Venerdì, 03 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Medicane: cos'è, come si forma e perché si chiama così l'uragano che tiene in ansia la Sicilia
L'ALLERTA

Medicane: cos'è, come si forma e perché si chiama così l'uragano che tiene in ansia la Sicilia

Da alcuni giorni si parla costantemente di Medicane. Il suo arrivo in Italia e in particolare nella Sicilia orientale e in Calabria, ha acceso il campanello d'allarme. Ma non tutti sanno cosa sia esattamente, come si forma, perché si chiama così e quanto sia pericoloso.

Ciclone Medicane, perché si chiama così

Innanzitutto, il suo nome è una parola di origine inglese che sta a indicare un uragano che trae origine nel mar Mediterraneo. Medicane dunque è l'unione dei termini MEDIterranean hurriCANE, ovvero "uragano mediterraneo".

Cosa è un Medicane

Il Medicane è un ciclone tropicali del mediterraneo, ed è molto simile a quelli che si formano negli oceani e che spesso tengono in allarme molte zone dell'America, a volte con conseguenze disastrose.

A caratterizzarlo è un sistema di bassa pressione con un nucleo caldo dove ruotano venti e piogge torrenziali. Nei giorni scorsi sulle pagine del Corriere della Sera Enrico Scoccimarro, uno degli esperti della Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui cambiamenti climatici, ha spiegato perchè il medicane, anche se ha una struttura mista, somiglia ai cicloni tropicali che prendono energia dagli oceani, ma in questo caso ha “dimensioni minori e diametro di circa 300 chilometri”.

Come si forma un Medicane

I medicane si formano per transizione tropicale. Ciò significa che a generarli è la trasformazione dinamica e termodinamica di un ciclone extratropicale in un ciclone tropicale.

Al momento però non è possibile capire se questo Medicane che attraverserà la Sicilia orientale sia conseguenza del riscaldamento globale, anche perché non si può stabilire se siano aumentati rispetto al passato come ha spiegato Scoccimarro, “Negli ultimi vent’anni ne abbiamo contati una trentina, un numero troppo limitato per fare una statistica accurata e dire se sono aumentati rispetto al passato”.

Quel che è certo è che si formano tra fine estate e inizio autunno e in particolare sulle coste africane, dove in questo periodo dell'anno il mare raggiunge la temperatura di 26°. Di conseguenza le zone dell'Europa più a rischio sono Grecia, Sicilia e Calabria.

Medicane, quanto è pericoloso

La loro forza e intensità non è paragonabile ai violenti uragani che hanno colpito soprattutto le coste degli Stati Uniti. Gli esperti paragonano il ciclone Medicane a un uragano di categoria 1 con venti da circa 119 km/h che possono causare qualche danno. Nulla a che vedere, per esempio, con l’uragano Katrina che è classificato nella categoria 5. Inoltre i Medicane si esauriscono in pochi giorni, diversamente accade agli uragani che possono durare anche 2 o 3 settimane.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X