Venerdì, 27 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Video Politica Maturità, Azzolina: esame solo orale, tutti ammessi tranne in due casi

Maturità, Azzolina: esame solo orale, tutti ammessi tranne in due casi

Gli studenti saranno tutti ammessi all'esame di maturità. Gli esami inoltre partiranno il 17 giugno e non ci saranno prove scritte ma solo una prova orale della durata di 1 ora. I commissari saranno tutti interni e per gli studenti 60 crediti verranno dal percorso e 40 dall’esame, con eventuale lode. Lo ha detto il ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina in videoconferenza stampa.

"Gli studenti saranno tutti ammessi all’esame di maturità e nel caso di insufficienze, potranno recuperarle, ma ci sono due eccezioni che nulla hanno a che fare con il coronavirus".

"Solo in 2 casi circoscritti non saranno ammessi - ha spiegato - se il consiglio di classe non ha elementi per valutare lo studente perchè nel primo periodo didattico non ha frequentato, quindi prima del coronavirurs, e serve l’unanimità del consiglio di classe. E poi se lo studente ha ricevuto provvedimenti disciplinari gravi. Esclusi questi 2 casi - ha ribadito - lo studente verrà ammesso".

"Voglio ribadire con chiarezza che le condizioni sanitarie ad oggi non consentono di terminare l’anno scolastico in presenza a scuola, per tale ragione il governo ha deciso il rientro a scuola a settembre prossimo". Lo ha detto la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, in audizione presso la Commissione Cultura della Camera. "Tuttavia il servizio di istruzione è un servizio pubblico essenziale costituzionalmente garantito - ha aggiunto - per questo abbiamo subito sollecitato la didattica a distanza per garantire il diritto allo studio".

"In una situazione così difficile il governo ha dovuto operare scelte importanti e difficili, impedendo allo stato attuale la presenza a scuola degli studenti e delle loro famiglie, dei docenti e riducendo il personale Ata e dirigenti scolastici. Questo per contenere il contagio", ha spiegato la ministra.

Per quanto riguarda la ripresa delle lezioni a settembre Azzolina spiega: "Per settembre stiamo già lavorando, il metodo sarà lo stesso: giungeremo alla scrittura di un documento tecnico scientifico che prevederà diverse ipotesi: non abbiamo la sfera di cristallo per lo scenario epidemiologico. Avendo poi in mano questo documento - ha aggiunto - lavoreremo con gli enti locali, le associazioni di volontariato, le scuole".

Per quanto riguarda gli esami di terza media, "avevamo detto che gli studenti avrebbero dovuto presentare un elaborato - precisa Azzolina -. Abbiamo ascoltato le richieste delle scuole che ci hanno chiesto di dilatare nel tempo le procedure degli esami. Gli studenti scriveranno un elaborato, lo discuteranno online, ma avranno più tempo. Per farlo avranno tempo fino al 30 giugno".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X