GOVERNO BRITANNICO

Libia, rilasciato l'insegnante preso in ostaggio dai miliziani

«È in salvo, sta bene e si è ricongiunto con la famiglia», ha detto un portavoce, precisando che il governo britannico non intende precisare al momento i dettagli del rilascio

insegnante, libia, ostaggio, rilasciato, Sicilia, Mondo

ROMA. L'insegnante britannico David Bolam, preso in ostaggio da una delle milizie che imperversano in Libia, è stato rilasciato nelle scorse ore dopo una pesante odissea. Lo riferisce la Bbc online, citando fonti del Foreign Office da Londra.

«È in salvo, sta bene e si è ricongiunto con la famiglia», ha detto un portavoce, precisando che il governo britannico non intende precisare al momento i dettagli del rilascio e che i parenti chiedono privacy. Bolam insegnava alla European School di Bengasi quando è stato catturato.

Salgono invece a cinque gli ostaggi occidentali uccisi dall'Isis in Siria.

L'ultima esecuzione è stata quella di ALAN HENNING. La prima risale al 19 agosto quando i  tagliagole dello Stato islamico diffondono un video dove mostrano la decapitazione del giornalista americano JAMES FOLEY, 40 anni. Il 2 settembre l'Isis rilascia un nuovo video di due minuti e 46 secondi dal titolo «Secondo messaggio all'America» in cui viene mostrata l'esecuzione del cittadino americano STEVEN SOTLOFF, 31 anni.

Il 14 settembre una nuova terribile esecuzione. I jihadisti tornano a diffondere attraverso il web il terrore e  l'orrore: un nuovo video che mostra la decapitazione dell'ostaggio britannico DAVID HAINES, 44 anni. Il 24 settembre la stessa sorte tocca a HERVE' GOURDEL, guida alpina di 55 anni, sposato con due figli, originario di Nizza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati