Mercoledì, 20 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Video Sport Palermo-Montecarlo, domani al via 54 imbarcazioni

Palermo-Montecarlo, domani al via 54 imbarcazioni

È tutto pronto per la 16ma edizione della Palermo-Montecarlo si ritroverà nel golfo di Mondello

È tutto pronto per la 16ma edizione della Palermo-Montecarlo si ritroverà nel golfo di Mondello, pronta ad affrontare le circa 500, entusiasmanti miglia che separano Palermo dal Principato di Monaco. È la regata dell’estate, un appuntamento atteso per mesi che oggi è stato presentato nel dettaglio durante una conferenza stampa al Circolo della Vela Sicilia, il club presieduto da Agostino Randazzo, recente vincitore della Prada Cup ad Auckland al fianco di Luna Rossa Prada Pirelli (Challenge of Record della 36ma America’s Cup), che organizza la Palermo-Montecarlo fin dal 2005.

Un evento che quest’anno ha confermato il trend positivo degli ultimi anni, con una partecipazione in crescendo - ben 54 barche provenienti da tutta Europa schierate sulla linea di partenza - come evidenziato dallo stesso Randazzo nel corso dell’incontro con i media a cui era presente anche il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il Vice Presidente della Regione Siciliana Prof. Gaetano Armao, il Presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre, l’Ammiraglio Roberto Isidori Comandante della Guardia Costiera di Palermo che darà assistenza alla partenza di domani e Renato Costa, Commissario per la gestione dell’emergenza Covid della provincia di Palermo. “Siamo davvero molto soddisfatti di questo enorme riscontro di partecipazione, soprattutto se consideriamo il periodo, complicato per tutti, e le notevoli difficoltà di spostamento che chiunque è costretto ad affrontare”, ha evidenziato Randazzo.

“C’è tanta voglia di vela e c’è tanta voglia di Palermo- Montecarlo, che più di ogni altra regata rappresenta una sfida vera, dove la tradizione della marineria incontra il progresso, grazie alla presenza di barche dell’ultima generazione e di famosi velisti. Voglio ringraziare i nostri sponsor, le Istituzioni, lo Yacht Club de Monaco e lo Yacht Club Costa Smeralda, che ci affiancano nell’organizzazione, e tutti i partecipanti che daranno vita a questa Palermo-Montecarlo straordinaria: non vedo l’ora di poterli incontrare in mare e condividere le emozioni della nostra magnifica regata”. Dello stesso tenore le parole del Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, da sempre molto vicino alla regata organizzata dal Circolo della Vela Sicilia. “La Palermo-Montecarlo è un grande evento sportivo che pro- muove il sempre più centrale ruolo della nostra città nel Mediterraneo e che, ormai da anni, contribuisce all';internazionalizzazione di Palermo grazie all'ppeal che cattura gli appassionati di tutto il mondo a questo sport”, ha dichiarato Orlando.

“La recente vittoria della Prada Cup da parte di Luna Rossa guidata dal timoniere palermitano Francesco Bruni, al quale ho recentemente conferito la tessera preziosa del mosaico Palermo, ha regalato un sogno alla città e a tutto il paese. Esprimo, dunque, un sentito ringraziamento al presidente del Circolo della Vela Sicilia Agostino Randazzo per l'organizzazione di questa nuova edizione della regata. E a tutti i velisti auguro buon vento”. Grande emozione e fermento per la presenza del Presidente della Federvela Francesco Ettorre, da sempre molto vicino alla Palermo-Montecarlo, alla prima uscita pubblica dopo la trionfale spedizione della squadra Olimpica ai Giochi di Tokyo, culminata con la medaglia d’Oro conquistata dall’equipaggio Tita- Banti nel catamarano misto Nacra 17. www.palermo-montecarlo.it Tra le barche top che domani daranno vita alla Palermo-Montecarlo spiccano le presenze del 100’ Arca SGR del Fast and Furio Sailing Team, armato per l’occasione da Guido e Adalberto Miani dello YC de Monaco (skipper Furio Benussi), con a bordo Lorenzo Bressani, Vittorio Bissaro, Stefano Spangaro, Andrea Caracci, Andrea Ballico e Nicholas Brezzi (Luna Rossa), e del Maxi Pendragon VI del Lightbay Sailing Team di Carlo Alberini, entrambi a caccia della vittoria in tempo reale (e del relativo Trofeo Giuseppe Tasca d’Almerita) con l’obiettivo, non meno importante, di battere il record di percorrenza della regata stabilito nel 2015 da Esimit Europa 2 con il tempo di 47 ore, 46 minuti e 48 secondi. Numerose le barche in lizza per la vittoria del Trofeo Challenge Angelo Randazzo, assegnato al vincitore overall nel Gruppo più numeroso tra ORC e IRC, a conferma dell’alto livello dei partecipanti: tra queste anche il J122 Joy, la barca armata dal Circolo della Vela Sicilia (skipper Edoardo Bonanno) che a bordo potrà contare su un equipaggio di soci del club e che quest’anno correrà nel ricordo di Piero Majolino, Direttore Sportivo e punto di riferimento del circolo palermitano, scomparso prematuramente nel marzo dell’anno scorso.

Da citare, tra i numerosi velisti di spicco impegnati presenti alla regata, anche il campione francese Kito de Pavant (HBF) e gli italiani Michele Regolo (Leaps & Bound), Alberto Bona (Scheggia), Cecilia Zorzi (Scheggia) e Gaetano Figlia di Granara (Joy). Chiaramente tutta l’organizzazione della Palermo-Montecarlo si è attenuta alle regole vigenti per il contenimento della pandemia da Covid-19, uno sforzo organizzativo che ha avuto il supporto delle Istituzioni. Gli equipaggi che partecipano alla regata saranno infatti tutti sottoposti a tampone rapido per la rilevazione del Coronavirus e a garantire lo screening, i medici della struttura commissariale per la gestione dell’emergenza Covid a Palermo. “Abbiamo iniziato a sottoporre a tampone l’intera flotta: più di 400 persone a bordo delle 54 barche partecipanti”, spiega il commissario Covid della Città metropolitana di Palermo, Renato Costa.

“Chi risulterà positivo dovrà eseguire il tampone molecolare e, quindi, rinunciare alla gara. Naturalmente ci auguriamo che tutti siano negativi e possano prendere parte serenamente alla regata. Uno screening come questo, per noi, è uno sforzo importante in termini di risorse umane, ma il nostro dovere è lavorare per la sicurezza di tutti e un evento unico come questa regata deve svolgersi in sicurezza”. Attivo nelle operazioni di screening anche il Corpo Militare ACISMOM (Associazione dei Cavalieri Italiani Sovrano Militare Ordine di Malta) Speciale Ausiliario dell’Esercito Italiano, su richiesta della Protezione Civile del Comune di Palermo, che fornirà supporto sanitario e logistico per l’effettuazione dei tamponi rapidi ai velisti. Tappa del Campionato Italiano Offshore della Federazione Italiana Vela e dell’IMA Mediterranean Maxi Offshore Challenge, la Palermo-Montecarlo rientra tra le iniziative promosse dal Comune di Palermo- Assessorato allo Sport ed è realizzata con il supporto di Fondazione Sicilia, della Regione Sicilia, dell’azienda vinicola Tasca d’Almerita e della celebre emittente Radio Montecarlo, che da quest’anno è la radio ufficiale della regata.

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X