Sabato, 14 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Arriva in edicola la nuova Guida ai vini: ecco le etichette e i produttori premiati

Oltre 100 produttori siciliani si raccontano con i loro vini. Torna la guida del Giornale di Sicilia realizzata in collaborazione con Slow Food Editore, in edicola abbinata al Giornale di Sicilia e alla Gazzetta del Sud, al prezzo di 5 euro più il costo del quotidiano. Il vademecum per gli appassionati del mondo del vino è stato presentato oggi a Palazzo Branciforte, sede della Fondazione Sicilia, a Palermo nel corso di un evento condotto da Salvo La Rosa.

"Una recente ricerca - commenta il vice direttore responsabile del Giornale di Sicilia Marco Romano - colloca la Sicilia, andando indietro nei secoli, al centro dello sviluppo della viticoltura in Sicilia. È un territorio che oggi è capace di offrire una vasta gamma di vini, adatti a qualsiasi circostanza e per tutti i gusti, ovunque si fermi l’attenzione degli amanti del genere. Ed è proprio questa varietà estrema che rende questa Guida ai Vini di Sicilia una 'mappa' fondamentale per andare alla ricerca delle vere eccellenze disseminate sul territorio".

La guida è curata da Francesco Abate e Giancarlo Gariglio (nel video di Marco Gullà intervistati insieme a Marco Romano), con il coordinamento editoriale di Olivia Riviglio.

"Sono 3 anni che collaboriamo col Giornale di Sicilia - racconta Gariglio -, la filosofia è quella classica della nostra guida. Riconoscimento alla cantina oltre che ai vini".

"La guida è una conferma per molte aziende che stiamo seguendo nel tempo. Si tratta di piccoli artigiani ma anche di aziende più grandi ma che operano con un approccio alla viticoltura molto sostenibile e attento al rispetto della terra".

In una sala affollata di addetti ai lavori del mondo della vino, applausi alla lettura dei nomi delle 26 magnifiche cantine e per i 23 vini che hanno ottenuto i massimi riconoscimenti.

CANTINE TOP: Arianna Occhipinti, Benanti, Bonavita, Bosco Falconeria, Calcagno, Castellucci Miano, Centopassi, Curto, Donnafugata, Fattorie Romeo del Castello, Feudo Disisa, Frank Cornelissen, Funaro, Gianfranco Daino, Gulfi, I Custodi delle vigne dell’Etna, I Vigneri, Passopisciaro, Planeta, Poggio di Bortolone, Porta del vento, Tasca d’Almerita, Tenuta delle Terre nere, Tenuta di Castellaro, Tenuta Gorghi Tondi, Valdibella.

VINI TOP: Altogrado (Barraco), Ballerina Bianco 2018 (Fiore), Berlinghieri Perricone 2017 (Di Legami), Bianco Pomice 2018 (Tenuta di Castellano), Cataratto 2017 (Bosco Falconeria), Cerasuolo di Vittoria 2018 8Gulfi), Cersuolo di Vittoria Cl 2016 (Cos), Coccinella 2018 (Aldo Viola), Contrada G 2017 (Passopisciaro), Eloro 2016 (Curto), Etna Bianco Ante 2017 (I Custodi delle Vigne dell’Etna), Etna Bianco Enrico IV 2018 (Cantine Valenti), Etna Bianco Sup Aurora 2018 (I Vigneri), Etna Rosso ‘A Rina 2017 (Girolamo Russo), Etna Rosso 2017 (Benanti), Etna Rosso Contrada Pianodario 2016 (Tasca d’Almerita), Etna Rosso Feudo di Mezzo 2017 (Calcagno), Faro 2016 (Bonavita), Gaio Gaio 2018 (Calabretta), Glou Glou 2017 (Elios), Malvasia Francangelo 2018 (Punta Aria), Marsala Sup. Semisecco Ambra Aegusa Ris. 1964 Florio, Manfi Ammano 2018 (Cantine Barbera), Monreale Catarratto Lu Bancu 2018 (Feudo Disisa), Munjebel 2017 (Frank Cornelissen), N73 Perpetuo (Vite ad Ovest), Nero d’Avola 2018 (Funaro), Passito di Pantelleria Ben Ryè 2016 (Donnafugata), Passito di Pantelleria Decennale 2009 (Ferrandes), Passito di Pantelleria Solidea 2016 (Solidea), Per te 2017 (Fondo Antico), Pt 2016 (Arianna Occhipinti), Rosso di Contrada 2017 (Marabino), Sicilia Bianco d’Altura 2018 (Tenute Lombardo), Sicilia Frappato Dumè 2018 (Tenuta Gorghi Tondi), Sicilia Nero d’Avola Argille di Tagghia Via 2018 (Centopassi), Sicilia Nero d’Avola Campo Reale 2018 (Tenute Rapitalà), Sicilia Nero d’Avola Centuno 2016 (CVA Canicattì), Sicilia Nero d’Avola Respiro 2018 (Valdibella), Sicilia Nocera 2017 (Planeta), Sicilia Valledolmo Contea di Sclafani Miano 2018 (Castellucci Miano),  Soki Soki 2018 (Tanca Nica), Suber 2017 (Gianfranco Daino), Vecchio Samperi (Marco De Bartoli), Vino Bianco Pre British Metodo Perpetuo Tradizionale (Heritage), Vittoria Frappato 2018 (Poggio di Bortolone).

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X