un esperto in materie tecnico-agricole, un esperto di procedure amministrative.

Il comitato sarà composto da: Giulio Guagliano (coordinatore), Maria Mattarella, Giovanni Bologna, Giuseppe Nasello Claudio Basso, Vincenzo Palizzolo, Sami Ben Abdelaali.  La riunione si è svolta all'ex Provincia regionale di Agrigento. "Ci troviamo ad essere coinvolti in una situazione assurda. E' chiaro - ha detto Crocetta - che vogliamo fare una valutazione e se qualcuno ha sbagliato, pagherà". Il vertice è stato fatto ad Agrigento perché il presidente in mattinata è stato impegnato a Gela (Cl) e poi in serata si recherà alla processione di Sant'Angelo, al quale è devoto, a Licata (Ag). "Sarebbe stato impossibile fare la riunione a Palermo, anche per i problemi sul ponte dell'autostrada - ha spiegato Crocetta -. E comunque utilizziamo spesso per riunioni operative le varie realtà siciliane".

“Il comitato di controllo, in aggiunta a quello che Expo e l'autorita di Cantone esercitano sul clusater biomediterraneo e sull'operato del sottoscritto, lo avevo gia chiesto all'assesore Caleca  - replica il responsabile unico per il cluster bio-mediterraneo, Dario Cartabellotta -. Se il comitato avra pure le funzioni di supporto sara proficuo per il Cluster biomediterraneo, la cui apertura il primo maggio e' stata fatta per volere del presidente del Consiglio Renzi e del Commissario Expo Sala”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X