Domenica, 15 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
EMERGENZA

Incendi, ora si contano i danni: in Sicilia 356 ettari in fumo in 3 giorni

di
incendi, Monreale, Petralia soprana, Sicilia, Cronaca
Foto di Riccardo Termini

L'emergenza incendi scoppiata in Sicilia, negli ultimi giorni, ha numeri impressionanti. Sono ben 356 gli ettari di macchia mediterranea andata a fuoco in soli tre giorni.

Le fiamme divampate un po' ovunque hanno, in gran parte dei casi, matrice dolosa come gli incendi di Monreale, nel Palermitano, per i quali la forestale si è affrettata a comunicare che non sarebbe stati casuali. Roghi che, appiccati, sarebbero divenuti devastanti a causa del vento che ha alimentato le fiamme e del forte caldo.

La superficie boschiva distrutta è di 198 ettari suddivisi in 63 diversi incendi. L'ultimo, preoccupante, sempre nel palermitano, a Petralia Soprana dove il sindaco ha fatto parzialmente evacuare la popolazione che è poi rientrata in casa, in serata, quando l'emergenza è rientrata.

Per il borgo più bello d'Italia si tratta del primo fenomeno incendiario. Ma i roghi, come detto, hanno interessato tutta la Sicilia. E così nel Messinese, paura per i turisti e i residenti presenti a Lipari dove il fumo ha creato alcuni problemi di intossicazione e fiamme sono state registrate anche a Catania, nella zona periferica di San Giorgio. L'incendio ha interessato una vasta area incolta in prossimità di via Fossa della Creta. Le fiamme hanno lambito diverse abitazioni e sono dovute intervenire tre squadre di Vigili del Fuoco del Comando e due autobotti. Fiamme sono state segnalate, ieri, anche nel Trapanese, provincia che due giorni fa aveva dovuto fare i conti con il vasto incendio divampato a Scopello.

"Il Corpo Forestale della Regione Siciliana ha fatto fronte a quest'emergenza (degli ultimi tre giorni, ndr) schierando sul campo 585 uomini e oltre 100 mezzi terrestri", ha detto Nello Musumeci che nella giornata di ieri non aveva usato mezzi termini nei confronti degli incendiari. "Caro piromane, ti piace il fuoco? Vai all'inferno!", aveva detto.

Ma il governatore passa in rassegna altri numeri: "In 72 ore sono stati impiegati, complessivamente 25 mezzi aerei, tra elicotteri e canadair, che hanno portato a termine 264 lanci sui roghi che hanno colpito la Regione. Adesso - conclude Musumeci - attendiamo l'arresto dei criminali che hanno causato questi roghi, visto che è ormai certo, che non si tratti solo di incendi accidentali".

La Regione, dunque, promette il pugno duro ed oggi inizia una nuova giornata di allerta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X