Giovedì, 03 Dicembre 2020
stampa
Dimensione testo

Multimedia

Home Video Multimedia H&M strizza l'occhio al riciclo: la via la raccolta degli abiti usati

H&M strizza l'occhio al riciclo: la via la raccolta degli abiti usati

MILANO. H&M e M.I.A. si alleano per la World Recycle Week, in cui il colosso svedese dell'abbigliamento si propone di raccogliere mille tonnellate d'indumenti usati portati dai clienti nei suoi più di 3.600 punti vendita.

L'iniziativa in programma dal 18 al 24 aprile - spiega una nota del gruppo - è parte dell'obiettivo di H&M per chiudere il cerchio nella moda, promuovendo il riciclo di abiti usati e ottenendo fibre tessili riciclate per creare nuovi prodotti.

Per sensibilizzare l'opinione pubblica, l'artista inglese M.I.A. ha girato un video musicale in esclusiva per H&M, con la canzone «Rewear it», che sottolinea l'impatto ambientale dei vestiti che finiscono nelle discariche di tutto il mondo.

Il video sarà lanciato domani su hm.com.

H&M da tempo è attiva nel riciclo degli abiti con la Garment Collecting, grazie alla quale i clienti possono portare indumenti e tessuti usati, di qualsiasi marca e in qualsiasi condizione, in tutti i negozi della catena, ricevendo in cambio dei buoni sconto.

Da quando è stata lanciata l'iniziativa, nel 2013, sono state raccolte oltre 25 mila tonnellate di indumenti.

Da due anni, poi, H&M ha introdotto i suoi primi abiti in fibre tessili riciclate.

Ad affiancare il video di M.I.A alcune «rehaul» clip, in cui verranno mostrati i capi che si intendono riciclare. L'obiettivo a lungo termine della campagna - spiegano da H&M - è eliminare del tutto gli abiti nelle discariche, e limitare così l'utilizzo delle risorse naturali: con il riciclo di una sola T-shirt si possono infatti risparmiare 2.100 litri d'acqua.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X