Martedì, 07 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Video Economia Sicilia in zona gialla, dietrofront dei turisti: "30% di disdette, un freno alla ripartenza"

Sicilia in zona gialla, dietrofront dei turisti: "30% di disdette, un freno alla ripartenza"

C'è già un danno economico non indifferente e che riguarda principalmente il comparto turistico.

La zona gialla sta già causando tante disdette di potenziali turisti che avevano scelto la Sicilia per trascorrere le proprie vacanze a settembre.

Almeno il 30% di disdette secondo sindacati e associazioni di categoria come Assoimpresa. Un danno per albergatori e ristoratori:

“I numeri dicono che stiamo assistendo ad un calo legato proprio a queste restrizioni seppur minime, almeno 30% di disdette proprio per la zona gialla che si spera non diventi arancione – dice Mario Attinasi, presidente di Assoimpresa – il danno riguarda anche i ristoratori, un vero peccato”.

La stagione estiva fino adesso è andata decisamente bene come hanno anche più volte ribadito i presidenti provinciali di Federalberghi, ma si sperava che settembre potesse regalare qualche altro incasso importante. Una ripresa economica che c’è stata ma che al momento è frenata proprio dalla zona gialla:

“La Sicilia stava già accelerando sulla ripresa economica ma queste restrizioni in parte frenano la ripartenza. L’unica arma che possiamo adottare è quella di spingere i non vaccinati ad immunizzarsi per evitare altre chiusure”.

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X