Inchiesta festini, Nadia Macrì: “Escort? Sì, mi servivano soldi”

La giovane emiliana: di Berlusconi non parlo, l'avvocato mi ha detto di non dire nulla di ciò che ho detto ai magistrati

Sicilia, Cronaca

REGGIO EMILIA. "Sì, ero una escort fino a poco più di un anno fa. L'ho fatto per diverso tempo perché avevo bisogno di soldi. Con Berlusconi? Di lui non parlo. L'avvocato mi ha detto di non dire nulla di ciò che ho detto ai magistrati. Se sono tranquilla? Certo, quando uno dice la verità non può che esserlo". Così Nadia Macrì, 28 anni, al Resto del Carlino dopo che il suo nome è filtrato dall'inchiesta sui festini e sugli incontri con silvio Berlusconi.
La giovane lavora come ragazza immagine e ballerina al 'Panther', locale di Cittanova di Modena di cui è 'amica' anche su Facebook, e abita a Reggio Emilia con il fidanzato, Davide, con il quale convive da circa un mese ("Non parlo di questa storia", taglia corto al telefono lui, titolare di un negozio e una galleria d'arte). Prima Nadia viveva con la madre e la sorella in una palazzina a Villa Cella, frazione di Reggio, dove da qualche giorno non ci sarebbe più nessuno. La mamma sarebbe tornata nella sua Napoli. La giovane ha detto di avere un figlio di sei anni, "che non posso vedere", ha sottolineato. Un amico definisce la giovane "una ragazza molto bella e misteriosa. A volte spariva per un paio di giorni senza dire dove andava...".
Da Facebook, intanto, è 'scomparsa' l'amicizia da social network che fino al pomeriggio Nadia Macrì, sulla sua pagina, risultava avere con un politico reggiano del Pdl.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati