La montagnola è la pesca più acquistata a Palermo

PALERMO. La pesca bianca, comunemente conosciuta con il nome di «montagnola», è il tipo di frutta preferita dai palermitani. Tipicamente nostrana, la montagnola è coltivata nei campi di Bivona. «la pesca bianca – spiega Francesco Alaimo, rappresentante della catena di supermercati Sigma della Sicilia Occidentale – è sicuramente la frutta più venduta in questo periodo ed è anche il frutto estivo tipico della nostra terra». Il prezzo medio al consumo della sicilianissima pesca bianca parte da un minimo di 0,80 centesimi di euro al chilo, sino ad arrivare a un massimo di 1,30 euro. «Il prezzo – aggiunge Alaimo – dipende dal calibro del frutto, dunque dalle sue dimensioni, se piccola o media, e dal periodo dell'anno. Nei mesi estivi è più economica perché c'è un'offerta maggiore sul mercato». Oltre alla montagnola, la pesca cosiddetta gialla è il secondo tipo più venduto, anche se leggermente più cara e d'importazione. Anche la nocepesca è tra le più consumate nelle tavole siciliane, e per acquistarla si può spendere da 1,30 euro sino ai 2 euro al chilo. Per i palati più dolci ed esigenti c'è infine la zuccherina pesca tabacchera: «Molto dolce e anche più cara - spiega Domenico Gnoffo, proprietario di un negozio di frutta e verdura in via Empedocle Restivo a Palermo -. Il prezzo non è costante, ma va dai 2,20 euro al chilo sino ad un massimo di 3 euro».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati